• Google+
  • Commenta
4 agosto 2014

DeFishGear: Cà Foscari a caccia dei micro-rifiuti nell’adriatico

Progetto DeFishGear

Università “Cà Foscari” di Venezia – Team di Cà Foscari al lavoro sui litorali per campionare e analizzare nuove particelle inquinanti che finiscono nell’ecosistema marino. Parte il progetto DeFishGear

Progetto DeFishGear

Progetto DeFishGear

Progetto DeFishGear finanziato con 5 milioni dall’Unione Europea a caccia dei micro-rifiuti nell’adriatico

Scienziati studiano come ripulire il mare

Team di Cà Foscari al lavoro sui litorali per campionare e analizzare nuove particelle inquinanti che finiscono nell’ecosistema marino.

Presentazione con Goletta Verde l’8 agosto a Venezia

Ripulire l’Adriatico dai rifiuti significa anche andare a caccia del micro-inquinamento. Nell’acqua, sulle coste e sui fondali, infatti, non si trovano solo reti da pesca, bottiglie di plastica e pneumatici. I ‘nuovi’ imputati comprendono microgranuli di dentifrici, micropolveri di cosmetici, particelle prodotte dallo sminuzzamento di oggetti di plastica, microfibre tessili e altro ancora. Questi rifiuti invisibili o quasi, più piccoli di 0,3 millimetri, possono essere ingeriti dai pesci e da altri organismi marini e finire nella catena alimentare.

Ricercatori Cà Foscari Venezia al lavoro sul Progetto DeFishGear

I ricercatori dell’Università Cà Foscari Venezia sono al lavoro per sviluppare un metodo di analisi dell’inquinamento da microplastiche sulle coste adriatiche italiane, nell’ambito del progetto DeFishGear, che coinvolge 15 partner da Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Montenegro e Slovenia. Finanziato con più di 5 milioni di euro dal programma europeo IPA Adriatic CBC, vede come capofila il National Institute of Chemistry di Ljubljana (Slovenia). L’Italia schiera, oltre all’Ateneo veneziano, ISPRA, ARPA Emilia Romagna, Consorzio Mediterraneo, e Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici.

In queste settimane si stanno raccogliendo campioni di sabbia e di acqua sui litorali dell’Alto Adriatico per analizzare e classificare le “microplastiche”. In seguito, gli scienziati studieranno l’impatto di queste sull’ecosistema marino. Quando un sacchetto di plastica soffoca una tartaruga o un delfino l’impatto è isolato ma evidente, mentre le conseguenze di enormi quantità di microplastiche “invisibili” in mare sono un campo ancora poco esplorato dalla ricerca.

«I rifiuti marini non conoscono confini – spiega Giulio Pojana, responsabile scientifico del progetto per Ca’ Foscari, in team con i ricercatori Davide Marchetto e Aurelio Latella – e rappresentano un problema sempre più grave che si estende ben oltre le aree in cui sono generati. Le implicazioni sono ambientali, paesaggistiche, economiche, di sicurezza, e di benessere. Sono necessarie urgenti azioni coordinate e multidisciplinari, soprattutto in mari relativamente chiusi quali l’Adriatico».

Il progetto DeFishGear si pone come obiettivo principale quello di sostenere le iniziative per una pianificazione integrata che miri alla riduzione dell’impatto ambientale delle attività umane responsabili della produzione dei rifiuti marini, e di contribuire ad una gestione sostenibile degli ambienti marino-costieri del Mar Adriatico. Sono attesi risultati innovativi, cioè una migliore conoscenza del fenomeno dei rifiuti in mare, lo sviluppo di un sistema di monitoraggio e di protocolli condivisi per la gestione delle attività che producono tali rifiuti, l’applicazione nelle regioni adriatiche della Direttiva Europea 2008/56/CE sugli ambienti marini (Marine Strategy Framework Directive).

DeFishGear sarà presentato ufficialmente a Venezia venerdì 8 agosto alle 11 nella sala Morelli della sede Malcanton Marcorà di Ca’ Foscari. Interverranno i ricercatori di Ca’ Foscari e i rappresentanti di Goletta Verde, che renderanno noti i risultati della loro campagna sui rifiuti marini.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy