• Google+
  • Commenta
24 novembre 2014

Ricorso Specializzazioni Medicina 2014: la Codacons sul ricorso al Tar

Flash Mob Adi

Ricorso Specializzazioni Mediche 2014: ecco come fare ricorso Codacons al Tar: esclusiva intervista al Presidente Nazionale Codacons Carlo Rienzi

Ricorso Specializzazioni Medicina

Ricorso Specializzazioni Medicina

Un grosso danno, ecco come definire quanto accaduto in occasione dei test di ingresso alle Scuole di Specializzazione di Medicina. 

Le prove di accesso, tenutesi il 28 e 29 Ottobre, hanno creato moltissime polemiche vista l’inversione delle domande dell’area medica con quella dei servizi clinici e la decisione del MIUR di non annullare il test ma di invalidare soltanto 2 quesiti su 30, scelta che ha influenzato le graduatorie finali.

I candidati non  hanno taciuto e hanno deciso di sostenere le proposte di ricorso promosse, fra cui quella del Codacons. Vediamo insieme in cosa consiste il ricorso al Tar Lazio proposto dalla Codacons.

Come funziona il ricorso specializzazioni mediche Codacons al Tar

A seguire il ricorso al Tar del Lazio promosso dagli avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, il Codacons, cioè il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, ha fatto sapere che presenterà ricorso al Tar del Lazio contro il Ministero dell’Istruzione per ottenere l’annullamento dei provvedimenti di non ammissione alle scuole di specializzazione di medicina e l’ammissione con riserva dei candidati non risultati utilmente collocati in graduatoria.

Termini e modalità adesione ricorso Codacons

Secondo quanto spiega in merito al ricorso l’avvocato Codacons Giorgia Villani, responsabile dell’azione sui test di ingresso alle scuole di specializzazione di medicina, sul sito web al ricorso potranno aderire “tutti i candidati che hanno svolto il test nell’area Medica e nell’area dei Servizi Clinici e che non sono risultati utilmente collocati in graduatoria”. Per aderire al ricorso c’è tempo fino al 30 novembre.

Come presentare il ricorso

Come presentare il ricorso

Possono aderire al ricorso specializzazioni mediche i candidati che hanno svolto i test per area medica e area servizi clinici e che non sono risultati utilmente collocati in graduatoria.

E’ necessario compilare il form di presentazione della domanda.

Per aderire basta andare sul sito Codacons, cliccare sull’area dedicata al ricorso, compilare il form e, una volta compilato, si riceverà tutta la documentazione utile per l’adesione ricorso Codacons

Per avere maggiori chiarimenti abbiamo intervistato il Presidente Nazionale Codacons Carlo Rienzi.

Molti studenti di Medicina sono da tempo ormai vittime di un “disguido” che piuttosto va definito un vero disastro del Miur. Quali obbiettivi si prefigge il vostro ricorso specializzazioni mediche?

Carlo Rienzi

Carlo Rienzi

Cineca, incaricato dal Miur per l’organizzazione dell’intera sessione di prove, ha commesso un errore grossolano che magari sul piano sostanziale potrebbe anche non aver falsato di molto gli esiti dei test incriminati (per Area Medica e Servizi Clinici), però, di certo, ha fatto fare una brutta figura – anche all’estero – alla nostra P.A, ha frustrato l’interesse dei medici candidati e costringerà il ministero a rispondere di quanto accaduto davanti al Tar. Il ricorso che stiamo presentando chiederà, in via d’urgenza, l’ammissione con riserva alla Scuola di specializzazione preferita (come prima scelta) dei nostri Iscritti e, nel merito,pretenderà che il Miur trovi tutti gli accorgimenti per il loro inserimento definitivo.

Conoscendo la burocrazia italiana, molti studenti temono i tempi del ricorso siano molto lunghi e che, di conseguenza, sarà difficile poter iniziare prima. Può darci delle indicazioni sulla tempistica? Quando gli studenti potranno avere risposte concrete? 

La domanda cautelare serve proprio a questo: far adottare al giudice amministrativo un provvedimento d’urgenza dopo poche settimane rispetto all’instaurazione del giudizio. Per la decisione finale ci vorranno mesi, ma intanto chi fa causa entrerà al corso prescelto.

Ed ora una sua opinione. Il Miur ha fatto un grossissimo errore, non degno certo di un Ministero. Crede sia ammissibile un errore del genere? Qual è il suo parere sull’intera faccenda? 

E’ un pastrocchio, non c’è che dire. A prescindere da ciò che penso credo che sia di rilievo riflettere su alcuni aspetti: quanto ci costa affidare ad un ente come Cineca la gestione di concorsi pubblici? E quanto ci costerà tenere indenni tutte le persone danneggiate che stanno facendo causa alla P.A? Il governo dov’era? Cosa deciderà di fare? Forse dovremmo interessare la Corte dei Conti. 


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy