• Google+
  • Commenta
17 settembre 2014

Apprendistato di ricerca, laureati in azienda: Cà Foscari firma accordo

Università “Cà Foscari” di Venezia – Apprendistato di ricerca, laureati in azienda. Ca’ Foscari, Confindustria Veneto, Cgil, Cisl e Uil del Veneto, Ordine dei Consulenti del Lavoro di Venezia, Ordine dei Consulenti del Lavoro di Vicenza, Umana S.p.a i firmatari dell’accordo

Apprendistato di ricerca

Apprendistato di ricerca

A oggi attraverso il Settore di Placement dell’ateneo sono stati sottoscritti 7 contratti di questo tipo in aziende del Veneto

 

Siglato oggi, martedì 16 settembre 2014, all’Università Ca’ Foscari Venezia, l’accordo di programma per l’Apprendistato di ricerca fra Ca’ Foscari, Confindustria Veneto, Cgil, Cisl e Uil del Veneto, Ordine dei Consulenti del Lavoro di Venezia, Ordine dei Consulenti del Lavoro di Vicenza, Agenzia per il Lavoro Umana S.p.a.

La firma dell’accordo sull’apprendistato di ricerca

La firma dell’accordo, promosso dall’ateneo attraverso il Settore Placement e il prof. Adalberto Perulli, ordinaro di diritto del lavoro e delegato del Rettore al Placement, ha lo scopo di diffondere la tipologia contrattuale dell’Apprendistato di ricerca che consente l’assunzione di giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni per lo svolgimento di attività di ricerca su tematiche di specifico interesse dell’azienda.

Sono sette, a oggi, i contratti di questo tipo siglati mediante il Settore Placement di Ca’ Foscari che vedono coinvolti laureati e laureandi dell’ateneo in aziende del territorio.

L’Apprendistato di ricerca, oltre a stabilire una stretta collaborazione tra università e azienda per lo sviluppo di idee e progetti innovativi, ha il vantaggio di facilitare l’ingresso nel mercato del lavoro di studenti, laureandi e laureati.

A tal fine il Settore Placement dell’Università Ca’Foscari Venezia ha istituito un servizio dedicato dal nome “Sportello Aziende” che fornisce informazioni in merito. Anche le altre parti sottoscrittrici dell’Accordo forniranno servizi analoghi.

Adalberto Perulli: «Facilitare l’inserimento occupazionale dei giovani fin dalla transizione scuola-lavoro e promuovere un dialogo fra università e aziende per favorire iniziative di placement e opportunità per i giovani è un obiettivo sul quale Ca’ Foscari, con il suo Settore Placement, è molto impegnato. Per questo abbiamo colto subito l’importanza che in questa direzione può avere il contratto di Apprendistato di ricerca. L’università forma moltissimi giovani ad alto potenziale, giovani capaci e intraprendenti, che l’ateneo vuole non soltanto formare ma anche accompagnare e aiutare nel loro primo passo importante verso il mondo del lavoro. Il contratto di apprendistato è lo strumento ideale per implementare la nuova visione dell’alternanza scuola/lavoro, di recente promossa dal nostro legislatore, in aderenza con il trend europeo. Applicato al contesto formativo universitario, l’apprendistato di ricerca può offrire al sistema delle imprese uno strumento formidabile per puntare sull’innovazione, la qualità e la produttività del lavoro. Per questo l’inedito accordo di programma siglato oggi a Ca’ Foscari è molto importante ed innovativo».

Riccardo Dal Lago, UIL: «In una situazione assolutamente drammatica per l’occupazione giovanile, tutte le opportunità che si presentano vanno agevolate. Tra l’altro siamo di fronte ad una iniziativa da molti anni utilizzata in altri paesi europei ed è assolutamente importante che i fabbisogni delle imprese trovino collaborazione con il nostro sistema universitario».

Giulio Fortuni, Segretario CISL Veneto: «La Cisl sostiene questa iniziativa – il contratto di apprendistato di ricerca- come opportunità di un’occupazione di qualità per i giovani se si trasforma anche in un inserimento stabile in azienda».

Giuseppe Venier, Amministratore Delegato Umana:

«Umana da sempre crede nell’Apprendistato come strumento per l’inserimento dei giovani al proprio interno, ma in questi ultimi due anni lo sta molto promuovendo anche presso le proprie aziende, attraverso la possibilità di assumere apprendisti in somministrazione.

L’Apprendistato di Ricerca rappresenta un’ulteriore opportunità per valorizzare questo strumento: portare le competenze e il sapere dell’Università all’interno dell’azienda per un progetto di innovazione, studio o ricerca, e per formare un giovane laureato, costituisce un’opportunità imperdibile in termini di sviluppo per le imprese e di valorizzazione del proprio capitale umano. Attraverso la somministrazione con Umana, inoltre, si ha il vantaggio di una modalità di utilizzo dello strumento snella, semplice e flessibile. Stiamo assumendo in questi giorni il nostro primo apprendista di ricerca all’interno del nostro organico e nei prossimi mesi promuoveremo ulteriormente questo strumento presso le nostre aziende clienti».

Franco Bastianello, presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro della provincia di Vicenza: «In questo particolare momento economico –sottolinea Franco Bastianello, neo presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro della provincia di Vicenza- più che di sterili polemiche sull’art. 18 e più in generale sulla riforma del lavoro, si sente il bisogno di atti concreti. E’ necessario fare rete, ma con i fatti. Da qualche anno abbiamo aderito al Patto sociale per il lavoro e stiamo ora iniziando a gestire la “Garanzia Giovani” tramite la nostra Fondazione. Questo accordo con l’Università Cà Foscari, segna un passo in avanti nel rafforzamento del network di servizi a sostegno dell’apprendistato. Tra gli obiettivi che insieme ci siamo posti anche quello di sollecitare la Regione del Veneto all’attivazione e al mantenimento di bandi per la concessione di contributi alle aziende che intendono investire in ricerca e sviluppo attraverso assunzioni in apprendistato di ricerca».

«I Consulenti del lavoro della provincia di Venezia sono lieti di partecipare a questo importante progetto per la diffusione dell’apprendistato di ricerca e si impegneranno fortemente per sostenere l’inserimento, nelle aziende del territorio, dei tanti e preparati giovani desiderosi di entrare con serietà, volontà e determinazione nel mondo del lavoro, portando le proprie conoscenze tecniche più aggiornate e contribuendo, in tal modo, all’accrescimento della competitività imprenditoriale del Veneto».


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy