• Google+
  • Commenta
9 novembre 2014

Fondazione Teatro Mercato San Severino: rassegna musicale 2014-2015

Fondazione Teatro MSS - Onorato e De Divitiis

Rassegna musicale 2014-2015 “Sulle note Blues, Crossover & Jazz”: Onorato e De Divitiis inaugurano, con successo, l’attesissima stagione della fondazione teatro di Mercato San Severino

Fondazione Teatro MSS - Onorato e De Divitiis

Fondazione Teatro MSS – Onorato e De Divitiis

Buona la prima. Grande affluenza di pubblico, giovedì sera, al Teatro Comunale di Mercato S. Severino per il concerto, “Crossover”, messo in scena del duo Onorato – De Divitiis, organizzato dalla fondazione teatro di M.S.S.

Al di là delle condizioni atmosferiche particolarmente instabili e dei copiosi eventi televisivi, un elevato numero di spettatori, attratto dall’insondabile ed etereo retaggio artistico della Fondazione Teatro e dal lignaggio dei due protagonisti, ha scelto di trascorrere una piacevole serata all’insegna del divertimento e della buona musica.

Il tripudio di emozioni sviscerate dal talento del Maestro Antonio Onorato e di Massimo De Divitiis ha letteralmente infiammato la platea, conducendola in un caleidoscopico mondo parallelo. Una dimensione onirica corredata da sublimi afflati acustici, fusioni chitarristiche e virtuosismi sonori.

Partita la stagione teatrale della fondazione teatro di M.S.S.

Giunti nel cuore della Valle dell’Irno, sul palco del Teatro Comunale di Mercato S. Severino, fiore all’occhiello della cultura salernitana, i due protagonisti, indiscussi paladini del panorama musicale italiano, hanno dato vita ad un suggestivo crossover simboleggiato da ardenti rivisitazioni dei Beatles e di James Taylor (leggenda della musica d’autore statunitense), e da suadenti brani ed arrangiamenti inediti. Il concerto, svoltosi sotto l’egida del Dott. Giovanni Basile, Presidente della Fondazione Teatro, e di Gaetano Basile, Direttore Artistico della rassegna, ha avuto il pregio d’echeggiare, attraverso un maestoso e forbito “incrocio” di stili, la quintessenza del vero crossover, un’osmosi strumentale, avulsa da fronzoli e orpelli, destinata ad instaurare un legame spirituale con ogni singolo spettatore.

Pochi minuti dopo la fine dello splendido concerto di apertura della rassegna musicale 2014/2015 della fondazione teatro di M.S.S., abbiamo avuto l’occasione d’intervistare Antonio Onorato e Massimo De Divitiis, i due talentuosi protagonisti.

De Divitiis, Lei è senza ombra di dubbio una delle migliori “voci soul” del panorama musicale italiano. Artista completo, è noto al grande pubblico per aver calcato, con la sua band, i Neri per Caso, i più importanti palcoscenici europei. Questa sera ha dato vita, insieme al Maestro Onorato, ad un interessantissimo connubio musicale, ad un brioso e piacevole incrocio di stili, impreziosito da tre suoi brani inediti: Nun pò fernì, Mercante di Gerundi e Strana Vita. Potrebbe renderci edotti in merito alle origini del progetto “Crossover”, all’essenza del suo primo album da solista e, nel contempo, ai progetti futuri con i Neri per Caso?

“Tutto nasce dai Beatles. I quattro artisti di Liverpool hanno decretato la nascita della musica moderna, contagiando, in maniera a dir poco emblematica, l’intero panorama internazionale. Il progetto Crossover, dunque, nasce dalla loro verve embrionale. Antonio Onorato è un artista completo, un grandissimo chitarrista di jazz, un compositore eclettico dotato di una creatività davvero unica. Io, invece, nasco come interprete dei Neri per Caso. Ma, in realtà, ho sempre scritto, parallelamente alle attività della band, delle canzoni. All’inizio della mia carriera, sul finire degli anni ottanta, coltivavo interessi correlati alla fusion ed al jazz-rock. La musica di oggi subisce una grande omologazione. Credo pertanto che per un musicista sia importante creare commistioni fra generi diversi e dar vita a qualcosa che possa avere un senso, proprio come facciamo io e Antonio: due linguaggi diversi che si intrecciano per creare un qualcosa di nuovo.

A breve uscirà il mio primo album da solista, al quale ha partecipato, come Guest Star, Antonio Onorato. E’ un disco molto variegato, corredato da brani acustici, jazz e country. In realtà ho cercato di dar vita ad un connubio tra le mie influenze musicali e le mie radici. Non mi sono lasciato condizionare da nulla. In questi anni ho scritto molte canzoni. Così ho scelto una rosa di pezzi e sono entrato in studio con i musicisti. Ho cercato di realizzare un lavoro che rispecchiasse totalmente le mie sensazioni. Non ho pensato né al mercato, né alle tendenze del momento. Nell’album, infatti, ci sono anche dei brani in lingua napoletana.
La mia avventura con i Neri per Caso, comunque sia, continuerà. Abbiamo in cantiere diversi progetti, anche se non siamo ancora entrati in studio. Per il momento, quindi, dopo venti anni di onorata carriera insieme alla band, ho pensato di dare spazio a nuove idee”.

Maestro Onorato, non ci sono parole per descrivere l’incantesimo sonoro sobillato dalle sue indomite corde. Quello di stasera è stato uno spettacolo sensazionale, scacciapensieri, apotropaico. In fin dei conti, Lei è uno dei migliori chitarristi internazionali, e un compositore dotato di grande talento. Non a caso è uno dei pochi jazzisti italiani ad aver calcato il mitologico palcoscenico del Blue Note di New York. Ha una carriera artistica ventennale. Nel 2014 ha pubblicato il suo ventitreesimo album, Rainbow Warriors, un disco d’impronta etnomusicologica. Maestro Onorato potrebbe parlarci del progetto Crossover ed illustrarci, al contempo, l’essenza filosofica di Rainbow Warriors?

“Il Crossover rappresenta la mia visione della vita, dell’arte e della musica. Non credo che la musica possa essere suddivisa in generi diversi. Io sono uno spirito libero. E’ musica tanto una sinfonia, quanto un ritmo tribale africano o una canzone. Logicamente esistono delle inopinabili differenze gnoseologiche. Ma, da un punto di vista prettamente ontologico, la musica è musica. Bisogna essere aperti alla world music. L’etnomusicologia è lo studio delle radici folcloristiche della musica. Adoro dar vita ad una sorta di crossover tra i vari generi musicali e culturali, anche se cerco sempre di conservare le mie radici. Si può suonare un pezzo dei Beatles o di James Taylor, ma quel che conta è farlo con il proprio spirito. Cerco, quindi, di essere sempre me stesso, di rispettare il mio retaggio culturale. E credo che, per un artista, questo sia fondamentale.

Di norma cerco di veicolare, attraverso i miei album, messaggi spirituali. Rainbow Warriors, Guerrieri dell’arcobaleno, fotografa un particolare periodo della mia vita. In realtà, sin da bambino ho amato la cultura dei nativi americani, una popolazione dotata di grandissima nobiltà d’animo che, purtroppo, come tutti sanno, nel corso degli anni è stata decimata, ghettizzata e confinata in apposite riserve. Tutto è nato leggendo la profezia degli Hopi, secondo cui molti spiriti dei nativi americani si reincarneranno negli abitanti di tutte le popolazioni del globo, cioè di tutti i colori dell’arcobaleno, per portare una ventata di spiritualità e combattere il regresso perpetrato dal consumismo. Con questo album, invito un po’ tutti a diventare guerrieri dell’arcobaleno ed a rispettare il nostro Pianeta”.

Di seguito la programmazione relativa alla Rassegna musicale 2014-2015 della Fondazione Teatro di Mercato San Severino “Sulle note Blues, Crossover & Jazz” diretta da Gaetano Basile:

  • Rassegna musicale 2014-2015 Fondazione Teatro M.S.S.: 27 novembre, Lino Muoio & The Old Time Pickers in Progetto Mandolin Blues.
  • Rassegna musicale 2014-2015 Fondazione Teatro M.S.S.: 11 dicembre, Deidda Brothers and friends.
  • Rassegna musicale 2014-2015 Fondazione Teatro M.S.S.: 19 febbraio, Insolito Trio.
  • Rassegna musicale 2014-2015 Fondazione Teatro M.S.S.: 13 marzo, Miss T & The Mad Tubes.
  • Rassegna musicale 2014-2015 Fondazione Teatro M.S.S.: 19 marzo, Louis Armstrong Band & Banda Dixieland.

Antonio Migliorino


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy