• Google+
  • Commenta
8 luglio 2014

Tari e Tasi danneggiano gli studenti: Link contro la tari e la tasi

Alloggi studenti erasmus

Università del Salento – Link lecce: tavolo tecnico per riduzioni tari e tasi

Tari e Tasi

Tari e Tasi

Ormai da molti anni, assistiamo allo smantellamento del Diritto allo Studio e del Welfare studentesco in tutte le sue forme e declinazioni. Ne è la prova anche l’ultimo decreto sui Livelli Essenziali delle Prestazioni, che, con l’inasprimento dei criteri di merito per richiedere una borsa di studio, porterebbe ad una vera e propria espulsione di massa dai luoghi della formazione.”

Sono queste le dichiarazioni delle associazioni Link Lecce, Coordinamento Universitario, Sunia ed Alac che chiedono al comune di Lecce, in particolare alla persona del sindaco Paolo Perrone, che venga convocato un tavolo tecnico per discutere sulle percentuali previste per tari e tasi a carico degli inquilini.

“All’interno del Welfare studentesco, – dicono le associazioni – diventa fondamentale occuparsi del diritto all’abitare. L’ultimo provvedimento legislativo che “abolisce” l’IMU, introduce la IUC – TARI, TASI, IMU -; dunque tasse ancora più onerose, che gravando molto di più sugli inquilini e quindi sugli studenti. Dalle prime stime gli studenti fuori sede saranno i destinatari di queste nuove tasse con esborso stimato tra i 300 € e i 450 €.”

“Spese sempre più difficili da sostenere –  Continuano – che spingono gli studenti a non prendere in affitto un appartamento, e ad essere pendolari per continuare a studiare. Tasse in aumento che disincentivano gli studenti a vivere l’Università e la città di Lecce che necessita della vivacità non solo culturale, ma anche del dinamismo che è rappresentato dalle migliaia di giovani che vivono Lecce”.

Link Lecce chiede di discutere sulle percentuali previste per Tari e Tasi

Sulla base di queste premesse, l’Associazione LINK Lecce – Coordinamento Universitario, chiede al Comune di Lecce e in particolare al Sindaco, Dott. Paolo Perrone, di voler indire un tavolo tecnico per discutere sulle percentuali previste per Tari e Tasi a carico degli inquilini-studenti. In particolare:

Tari e Tasi cosa sono e come dovrebbero essere ridotte per gli studenti

TASI:l’inquilino dovrebbe pagare una quota che va dal 10 al 30 %. Chiediamo che questa quota venga azzerata per gli studenti che sottoscrivono un contratto regolarmente registrato”.

TARI:questa tassa grava completamente sull’inquilino. Chiediamo la riduzione del 60 % per chi affitta a universitari con contratto concordato”.

“La ridefinizione di percentuali di tassazione agevolata per i proprietari che affittano regolarmente le seconde case, è necessaria per contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale e degli affitti in nero. Per questo riteniamo, infine, che debba essere abbassata l’aliquota IMU sulle seconde case, se affittate a studenti con contratto regolare”. -dice Link Lecce sulla questione Tari e Tasi –

“Questo tipo di agevolazioni sono innegabili e fondamentali per Lecce, la quale, proponendosi essere una Città Universitaria, deve impiegare tutti gli strumenti a disposizione per incentivare e sostenere le difficoltà socioeconomiche degli studenti universitari” – Conclude Link Lecce rispetto alle richieste sulla Tari e Tasi –


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy