• Google+
  • Commenta
26 novembre 2014

Giuseppe Pignatone alla Luiss su Mafie bianche e legalità

Giuseppe Pignatone

Libera Univ. Inter.le Studi Sociali “Guido Carli” Luiss Roma – Roma laboratorio di “mafie bianche” ma anche di attività di contrasto al crimine organizzato. Tutta la regione è nella black list nazionale del riciclaggio. Il procuratore Giuseppe Pignatone: “I messaggi di legalità sono semplici: perché allora si fa così fatica a recepirli?” 

Giuseppe Pignatone

Giuseppe Pignatone

Presentato oggi alla LUISS il 3° Rapporto dell’Osservatorio sulla legalità dell’economia, in collaborazione con la Regione Lazio, dal titolo “Mafie bianche: la morsa del riciclaggio sul tessuto economico di Roma”. Intervento del Procuratore Giuseppe Pignatone.

Intervenuti il Procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone e il Prorettore LUISS, Paola Severino.

Il focus dell’Osservatorio,  animato da un gruppo di studenti dell’Ateneo, quest’anno si è voluto concentrare  sulle molteplici attività criminali che corrodono il tessuto economico di Roma. Ma dai primi mesi del 2012, con l’insediamento alla Procura di Roma di Giuseppe Pignatone, si è anche intensificata in modo decisivo l’attività di repressione e svelamento dei contesti criminali che attanagliano la Capitale.

L’intervento di Giuseppe Pignatone alla Luiss

“I messaggi di legalità sono semplici: perché allora si fa così fatica a recepirli?  La scusa della paura non funziona più. Ci sono in molti casi calcoli di convenienza: questi fanno dire di sì alle mafie”, afferma il Procuratore Giuseppe Pignatone. Dagli atti della Procura analizzati nel dossier emerge, accanto ad aspetti più tradizionali delle cosche mafiose, la dimensione criminale peculiare della Capitale, lontana da vecchi cliché e incentrata invece sulla “cricca mafiosa” o, meglio, sul “comitato d’affari”. In esso cooperano, insieme al mafioso in senso stretto, il politico, l’imprenditore e il professionista.

A tal proposito il Procuratore Giuseppe Pignatone osserva che “La cifra di Roma è la complessità. Il lavoro dell’Osservatorio LUISS è apprezzabile perché incarna ‘l’approccio laico’ basato, cioè sulla lettura degli atti e sui dati fattuali”.

Riguardo all’isolamento che dovrebbe essere riservato alle imprese colluse con il crimine, la professoressa Paola Severino, Prorettore Vicario della LUISS. osserva “che le associazioni di imprenditori e commercianti devono fare la loro parte”.  Per creare uan coscienza responsabile l’educazione e la formazione  gioca un ruolo fondamentale. “La scuola – aggiunge – deve insegnare la legalità ai ragazzi fin dai primi anni”.

I dati disponibili sul persistente fenomeno del credit crunch nel Lazio e sulle presunte attività di riciclaggio (due aspetti che combaciano), sono in tal senso significativi.*  Ma ancora di più lo sono le evidenze giudiziarie e processuali che questo terzo rapporto dell’Osservatorio LUISS sulla legalità dell’economia, animato dagli studenti, circoscrive e analizza.

Da un lato le segnalazioni pervenute indicano un persistente allarme in tema di riciclaggio, dall’altro lato la stretta creditizia che prosciuga l’economia sana si intensifica. I finanziamenti a famiglie e imprese nel 2013 sono calati del -5,9% rispetto all’anno precedente. Il calo è marcato soprattutto per le imprese: -8,7%(dal -3% del 2012).

Significativi appaiono anche i dati sulle attività di gioco fenomeno che, nel Lazio, come in tutta Italia registra una forte crescita: nel Lazio operano 142 imprese che gestiscono apparecchi per vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone: +34% rispetto all’anno precedente.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy