• Google+
  • Commenta
21 agosto 2014

Cittadinanza Competente: Unitn guida la cordata europea

Università degli Studi di Trento – Educare i giovani alla cittadinanza competente: l’università di trento guida la cordata europea

Concluso con il plauso della Comunità europea il progetto internazionale da 400mila euro guidato dalla cattedra di Pedagogia dell’Università di Trento.

Sei atenei da tutta Europa al lavoro per incoraggiare la partecipazione attiva, competente e responsabile dei cittadini.

Un programma di apprendimento nelle scuole superiori. I risultati saranno presentati a Trento il 29 e 30 settembre

Sostenere i giovani nella loro maturazione civica, incoraggiarli a partecipare come cittadini in modo attivo, con senso di responsabilità e competenza, aiutarli a sviluppare capacità critica e a costruire giudizi indipendenti, informarli sui loro diritti, doveri e opportunità: sono questi alcuni degli obiettivi del progetto europeo ECLIPSE dedicato a “Europa e cittadinanza” e destinato agli studenti delle scuole secondarie. Avviato nel 2011 e da poco concluso, il progetto è stato finanziato dalla Commissione europea con 400mila euro. A coordinarlo, l’Università di Trento attraverso la cattedra di Pedagogia, capofila di una rete che ha coinvolto altri sei atenei europei: Universidad La Laguna (Spagna), International Learning and Research Centre (Gran Bretagna), Università di Lisbona, (Portogallo), Università Leibnitz di Hannover (Germania), Università di Bucharest, (Romania).

La rete ECLIPSE ha permesso a docenti universitari e insegnanti di condividere conoscenze e buone pratiche su scala internazionale, sperimentando insieme le modalità più efficaci di apprendimento attivo e auto-regolato per aiutare gli studenti a sviluppare le competenze chiave. I moduli di educazione alla cittadinanza (disponibili in sei lingue e scaricabili sul sito Eclipse Unitn) hanno toccato temi cruciali e di attualità come i diritti umani e la responsabilità; l’identità, la diversità sociale e culturale; la struttura e il funzionamento dell’Unione Europea; la cittadinanza europea; la storia del processo di cooperazione europea. Tutto questo ha permesso agli studenti coinvolti di potenziare la propria preparazione e motivazione ad apprendere, l’apertura internazionale, la capacità di orientarsi nella complessità di un mondo sempre più difficile e competitivo sviluppando tolleranza e rispetto per altre persone e culture.

«Si può migliorare solo ciò che si conosce. Le carenze in ambito civico rappresentano infatti un grave danno per i Paesi che ne soffrono», commenta Olga Bombardelli, titolare della cattedra di Pedagogia e coordinatrice del progetto. «Abitudini civiche come il rispetto delle norme, il pluralismo o la partecipazione non sono fine a se stesse, ma sono basi indispensabili per il buongoverno e per il buon funzionamento delle istituzioni. Dove ci sono trasparenza, vigilanza e capacità propositiva si riducono i rischi di errori, di corruzione e di malgoverno. Al contrario, la delega in bianco favorisce il degrado. Il progetto è partito proprio dal valore di un’informazione documentata, aiutando i giovani a selezionare e valutare le fonti per costruire giudizi indipendenti e offrire così il proprio contributo per il progresso collettivo».

Cittadinanza Competente: la presentazione dei risultati

Selezionato per il finanziamento fra centinaia di domande pervenute da tutta Europa, il progetto ECLIPSE (European Citizenship Learning In a Programme for Secondary Education) avviato nel 2011 è giunto alla sua conclusione. La fase finale prevede una restituzione dei risultati che è prevista nell’ambito del convegno “Competenze chiave per il successo formativo e la cittadinanza consapevole” che si terrà il 29 e 30 settembre a Trento nella sede del Dipartimento di Lettere e Filosofia (via Tomaso Gar)

Durante il progetto ogni ateneo ha assunto un compito specifico: dal tirocinio dei giovani insegnanti, allo sviluppo di un portfolio per l’apprendimento autonomo e responsabile degli studenti, alla produzione di moduli di apprendimento. I partner del consorzio hanno unito la loro esperienza per sviluppare e sperimentare nelle scuole degli Stati coinvolti un programma comune di educazione alla cittadinanza in dimensione europea volto ad alunni delle scuole secondarie. Risultati che saranno riassunti nelle due sessioni: “Educazione alla cittadinanza e integrazione europea” il primo giorno e “Il successo formativo: ostacoli e ricerca di soluzioni” il secondo.

Il convegno metterà a fuoco le tematiche educative collegate alle competenze necessarie per essere cittadini attivi di una società che voglia essere democratica e le misure organizzative e didattiche che possano favorire la buona riuscita nell’apprendimento in modo da prevenire l’abbandono precoce degli studi e la dispersione scolastica e universitaria.

Durante il convegno saranno a disposizione i materiali didattici prodotti dal Consorzio ECLIPSE e sarà possibile partecipare ai lavori di gruppo. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare, in particolare coloro che operano nel mondo della formazione. La partecipazione è valida ai fini dell’aggiornamento professionale e sarà rilasciato attestato di presenza.

I lavori sono organizzati dalla cattedra di Pedagogia del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy