• Google+
  • Commenta
19 novembre 2014

Cà Foscari: controllo inquinamento atmosferico dovuto al traffico marittimo

Università “Cà Foscari” di VeneziaQualità dell’aria nei porti mediterranei e inquinamento per traffico marittimo. Scienziati europei a confronto

Inquinamento Grandi Navi

Inquinamento Grandi Navi

Incontro pubblico con i ricercatori impegnati in importanti progetti europei sul controllo dell’inquinamento atmosferico dovuto al traffico marittimo.

Lunedì 24 novembre ore 14, Auditorium Campus Scientifico (Mestre)

L’inquinamento atmosferico in città portuali sarà al centro di un incontro internazionale che si terrà lunedì 24 novembre prossimo nel nuovo Campus Scientifico dell’Università Ca’ Foscari Venezia. “Qualità dell’aria in città portuali del Mediterraneo” è il titolo del workshop, aperto al pubblico, che inizierà alle 14 nell’auditorium del campus (edificio Alfa).

Incontro sullo studio dell’inquinamento atmosferico, delle navi

Scienziati provenienti da enti di ricerca europei esporranno dati e metodologie applicate allo studio dell’inquinamento atmosferico, con particolare interesse verso quello generato dal traffico navale e dalle attività portuali, nel bacino del Mediterraneo. Interverranno ricercatori impegnati nei progetti POSEIDON e CAIMANs, entrambi finanziati dal Programma europeo MED per la cooperazione territoriale, che lavorano sui porti di Venezia, Brindisi, Genova, Rijeka (Croazia), Patrasso (Grecia) e Marsiglia (Francia).

«L’inquinamento atmosferico dovuto al traffico marittimo può diventare un problemaspiega Andrea Gambaro, professore di chimica analitica e organizzatore dell’evento. – I porti del Mediterraneo sono spesso localizzati vicino alle città o nei pressi di aree industriali e rappresentano importanti centri per lo sviluppo economico e sociale delle aree costiere e delle città portuali. Tuttavia, sono anche sorgenti di inquinamento atmosferico. Le emissioni associate al traffico marittimo sono in continuo aumento ed è quindi fondamentale tenere sotto controllo la qualità dell’aria, soprattutto nelle città portuali, con attività di ricerca e un continuo monitoraggio degli inquinanti in atmosfera».

«Il workshop – continua Gambaro – sarà un’occasione di collaborazione per gli studiosi, che potranno mettere a confronto metodi e risultati ottenuti, ma sarà anche un’opportunità per la cittadinanza di essere informata sulla qualità dell’aria delle città portuali».

La giornata inizierà, al mattino, con un meeting riservato ai partner del progetto POSEIDON (Pollution monitoring of ship emission: an integrated approach for harbours of the Adriatic basin), in cui il Gruppo di Chimica Analitica del Dipartimento di Scienze ambientali, Informatica e Statistica di Ca’ Foscari è coinvolto.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy