• Google+
  • Commenta
10 novembre 2014

Sciopero 14 Novembre 2014: sciopero generale treni e mezzi pubblici

Sciopero 14 Novembre 2014 dei mezzi pubblici e trasporti in tutte le regioni e province: ecco le news e info sulle modalità, orari e fasce garantite

Ecco le fasce orarie garantite e gli orari dello sciopero città per città. Chi ha aderito allo sciopero e perché: i motivi dello sciopero

L’Italia si bloccherà per un’intera giornata: previsti disagi e malcontenti per un venerdì nero, all’insegna del disordine e della protesta. I lavoratori, assieme ai sindacati, incroceranno le braccia e da Bolzano a Siena, da Campobasso a Siracusa, la protesta avanza e si fa sentire nelle principali città con manifestazioni e cortei che ricordano i motivi dello sciopero.

Ecco nel dettaglio cosa accadrà a causa dello sciopero 14 Novembre 2014 nelle principali città italiane per treni, aerei, pullman, bus e metropolitane.

A Milano lo sciopero Atm genererà numerosi disagi. Lo sciopero Atm a Milano si protrarrà per tutta la giornata e anche la metropolitana non garantirà il suo funzionamento. Trenord fa sapere che i treni regionali e suburbani potrebbero subire variazioni e/o cancellazioni: garantite le fasce orarie dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 18.00 alle 21.00.

A Torino, invece, il servizio dei trasporti pubblici sarà garantito almeno in mattinata: i servizi della GTT aderiranno allo sciopero soprattutto nelle fasce pomeridiane, interrompendo le corse dei servizi urbani e suburbani dalle 18,00 alle 22,00; la metropolitana non garantirà le corse dalle 18,00 alle 22,00 così come le autolinee extraurbane che dalle 18,00 alle 22,00 aderiranno alla protesta.

Anche nel Veneto ci saranno disagi per treni, aerei, vaporetti e bus. In occasione dello sciopero generale dei trasporti è stato organizzato un grande corteo a piedi che partirà proprio dal Municipio di Mestre alle 9,00, mentre nel pomeriggio alle ore 16,00 una biciclettata per la città inviterà tutti i cittadini a partecipare alla protesta.

Anche a Bologna e Genova lo sciopero generale del 14 novembre 2014 non consentirà il normale servizio dei trasporti ed a Firenze Atef si fermerà dalle 15,15 fino alla fine del servizio.

Nelle Marche Adriabus, compagnia di trasporti delle province di Pesaro e Urbino, fa sapere che lo sciopero 14 Novembre 2014 interesserà il personale viaggiante dalle ore10,00 alle ore 14,00 ed il personale negli uffici per le ultime 4 ore della giornata lavorativa. Servizi quasi certamente assicurati per il personale addetto ai disabili e agli scuolabus, anche se al momento non è data nessuna comunicazione certa.

Lo sciopero 14 Novembre in Umbria interesserà la navigazione Lago Trasimeno, il Minimetrò di Perugia e la mobilità alternativa di Spoleto. Anche i treni Umbria Mobilità Esercizio seguiranno in generale le modalità di sciopero dettate da Trenitalia.

A Roma lo sciopero mezzi pubblici interesserà le linee ATAC, Tpl, Cotral. L’agenzia per la mobilità Roma comunica i servizi garantiti per bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie per le tratte Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo saranno garantiti fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20. Anche i bus della Cotral non garantiscono servizi di trasporto causa sciopero generale.

Pertanto la linea bus, tram, metropolitane funzioneranno soltanto nelle seguenti fasce orarie garantite: 6-8.30 e dalle 17 alle 20. Anche a Napoli previsti disagi ma assicurate le medesime fasce orarie garantite per consentire quanto più possibile il trasporto necessario a studenti e lavoratori.

In Basilicata lo sciopero 14 Novembre 2014 sarà accolto con particolare attenzione in quanto sarà anche l’occasione per alcune manifestazioni che si terranno nelle città di Potenza e Matera per portare in evideza alcune problematiche lucane. La Regione intanto comunica che saranno garantite tutte le prestazioni indispensabili per l’erogazione dei servizi di pubblica utilità in quanto lo sciopero interesserà diverse categorie di lavoratori.

Analoghi disagi anche per Bari, Catanzaro, Palermo e Cagliari. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i motivi che hanno indotto allo sciopero.

Motivazioni sciopero 14 Novembre 2014

Diverse sono le cause dello sciopero nazionale, tra i motivi che hanno indotto i lavoratori a bloccare l’Italia per un giorno c’è la protesta contro il Jobs Act e l’abolizione dell’articolo 18, contro il Fiscal Compact e le politiche di austerità dell’Unione Europea.

I motivi dello sciopero 14 novembre 2014 sono da ricercarsi nella richiesta di pensioni adeguate per tutti, un reddito minimo garantito, investimenti nei servizi pubblici fondamentali e nei Beni comuni, nel diritto alla casa. Si sciopera, secondo i sindacati, contro le politiche che hanno causato l’aumento della disoccupazione e della precarietà, rendendo sempre più netta la separazione tra “ricchi” e “poveri”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy