• Google+
  • Commenta
18 novembre 2014

Isufi Università del Salento: Link Lecce afferma una partecipazione attiva

Unisalento


Università del Salento – Link Lecce: partecipazione degli studenti Isufi nel processo di cambiamento della scuola, partecipazione attiva degli studenti nella modifica dell’offerta formativa e piu’ trasparenza con la campagna “riparte il futuro” di libera

Isufi Unisalento

Isufi Unisalento

Nella seduta del Senato Accademico di oggi è stata aperta la call per l’elezione del direttore ISUFI.

Durante la discussione, a seguito della protesta mossa dagli studenti dell’Isufi dovuta ai numerosi disagi causati dalla mancanza di un Direttore della scuola da oltre cinque mesi.

Si è data  la possibilità di partecipare alla discussione del punto.

Le dichiarazioni di Link Lecce sulla situazione Isufi Unisalento

“Si è data così la possibilità di parlare di reali problemi: l’attività didattica ancora non è partita, ci sono ritardi con il bando d’accesso A.A.2014/15, ritardi nell’approvazione del bando di reclutamento, tutto ciò non fà altro che danneggiare l’immagine e l’efficienza della Scuola Isufi.” – Dice Link Lecce circa la situazione Isufi – 

“Questi ritardi prima o poi dovranno essere recuperati, questo vorrà dire un sovraccarico di lavoro per gli studenti. – Continua – Ci auspichiamo che a Dicembre si possa finalmente eleggere un Direttore per poter far partire i corsi, che ad oggi sono in ritardo e colmare tutte le mancanze che in questi mesi ha accumulato L’Isufi. Noi rappresentanti degli studenti chiederemo sin da subito che gli attuali studenti della scuola Isufi siano i principali interlocutori di questo processo di cambiamento. Sono loro, infatti, che vivo le condizioni della scuola e solo loro possono evidenziare le attuali carenze che oggi ha la scuola per poter andare ad intervenire.”

“Nella seduta del Senato di oggi si è anche discussa l’implementazione dell’offerta formativa attivando master di I e II livello sui settori agroalimentare e connessi. Noi rappresentanti di Link Coordinamento Universitario crediamo sia fondamentale un’ interazione più intensa tra territorio e Università e riteniamo che, così come si sta procedendo per Agraria, si avvì una discussione sull’offerta formativa generale dell’Ateneo che risponda alle esigenze e ai bisogni del nostro territorio. Abbiamo invitato il Senato e la comunità accademica, quindi, a indire una Conferenza d’Ateneo per poter discutere orizzontalmente sul tema e coinvolgere l’intera comunità e gli studenti a questa riforma.”

“Inoltre, in merito alla programmazione e alle linee di indirizzo si è costituito un gruppo di lavoro con la funzione istruttoria rispetto alla modifica dell’offerta formativa e si occuperà di definire le politiche di sviluppo dell’Ateneo. La discussione, relativa al punto di programmazione del reclutamento del personale docente, ricercatore, dirigente e tecnico­amministrativo per gli anni 13­15, ha fatto emergere quanto sia necessario riformulare l’offerta formativa, funzionale all’attrattività dell’Ateneo ma anche ai finanziamenti e all’accreditamento dell’Ateneo.”

LINK Lecce ha inoltre presentato la mozione di proposta di adesione dell’Università del Salento alla Campagna Riparte il Futuro, la quale è stata approvata all’unanimità. In particolare fenomeni di illegalità. In particolare, la proposta consiste nel deliberare una strategia per il whistleblowing

  • 1. Tutelare chi segnala illeciti a cui ha assistito:
    • tutela della riservatezza e dell’anonimato. L’identità di chi denuncia può essere resa nota solo col suo esplicito consenso;
    • onere della prova per gli enti universitari. Nel caso in cui un dipendente dell’ateneo ritenesse ingiusto il cambio di ruolo, di ufficio o di incarico subito dopo la denuncia di un illecito, spetterà a chi ha preso tale decisione dimostrare la propria buona fede, allontanando il sospetto che possa esserci un legame con la denuncia. Lo stesso varrà anche per lo studente “whistleblower”, qualora incontrasse pressioni e difficoltà nel portare avanti il suo percorso di studi;
    • tutela estesa, affinché venga protetto anche chi segnala episodi di illegalità al di fuori del settore in cui opera professionalmente;
    • adeguata campagna di informazione sull’importanza del whistleblowing per incoraggiare le
  • 2. Protezione per tutti e a tutti i livelli:
    • per i lavoratori amministrativi degli atenei, affinché chi denuncia episodi di corruzione e irregolarità non debba temere mobbing, demansionamenti, licenziamenti;
    • per gli studenti, affinché non vedano compromessa la loro carriera universitaria per aver segnalato la mancanza di trasparenza nell’organizzazione delle lezioni, dei concorsi, degli esami, delle borse di studio, o per aver messo in luce comportamenti non conformi da parte di docenti e ricercatori, personale amministrativo, altri studenti;
    • per i docenti che segnalano episodi illegali con protagonisti altri colleghi, amministrativi, funzionari o studenti. La loro integrità deve diventare un incentivo e non un limite nell’accesso agli incarichi che contano all’interno dell’ateneo;
    • per i ricercatori di ruolo e quelli precari, che sono i meno tutelati perché possono trovarsi sottoposti a pressioni proprio per le loro condizioni lavorative e minacciati nel loro progresso di carriera e nella stabilizzazione professionale.
  • 3. Canali di segnalazione certi e semplificati:
    • predisporre un ufficio, una pagina web, una linea telefonica resi disponibili dall’ateneo a cui faccia capo personale di riconosciuta indipendenza e integrità;
    • creare un contatto diretto con l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), per legge anche Authorty per il whistleblowing, inviando ogni segnalazione a whistleblowing@anticorruzione.it, affinché registri ogni segnalazione dei whistleblowers e possa poi chiederne conto agli atenei.

© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy