• Google+
  • Commenta
21 novembre 2014

Aumento tasse universitarie e Isee 2015: M5s contro aumento tasse

Aumento delle tasse universitarie: una realtà nel 2016: lontana ma non per Movimento 5 Stelle che apre una finestra di protesta sull’aumento tasse, ecco di cosa si tratta

Aumento tasse

Aumento tasse

Oggi possiamo dire che è ancora aperta la lotta sociale degli studenti, soprattutto campani, e del Movimento Cinque Stelle per impedire l’ aumento delle tasse universitarie?

È ancora possibile ribellarsi a quanto sta accandendo “in alto”?

L’aumento tasse universitarie è da pensare come un dato ormai di fatto e che a breve si concretizzerà nelle tasche delle famiglie italiane già piegate dalla crisi economica nazionale?

Se fino a qualche giorno fa l’aumento tasse universitarie sembrava ancora un “problema” potenzialmente ostacolabile, oggi delusi e amareggiati, gli studenti italiani vengono brutalmente posti di fronte alla cruda verità: l’emendamento per la riduzione delle tasse universitarie (o comunque il non aumento delle tasse) è stato irrevesibilmente bocciato.

L’aumento tasse universitarie era chiaramente una possibilità che poteva essere impedita. E lo diceva un emendamento proposto e scritto nero su bianco!

Infatti, l’emendamento proposto con la Legge di Stabilità prevedeva che le tasse universitarie potessero essere ridotte (in particolare per famiglie studenti con un reddito dichiarato ISEE basso), in più, un fondo di circa centocinquanta milioni di euro presente e disponibile nell’FFO, avrebbe potuto creare anche le condizioni perché ciò divenisse una realtà concreta. L’approvazione dell’emendamento, a quanto pare, avrebbe garantito un contributo unico per vincolare i fondi destinati per il 2016 all’Università (con conseguente non aumento tasse universitarie e un importante riduzione delle stesse per le famiglie al di sotto di una certa soglia di reddito).

Aumento Tasse Universitarie Aumento Tasse Universitarie

Ma tutto ciò ormai non è più realizzabile: l’aumento tasse universitarie ormai non si può, dunque, più impedire. Ieri, infatti, nella Capitale è stato bocciato l’emendamento di Stabilità sul tema universitario, voluto e promosso dal Movimento Cinque Stelle, che così reagisce: “Oggi è stato bocciato il nostro emendamento alla Stabilità con il quale chiedevamo la riduzione delle tasse universitarie a decorrere dall’anno 2016. Alla prova dei fatti il governo e il ministro Giannini, che a parole si era detta favorevole a questa misura, hanno gettato la maschera”.

Ad affermalo, indignati, i deputati del movimento 5 Stelle in commissione Cultura.

Il M5S contro l’aumento tasse universitarie e Giannini

“Nell’emendamento impegnavamo i 150 milioni aggiuntivi previsti nel 2016 in favore del Fondo di Finanziamento Ordinario alla riduzione delle tasse universitarie. Lo stesso ministro Giannini aveva dichiarato percorribile questa ipotesi, in occasione del suo recente intervento nel comitato ristretto dedicato alla nostra Pdl sulle tasse universitari, e che i partiti bloccano da un anno in commissione VII. – Dice M5S –

Il nostro Paese – Continua – è infondo alla classifica europea degli studenti laureati e già questo dovrebbe essere un campanello d’allarme sufficiente per incentivare un maggiore accesso negli atenei. Senza un’adeguata formazione, l’Italia non uscirà rafforzata dalla crisi in cui è precipitata. La bocciatura da parte del governo significa che, a questi politici e a questi partiti, evidentemente la situazione va bene così com’è”.  – Conclude il Movimento Cinque Stelle –


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy