• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2014

BioRobotica Sant’Anna di Pisa: origini a 25 anni dal primo laboratorio

Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento S.Anna di Pisa – Le origini dell’Istituto di BioRobotica del Sant’Anna a 25 anni dalla nascita dalla nascita del suo primo laboratorio: al Direttore Paolo Dario saranno consegnate le “chiavi di Pontedera”

BioRobotica Pisa

BioRobotica Pisa

Il 4 e il 5 dicembre tavole rotonde, mostre, presentazioni di volumi nella “città della Vespa” con Comune, Fondazione Piaggio, Tagete Edizioni;

Prossima la realizzazione dell’atelier che, grazie ai suoi 2mila metri quadrati, unirà scienza e tecnologia a divulgazione, con un occhio di riguardo allo sviluppo delle imprese innovative

A 25 anni dalla fondazione del suo primo laboratorio di ricerca, l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, nato nel 2011, celebra l’anniversario il 4 e il 5 dicembre a Pontedera (città della Vespa che ne ospita la sede principale, all’interno del Polo Sant’Anna Valdera), proponendo eventi scientifici e divulgativi, come mostre, volumi che ripercorrono le tappe più rilevanti del suo sviluppo, tavole rotonde e, soprattutto, presentando uno dei pù rilevanti e prossimi progetti di sviluppo, l’atelier della robotica, che con i suoi 2mila metri quadrati consolida la vocazione di Pontedera come città dell’innovazione e della robotica. Il cartellone del 4 e del 5 dicembre è promosso con la Fondazione Piaggio, con il Comune di Pontedera, con la Tagete Edizioni e uno dei momenti principali dell’anniversario è la consegna a Paolo Dario, Direttore dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, delle “chiavi della città” di Pontedera, da parte del sindaco Simone Millozzi, in programma venerdì 6 dicembre alle ore 19.00.

La storia dell’Istituto di BioRobotica del Sant’Anna di Pisa

Rispetto al 1989, quando il primo laboratorio dell’attuale Istituto di BioRobotica era ospitato a Pisa, all’interno della sede storica della Scuola Superiore Sant’Anna, sembra che siano trascorsi più di 25 anni. Il merito è del prodigioso sviluppo – destinato a non fermarsi nei prossimi 25 – a cui la robotica è andata incontro, grazie anche al rilevantissimo contributo di Paolo Dario e del suo gruppo. Nel corso degli anni, si sono definite con maggior precisione le aree di ricerca, nel frattempo è aumentato anche lo spazio occupato dai laboratori. Infatti, all’inizio degli anni duemila, è stato inaugurato il Polo Sant’Anna Valdera a Pontedera, recuperando aree produttive dismesse dalla Piaggio: dove prima nasceva la Vespa, uno dei simboli della migliore creatività che onora il made in Italy nel mondo, adesso si sviluppano i progetti di innovazione e di robotica illustrati sulle più rilevanti riviste scientifiche internazionali per i quali si è alzata sempre più l’asticella della loro sfida scientifica. Docenti, ricercatori, assegnisti, attività didattiche, sono cresciute sempre più, in termini quantitativi ma soprattutto qualitativi, e nel 2011 – grazie alla riorganizzazione complessiva delle attività di ricerca della Scuola Superiore Sant’Anna – è nato l’Istituto di BioRobotica che ha riunito l’attività di diversi laboratori, trovando sede al Polo Sant’Anna Valdera di Pontedera e in altre strutture come lo “scoglio della regina”, a Livorno, diventato l’avamposto per lo sviluppo della rivoluzionaria “soft robotics” e della “robotica marina”.

25 anni di ricerca trovano adesso sintesi nella due giorni che interesserà Pontedera e che guarderà soprattutto al futuro, grazie ai nuovi progetti di sviluppo, uno dei quali porta alla realizzazione dell’atelier della robotica. Come il Polo Sant’Anna Valdera, anche l’atelier della robotica trova sede in una delle aree che Piaggio ha lasciato libere, diventando un’infrastruttura con ben pochi eguali, destinata ad esplorare la robotica in tutte le sue potenzialità. L’atelier si candida a diventare punto di riferimento per imprese ad alta tecnologia, ma allo stesso tempo vuol fare della divulgazione – nel senso più alto del termine – una delle sue parole chiave. Secondo il progetto che troverà presto attuazione, all’atelier è possibile coniugare gioco e possibilità di imparare; la scienza e la tecnologia si aprono a chiunque voglia conoscerle in maniera semplice e intuitiva. La robotica, la scienza e la tecnologie sono quindi “confezionate” su misura per i diversi profili di utente, proprio come accade in un atelier di alta moda. Nel progetto, che sarà illustrato nei dettagli durante gli eventi per i 25 anni della nascita del primo laboratorio dell’attuale Istituto di BioRobotica, sale espositive e interattive si alternano a quelle dedicate all’alta tecnologia, in cui le aziende potranno trovare fonti di ispirazione, mostrarsi nelle loro potenzialità o persino realizzare prototipi tridipensionali di prodotti innovativi.

Di seguito è riportato il programma dettagliato dei due giorni (4 e 5 dicembre) di eventi che interesseranno Pontedera in occasione dei 25 anni della fondazione del primo laboratorio di ricerca dell’odierno Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna.

Giovedì 4 dicembre – Auditiorium Museo Piaggio

  • 17:00 – Saluti: Riccardo Costagliola, Presidente Fondazione Piaggio;  Simone Millozzi, Sindaco di Pontedera;  Pierdomenico Perata, Rettore della Scuola Superiore Sant’Anna;  Maria Chiara Carrozza, Deputato al Parlamento; Angela Pirri, Vice Sindaco di Pontedera delegato all’Innovazione e al Trasferimento Tecnologico
  • 17:45 – Interventi: Andrea Maria Benedetto, Executive Vice President Gruppo Piaggio, Responsabile Area Progettazione, Ricerche e Innovazione; Roberta Barsanti, Direttore del Museo Leonardiano di Vinci;  Arturo Baroncelli, Responsabile Management Comau Robotics.
  • 18:45 – Intervento conclusivo:  Paolo Dario, Direttore Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna.
  • 19:15 – Assegnazione del premio di 1.000 euro al miglior progetto di realizzazione di un’opera d’arredo urbano a Pontedera sui temi della Vespa e dei robot.
  • 21:15 – Spettacolo teatrale per il progetto Teatro&Scienza, “Marie Curie”, produzione Tdr e Consorzio Ego-Virgo; coordinamento artistico di Paolo Giommarelli, con Cristina Gardumi.

Venerdì 5 dicembre – Biblioteca Giovanni Gronchi – Pontedera

  • 17:00 – Taglio del nastro della “Sala Asimov” e presentazione del progetto “Atelier della Robotica”. Intervengono Roberto Cerri, Direttore della Biblioteca Giovanni Gronchi; Simone Millozzi, Sindaco di Pontedera;  Paolo Dario, Direttore dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna; Liviana Canovai, Assessore alla Cultura Comune di Pontedera.

Auditorium Biblioteca Giovanni Gronchi, Pontedera

  • 17:30 – Presentazione del volume “Pontedera città dei motori e dell’innovazione”, Tagete Edizioni.

A seguire tavola rotonda: “Uno sguardo sull’Istituto di BioRobotica”, interviene Paolo Dario con gli “ex  allievi”  On. Maria Chiara Carrozza, Professore di Bioingegneria industriale alla Scuola Superiore Sant’Anna; Eugenio Guglielmelli, Pro-Rettore alla Ricerca al Campus Biomedico di Roma; Renzo Valleggi, Presidente Scienzia Machinale, prima azienda spin off dell’odierno Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna. Moderano: Michele Quirici e Valentina Filidei di Tagete Edizioni.

Comune di Pontedera

  • 19:00 – Consegna delle chiavi della città a Paolo Dario.

© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy