• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2014

ReUniOn Unibo la prima reunion dell’Università di Bologna

Università di Bologna – Gli Alumni dell’Alma Mater Studiorum si ritroveranno per la prima volta il 19-20-21 giugno. ReUniOn: tre giorni per festeggiare la community senza confini dell’ateneo più antico del mondo

ReUniOn Unibo

ReUniOn Unibo

Si chiama ReUniOn ed è il primo raduno mondiale degli Alumni dell’Università di Bologna.

L’appuntamento voluto e pensato per tutti i laureati dell’Alma Mater Studiorum sarà a Bologna dal 19 al 21 giugno 2015.

La tre giorni ReUniOn, la prima del genere in Italia, chiama a raccolta tutti gli Alumni dell’università più antica del mondo. Sarà l’occasione per gli ex-studenti per rivivere le emozioni di quegli anni, ritrovare i compagni di corso e di casa, riscoprire i luoghi-chiave della loro vita universitaria, condividere ricordi con la propria famiglia. Sarà l’occasione per l’Alma Mater per ritrovare e riabbracciare i suoi studenti, per dire loro “grazie” per essere diventati ambasciatori dell’Università di Bologna in Italia e nel mondo.

ReUniOn: Re (ritorno) – Uni (università) – On (accensione)

Tre giorni di incontri, dibattiti, mostre e installazioni, lectio magistralis, laboratori e spettacoli dislocati nei punti strategici della città: vie, piazze, musei, ma anche giardini e aule universitarie saranno il palcoscenico ideale per un evento che vuole coinvolgere diverse generazioni di ex studenti e anche di cittadini bolognesi nel segno di una Bologna da sempre, per vocazione, città degli studenti.

L’evento porterà in città migliaia di ex studenti che oggi vivono e lavorano in Italia e nel mondo. L’Alma Mater laurea ogni anno in media 15.000 studenti provenienti oltre che dall’Emilia-Romagna, dalle regioni limitrofe – in particolare Marche e Veneto – dal Sud (particolarmente numerose le comunità di pugliesi e calabresi) e da Sicilia e Sardegna. Centinaia, ogni anno, sono anche i laureati stranieri, che hanno contribuito a fare dell’Università di Bologna la più internazionale del Paese. Una community senza confini che per la prima volta diventa protagonista di un evento.

“Non si tratta di un fenomeno di pura nostalgia ma di un ricordo vero – ha spiegato il Rettore dell’Università di Bologna Ivano Dionigi -. E ricordare non è concludere ma incominciare. Questa grande reunion sarà una grande festa, un grande ritorno, per capire com’è cambiata l’università, com’è cambiata Bologna e come sono cambiati loro: i protagonisti saranno i nostri laureati”.

Il programma di ReUniOn, che gode del patrocinio del Comune di Bologna, verrà messo a punto nei prossimi mesi anche grazie al coinvolgimento della città, delle associazioni di categoria e delle imprese invitate a farsi partner dell’iniziativa. La tre giorni, che coinvolgerà anche le sedi dei Campus della Romagna, sarà aperta dalla Cerimonia di Conferimento del titolo di Dottore di Ricerca (cicli XXVI e XXVII) in Piazza Maggiore.

ReUniOn porterà in città laureati illustri: uomini di scienza, di cultura, di spettacolo, affermati nel mondo, laureati ad honorem dall’Alma Mater; e al tempo stesso darà voce alle storie di tanti Alumni meno noti, che ogni giorno fanno qualcosa di straordinario per la propria azienda, per la città e il Paese in cui vivono.

A breve sarà attivo sul sito internet della manifestazione ReunionUnibo il format per autocandidarsi a presentare la propria esperienza di alumno all’interno dei creativity lab: un palcoscenico per chiunque abbia una storia importante o unica da raccontare, che parte dalla laurea all’Università di Bologna.

Cosa vuole essere ReUniOn

Perché questo vuole essere ReUniOn: tre giorni per continuare a crescere, per ritrovarsi e confrontarsi, per trovare nuovi stimoli e ‘imparare’ ancora, per raccontare dove si è arrivati o per immaginare e costruire nuovi traguardi. Tre giorni per celebrare l’energia che da 927 anni accende Bologna e la sua università, la città delle Torri e delle Toghe.

La tre giorni vedrà la nascita dell’Associazione degli Alumni dell’Università di Bologna. “L’Alma Mater Studiorum deve avere un’Associazione dedicata ai suoi ex studenti – ha detto il Rettore – perché gli ambasciatori dell’Ateneo sono loro, gli studenti di oggi e di allora. E’ un capitale che non va disperso ma valorizzato. Il lancio dell’Associazione non è solo un fatto simbolico, è anche un investimento culturale ed economico”.

L’Università, ideatrice e titolare del progetto, ha affidato la parte amministrativo-gestionale alla Fondazione Alma Mater e tutta la parte organizzativa a un’Associazione Temporanea di Imprese composta da Best Union, HBComm, MEC&Partners.

Per essere aggiornati sull’evento ReunionUnibo, pagina Facebook “reunionunibo”, account Twitter “reunionunibo” (#reunion2015). Sarà, inoltre, attivo da gennaio 2015 un numero verde per informazioni di dettaglio relative al programma, all’ospitalità alberghiera, agli spostamenti e ogni altra informazione dedicata ai singoli partecipanti. Le aziende e associazioni che vogliano diventare partner dell’iniziativa, possono contattare l’associazione temporanea di impresa e che cura l’evento all’indirizzo mail partner.reunion@unibo.it.

Il sito dedicato agli Alumni Quello degli ex studenti dell’Università di Bologna è un network internazionale, che si può ritrovare virtualmente, fin da subito, sul nuovo sito dedicato agli Alumni: Almae Matris Alumni alumni.unibo.it on line da oggi. Nasce dunque la web community ufficiale dell’Università di Bologna allo scopo di riunire i diversi gruppi territoriali o settoriali che in questi anni sono nati online in un unico portale. Al sito – curato e gestito dalla Fondazione Alma Mater (FAM) e sostenuto dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna – possono iscriversi tutti coloro che hanno conseguito un titolo di studio all’Università di Bologna, dalla laurea al master e al dottorato.

L’ambiente è integrato con i principali social media ed è orientato al networking, in particolare professionale. E’ un luogo in cui gli utenti possono ritrovare i propri compagni di corso, scambiare messaggi, scoprire le storie di Alumni di successo, organizzarsi in sezioni territoriali e disciplinari, sostenere anche economicamente programmi e progetti, prender parte agli eventi dell’Ateneo così come proporne dei propri e pure creare una rete di contatti funzionali alla propria professione.

Per spingere più utenti all’iscrizione sul portale, sarà lanciata una campagna di networking basata sul meccanismo di member-get-a-member (gli iscritti potranno invitare i loro contatti ad aderire al sito guadagnando così badge e accrescendo il proprio status all’interno della community) per diventare veri e propri Ambasciatori dell’Alma Mater.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy