• Google+
  • Commenta
10 novembre 2014

Fabrizio Chiodo Laureato Unipa si aggiudica sovvenzione NWO

Fabrizio Chiodo

Università degli Studi di Palermo – Fabrizio Chiodo, laureato Unipa si aggiudica sovvenzione della Netherlands Organisation for Scientific Research (NWO) rivolta a giovani ricercatori di talento

Fabrizio Chiodo

Fabrizio Chiodo

Fabrizio Chiodo, autore di una tesi sperimentale a seguito di una rigorosa selezione, è risultato vincitore di un finanziamento di 250.000 euro nell’ambito del programma VENI finanziato dal governo olandese come parte dell’Innovational Research Incentives Scheme per lanciare e poi stabilizzare ricercatori.

Il programma VENI è rivolto ai giovani che hanno conseguito il Dottorato di Ricerca di recente e che intendono condurre indipendentemente la loro ricerca e sviluppare le loro idee.

Tra i 1.086 programmi di ricerca proposti per la selezione, per varie discipline, il progetto dott. Fabrizio Chiodo si è classificato primo nell’ambito delle discipline chimiche-biochimiche-tecnologiche-pharmaceutiche.

Fabrizio Chiodo al Leiden Institute of Chemistry

Il dott. Fabrizio Chiodo sarà ospitato dal Leiden Institute of Chemistry (BioSyn Department) per sviluppare il progetto “Construction and exploration of modular goldnanoparticles for glycan-based immune-intervention of worm infections” volto alla preparazione e valutazione del loro effetto su sistemi cellulari di nanoparticelle di oro ricoperte da specifici antigeni sintetici che ricoprono l’agente eziologico della Schistosomiasi, una infezione che affligge 240 milioni di persone in tutto il mondo e, in particolare nelle regioni subtropicali. Il progetto mira ad ottimizzare l’efficacia di un possibile vaccino e sarà svolto in collaborazione con il Medical Center di Leiden. Le stesse nanoparticelle potranno anche essere utilizzate come tool diagnostico per l’accertamento di questa malattia infettiva.

Il dott. Fabrizio Chiodo si è laureato nel 2008 in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso l’Università di Palermo svolgendo una tesi sperimentale dal titolo: “Inclusione di Trealosio in cellule epatiche umane mediante nanovettori lipidici” di cui è stato relatore il Prof. Libero Italo Giannola. Ha conseguito il dottorato di ricerca nel febbraio 2013 presso il CIC biomaGUNE/CIBER-BBN (San Sebastian – Spagna) svolgendo il progetto “Carbohydrate Chemistry: Multivalent glycoconjugate preparation (gold nanoparticles)” sotto la guida della prof. Soledad Penadès ed è autore di 15 pubblicazioni su riviste ad altissimo impact factor e di numerosissime comunicazioni scientifiche.

Le ricerche del dott. Fabrizio Chiodo sono state in gran parte focalizzate sulla preparazione e caratterizzazione di gliconanoparticelle di oro come versatile mezzo per la realizzazione di vaccini, basati su carboidrati, S. pneumoniae e HIV.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy