• Google+
  • Commenta
17 novembre 2014

Quando la politica si fa satira manifesti in mostra a Unimc

Università degli Studi di Macerata – Mercoledì alla biblioteca didattica, l’Ateneo inaugura “La politica manifesta”: selezione dei manifesti più significativi raccolti dal Centro dei partiti politici 

La politica manifesta

L’Università di Macerata – Centro di ateneo per il servizi bibliotecari – ha organizzato la mostra “La politica manifesta“, esposizione documentaria dei manifesti del Centro dei partiti politici delle Marche di Unimc, nell’ambito delle iniziative del Grand tour cultura 2014 “Musei, archivi, biblioteche: crocevia di culture” proposto dal Mab Marche e dall’assessorato alla Cultura della Regione Marche, con il patrocinio del Comune di Macerata.

L’inaugurazione si svolgerà dopo-domani, mercoledì 19 novembre, alle ore 17 nella biblioteca didattica dell’Ateneo, sala Sbriccoli, in piazza Oberdan. Interverranno – dopo i saluti dell’assessore alla cultura del Comune di Macerata Stefania Monteverde e del delegato del rettore per il sistema bibliotecario Stefano Perri – Angelo Ventrone, direttore del Centro dei partiti; Fabio Santilli, presidente del Centro Studi Galantara per la satira sociale e di costume; Patrizia Raponi, responsabile del Centro d’Ateneo per il servizi bibliotecari; Simona Granelli, della Fondazione Gramsci Emilia Romagna. Fino al 26 novembre sarà possibile visitare l’esposizione allestita negli spazi della Biblioteca Didattica d’ateneo, durante l’orario di apertura: dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 20, il sabato dalle 9 alle 18.30.

Il manifesto satirico – spiega Santillirappresenta un nuovo linguaggio, nato già all’indomani della caduta del fascismo, in cui le consuete formule satiriche, basate su un’iconografia che aveva sempre utilizzato le metafore, le allegorie, e, in genere, un simbolismo ricco di figure retoriche, cedono il passo ad una comunicazione più veloce, una comunicazione che intende rivolgersi direttamente alle masse, quindi utilizzando un linguaggio maggiormente parodistico, in cui prevale – contrariamente alle formule tradizionali precedenti al regime – l’utilizzo della comicità, della risata“.

Il “Centro di documentazione sui partiti politici nelle Marche in età contemporanea” nasce all’interno dell’Università di Macerata per promuovere la raccolta del materiale archivistico e documentario prodotto dai partiti e dai movimenti politici a livello nazionale, regionale e locale. Il Centro ha riordinato e catalogato il materiale proveniente da sette archivi di comitati provinciali e comunali dei partiti politici, oltre a diversi fondi, raccolte e biblioteche. Esso possiede, inoltre, una ricca collezione di manifesti e volantini prodotti dai movimenti e dai partiti politici degli anni Sessanta e Settanta, oltre ad un’emeroteca specializzata con circa 300 periodici – dall’estrema destra alla sinistra extraparlamentare, dall’area cattolica a quella laica, dai partiti di centro a quelli della sinistra storica – indispensabili per un corretto studio dei fenomeni della violenza politica e del terrorismo. Sia la Biblioteca che l’Emeroteca, aperte alla consultazione pubblica, sono inserite nel sistema Sbn nazionale attraverso l’Università di Macerata.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy