• Google+
  • Commenta
10 settembre 2014

Trans2Care all’Università di Trieste, ricerca all’innovazione

Università degli Studi di Trieste – Trans2Care. Il grande passo dalla ricerca all’innovazione interventi e schemi mentali

Trans2Care a Units

Trans2Care a Units

Trans2Care 2014

Domani giunge alla sua conclusione il progetto Trans2Care, finanziato con il Fondo Europeo di Sviluppo regionale, che oltre ad aver portato sino alla conclusione tutte le attività previste ed aver conseguito i risultati attesi ha, inoltre, utilizzato correttamente il 97,7% del finanziamento ottenuto.

I Fondi Strutturali Europei sono stati recentemente alla ribalta della cronaca, bersaglio di pesanti critiche da parte di autorevoli opinionisti.

Costituiti anche con i prelievi fiscali dei cittadini italiani, questi fondi rimangono in parte inutilizzati nel nostro Paese e, quando usati, sembrano indurre effetti troppo deboli sull’economia e la società.

Le cause dell’inefficacia di questa particolare tipologia di spesa pubblica, ambiziosamente destinata a promuovere innovazioni tecnologiche e socio-economiche, sono in gran parte attribuibili alla complessità dei progetti e dei consuntivi, regolati da una burocrazia poco amica dei cittadini, anche di quelli molto esperti.

È evidente che servono misure correttive. Ecco cosa ha elaborato il progetto transfrontaliero Trans2Care: un rendiconto sociale.

Di tutto ciò si renderà conto ai cittadini e alle autorità in occasione della Conferenza di chiusura “Il grande passo dalla ricerca all’innovazione”, che si terrà all’Università di Trieste (sede di via Filzi 14, Aula Magna) domani, giovedì 11 settembre 2014.

La Conferenza passerà in rassegna le esigenze di conoscenza espresse dallo Stato, dalla sanità e dall’industria. Faranno da contrappunto i risultati di formazione imprenditoriale, ricerca scientifica, innovazione e trasferimento tecnologico ottenuti dai protagonisti del progetto.

Il pubblico e le autorità avranno dunque l’opportunità di farsi un’idea autonoma in merito ai risultati del progetto, soprattutto in quale misura offrono risposte concrete alle esigenze di nuove conoscenze e innovazione in ambito sanitario.

Durante l’evento, inoltre, verrà presentato il volume che raccoglie gli atti della Conferenza Biomedica Transfrontaliera tenutasi all’Università di Trieste il 27 febbraio 2014. Pubblicato da EUT Edizioni Università di Trieste, il volume “Cross-Border Italy-Slovenia Biomedical Research. Are we ready for Horizon 2020? CONFERENCE PROCEEDINGS with an analysis of innovation management and knowledge transfer potential for a smart specialization strategy” è disponibile online in OpenstarTS all’indirizzo Open Starts

L’opera è redatta in tre lingue (italiano, sloveno e inglese) e ha come scopo principale quello raggiungere una platea multiculturale e multidisciplinare più vasta possibile.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy