• Google+
  • Commenta
12 novembre 2014

ARt DESign Innovation as Social Network all’Università di Torino

Università degli Studi di Torino – ARt DESign Innovation as Social Network. Il filo di arianna: arte come identità culturale European ardesis festival 2014

ARt DESign Innovation as Social Network

ARt DESign Innovation as Social Network

ARt DESign Innovation as Social Network

Venerdì 14 novembre, alle ore 9,30, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Torino, (via Verdi, 8), nell’ambito del programma europeo

Il filo di arianna: arte come identita’ culturale si terrà l’European festival ardesis 2014: art design Innovation as Social Network- XI Edizione, organizzato dall’Associazione I.C.S. International Communication Society

I due leitmotiv dell’European Festival Ardesis 2014 sono l’EXPO 2015 e i nuovi programmi europei (2014/2020): partono entrambi dall’identità del territorio, in particolare dal Canavese, dove l’architetto Alfredo d’Andrade – di cui ricorrono nel 2015 i cento anni dalla sua scomparsa – ha tracciato, con il restauro creativo dei castelli, le linee reali e immaginarie del Medioevo, che sono alla base della nascita dell’Europa e di tradizioni e evocazioni ancora oggi stimolo per il settore dell’arte e dell’architettura, della moda e della musica, del restauro e della ricerca dei materiali, del turismo e della formazione dei giovani, dell’imprenditoria e dell’uso della nuove tecnologie. o ignored

“La bellezza salverà il mondo” afferma il principe Miškin nell’Idiota di Dostoevski, e per quanto riguarda la situazione italiana, dove nasce l’idea del progetto MIDDLE AGES AS EUROPEAN FACTORY in the footprint of European Architect Alfredo d’Andrade , si evidenzia che a seguito di un’indagine del Censis, per il 27% il patrimonio artistico e culturale rappresenta una forza identitaria; e il 41,3% sente che le cose meravigliose che sono presenti in Italia possono costituire la molla che ci lo farà ripartire e che potrebbe permettere un rilancio del territorio. In modo simile, tutti i Paesi europei hanno sul loro territorio tesori di beni culturali e artistici che sono meta di continui pellegrinaggi da parte di studiosi e turisti provenienti da tutto il mondo e questo accomuna i cittadini Europei aldilà di qualsiasi differenza linguistica o economica.

Recentemente ha richiamato molta attenzione il libro dell’economista Stefano Micelli “Futuro artigiano – L’innovazione nelle mani degli italiani”, che è diventato il manifesto di un nuovo immaginario per l’industria: la virtuosa contaminazione tra lavoro artigiano ed economia globale. Prima ancora di ogni altra forma evolutiva, organizzativa e produttiva, l’oggetto artigianale ha costituito la testimonianza identitaria della presenza della vita. In questo senso, l’artigianato concorre a creare l’identità di un popolo, intesa come l’insieme delle tradizioni, delle conoscenze e dei tratti distintivi che ne sanciscono la riconoscibilità e unicità.

Da queste considerazioni sono nati i brand del progetto MidAges: Arte come espressione di identità del territorio; Tessuto come simbolo di generazioni, oggi sinonimo di moda e abbigliamento, arredamento, oggettistica; Design non solo utilità ma icona di stile di vita; Innovazione come comunicazione sociale, emotiva e costruttiva.

Il background del progetto: Il prodotto finale come risultato del complesso di esperienze dei giovani nel proprio territorio analizzato dal punto di vista culturale, storico o di costume e in interazione creativa con giovani di altri Paesi dell’Unione Europea, da presentarsi anche all’Expo 2015. o ignored

Il Prof. Giuseppe Sergi, Università degli Studi di Torino, presenterà il progetto MidAges, a cui seguiranno gli interventi della Prof. Augusta Busico, europrogettista Europe Project Forum Foundation che ne illustrerà i documenti di riferimento, la Dott.ssa Silvana Neri, presidente dell’Associazione Marchio del Canavese, parlerà delle difficoltà connesse alle PMI del territorio e dell’importanza dell’internazionalizzazione, la Dott.ssa Maria Aprile, parlerà del suo apporto al progetto per lo sviluppo del Canavese. Concluderà l’Europrogettista Senior Elena Ciarlo.

A seguire gli interventi degli interessati al progetto tra cui la Prof.ssa Emma Angelini, Ordinario di Chimica fisica applicata al Politecnico di Torino su un tema preminente dell’Expo 2015: Sicurezza alimentare e futuro del cibo; e dell’Ing. Fulvio Dominici Presidente Fondazione Ultramundum con Le nuove tecnologie per il progetto MidAges.

Le industrie culturali e creative sono trainanti per lo sviluppo economico, soprattutto quelle definite “del lusso”, ma dietro quei ricami, quei gioielli, quegli oggetti vi sono le mani instancabili degli artigiani: da qui l’importanza dell’artigianato nelle varie forme, una strada vincente per i nostri giovani se allargata a livello internazionale: ne parlerà Ezio Ercole, v.Presidente Ordine dei Giornalisti del Piemonte.

Collegato all’argomento, l’assegnazione dei premi Ambasciatori dei Valori dell’imprenditorialità, impersonati per il 2014 da Daniele Chechi Ceramiche Cielle Castellamonte; Giovanni Trione Consorzio InterAziendale Canavesano; Carlo Ubertini Istituto Istruzione Superiore – sede di Caluso TO; Ugo Avalle Accademia libera Adriano Olivetti.

Un apposito spazio è riservato, all’inizio dell’evento per mettere in risulto l’importanza delle competenze per una istruzione e formazione efficiente e innovativa. Saranno, a questo proposito, presentati i lavori del 2° Circolo di Fossano-Cuneo dalla dott.ssa Patrizia Dalmasso per il progetto “Arte e Identità culturale”.

Il prof. Giulio Toffoli e Gianluca Zanone, studente del Collegio Sacra Famiglia di Torino presenteranno l’esperienza editoriale per il progetto europeo Middle Ages as European Factory.

Il bando “Verso un approccio integrato al Patrimonio culturale” per le Scuole e gli studenti per l’anno scol. 2014/2015, sarà illustrato dal Prof. Giulio Toffoli: punta sullo sviluppo di nuove competenze professionali, da costruire con metodologie che dalla cultura con la creatività e l’innovazione arrivino all’internazionalizzazione.

Alle ore 13.00 l’ ARDESIS Light lunch a cura “da Mauro” ristorante di Cuorgnè con prodotti tipici del territorio e alle ore 15.00 un Incontro con i partners e gli interessati al progetto MidAges con la presenza della prof.ssa Teresa Ferreira, docente dell’Universidade do Porto, che ha effettuato ricerche e pubblicazioni su Alfredo d’Andrade avvalendosi di materiale inedito dei discendenti dell’architetto.

Sabato 15 novembre, concluderà le iniziative una Visita di studio ai luoghi di Alfredo d’Andrade riservata ai partners del progetto ed ai giornalisti.

Patrocini: Commissione europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Ministero dello Sviluppo economico, Regione Piemonte, Provincia di Torino, Città di Torino, Camera di Commercio di Torino, del settore stampa UGEF Unione Giornalisti Europei per il Federalismo, Giornalisti Uffici Stampa.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy