• Google+
  • Commenta
26 gennaio 2015

Lady Letizia, spettacolo burlesque al Teatro di Mercato San Severino

Lady Letizia

Fondazione Teatro Città di Mercato S. Severino: la bellissima Lady Letizia e Raoul & Swing Orchestra inaugurano, con un meritato trionfo, il nuovo anno con uno spettacolo di Burlesque

Lady Letizia

Lady Letizia

Grandissima affluenza di pubblico, giovedì 22 gennaio, al Comunale di Mercato S. Severino, per “C’era una volta il burlesque”, delizioso spettacolo d’impronta parodistico – musicale, con Lady Letizia e Raoul & Swing Orchestra, organizzato dal compianto Presidente Giovanni Basile, ricordato, con un commovente e sincero omaggio, da Fabio Stornaiuolo, Responsabile del Teatro.

Le entusiasmanti ed ironiche performances dei due talentuosi artisti hanno conquistato il nutrito parterre sanseverinese. Seduzione, ironia, stile retrò, buona musica ed elogio dell’eros. Un vero e proprio tripudio di emozioni per uno spettacolo di lauta beltà. Un’episteme spazio temporale sublimata dal talento e dagli afflati d’impronta “Folies Berger” di Lady Letizia e Raoul veri e propri mattatori della serata.

Lo speaker radiofonico di Radio Kiss Kiss è stato, a dir poco, straordinario. Giocando con la sua incredibile voce, ha condotto lo spettatore nel variopinto emisfero dell’aristocrazia e della borghesia italiane e statunitensi, dando vita ad un sublime e rutilante connubio tra musica Swing e Burlesque. Canta, imita Louis Armstrong e regala sorrisi come un vero showman. Piacevoli i brani eseguiti: da “Mambo Italiano” ad “Abat ioure”, da “Chi sas Chi sas” a “Tu vuo fa l’americano”.

Lady Letizia, spettacolo di burlesque “C’era una volta il burlesque”

Lady Letizia Lady Letizia

Guanti lunghi di velluto, bustini e corpetti rosso vermiglio, paillettes, sguardi ammiccanti, calze autoreggenti, copri capezzoli scintillanti a forma di cuore, mascherine filigranate e soffici boa con piume di struzzo.

E’ questo, in fondo, il leitmotiv di “C’era una volta il burlesque”, il motivo ricorrente dell’esibizione corale di Lady Letizia e Raoul & Swing Orchestra: inneggiare, con garbo ed eleganza, al meraviglioso e magico universo femminile.

La regina italiana del Burlesque Lady Letizia, protagonista dello show, danza, canta ed imita la leggendaria Sofia Loren, conquistando, l’esigente sala del Comunale. L’elegante, ironica e trasgressiva esibizione della sensuale e focosa dark lady dal cuore partenopeo, ha stregato la platea sanseverinese, conducendola in un caleidoscopico viaggio – amarcord. Ipnotizzante il colpo di teatro finale: un’incantevole e lodevole danza mistico-esoterica accompagnata da canti gregoriani e brani degli “Enigma”.

Sul palco, Lady Letizia e Raoul erano accompagnati dagli storici componenti della Swing Orchestra: Marco Mussomeli (piano, fiati e vocal), Luigi Ricciardi (chitarra ritmica, vocal), Stefano Piccirillo (contrabbasso, vocal), Gino Martinelli (fiati) e Paolo Guerriero (sassofono).

Poco prima dell’inizio del piacevole spettacolo, dietro le quinte del Teatro Comunale di Mercato S. Severino, fiore all’occhiello della cultura salernitana, abbiamo intervistato Lady Letizia e Raoul.

Luigi De Luca, in arte Raoul, storico speaker di Radio Kiss Kiss, è l’eclettico e poliedrico frontman dell’inebriante band “Raoul & Swing Orchestra”, un gruppo musicale corredato da notevoli sfumature vintage, inneggianti al vegliardo splendore musicale del passato. Potrebbe parlarci della band e dei vostri progetti futuri?

Raoul & Swing orchestra

Raoul & Swing orchestra

R-“La band Raoul & Swing Orchestra nasce esattamente 12 anni fa. Il nostro è un taglio essenzialmente swing, un’atmosfera stile folies berger. La caratteristica principale del nostro gruppo è che ci muoviamo a partire da un quintetto classico (sassofono, tromba, voce, chitarra e ovviamente piano), per poi passare alla big orchestra composta da 20 elementi. Quanto ai nostri progetti: faremo tanto teatro. Saremo in giro per l’Italia, e, ci auguriamo, anche in Europa. In questo periodo, tra l’altro, siamo in studio per la preparazione di un disco cantato in lingua italiana e inglese”.

Come è nato questo connubio tra swing e burlesque? Ci descriva con tre aggettivi lo spettacolo di stasera?

R-“Sono amico di Claudia da un po’ di tempo. Se si parla di burlesque in Italia, Lady Letizia è la numero uno non solo per la sua grande bellezza, ma anche per la sua straordinaria ironia. Riesce, pertanto, a codificare la sua sensualità secondo i canoni di ironia e seduzione, tenendo fede al gusto erotico retrò tipico dell’universo femminile. Lo spettacolo di stasera sarà divertente, sensuale e colorato”.

Lady Letizia, al secolo Claudia, è un’attrice e showgirl di origini partenopee, la quale, dopo aver partecipato, con successo, ad un talent show in onda su Sky 1, è assurta, a furor di popolo, al rango di Regina italiana del Burlesque. Nel corso della sua carriera, ha recitato nel film di Giovanni Veronesi “L’ultima ruota del carro” ed al fianco di Sal Da Vinci nel musical “Carosone”. A breve, la vedremo in una fiction targata Sky. Claudia potrebbe parlarci delle origini di questo spettacolo e dell’incontro con Raoul?

L-“L’incontro con Raoul è stato casuale. Ci siamo conosciuti durante una festa, nel corso della quale lui suonava con la Swing Orchestra, ed io, invece, mi esibivo in uno spettacolo di burlesque. Ho subito pensato che il connubio fosse quantomeno adeguato. Così, abbiamo dato vita a questo spettacolo caratterizzato dalla fusione tra swing e burlesque. Uno show corredato da tante gag, perché, per chi non lo sapesse, il termine burlesque deriva da burla. E l’ironia, quindi, la farà da padrona. E’ la donna che si prende in giro, e che prende in giro gli altri, ma con una buona dose di autoironia. Dico sempre, a tutte le donne, che bisogna ironizzare con la propria fisicità e sensualità, considerando i difetti come punti di forza. Siamo stufe delle solite Belen! Nel burlesque, essere belle non è un elemento essenziale. Ciò che conta è saper recitare, saper esprimere le proprie emozioni”.

Quali consigli Lady Letizia darebbe ad un giovane che volesse intraprendere il suo stesso percorso professionale? Progetti futuri?

L-“A dire il vero non me la sento di dare dei consigli. Giovanni Veronesi, il regista con cui ho avuto l’onore di lavorare in L’ultima ruota del carro, mi ha detto: Claudia, tu sei nata per fare questo lavoro, non hai alternative, ce l’hai nel sangue. Morale della favola: diventare attori è davvero molto difficile. Potrei dire che chi sopravvive in questo ambiente riesce poi a fare l’attore. E’ molto dura. Per fortuna non ci sono più i raccomandati e le oche di una volta, e quindi viene premiata la qualità. Sin da bambina desideravo fare l’attrice. A dire il vero non avevo davvero alternative. Così ho scelto d’intraprendere questo percorso particolare. Ho lavorato prima in televisione, poi, dopo aver studiato recitazione, in teatro ed al cinema. Quanto ai progetti futuri, sarò nel cast di una fiction che andrà in onda a marzo su Sky. E adesso sto girando un’altra fiction”.

Di seguito la programmazione relativa alla Rassegna musicale 2014-2015 “Sulle note Blues, Crossover & Jazz” diretta da Gaetano Basile:

  • Fondazione Teatro – Rassegna musicale 2014-2015: 19 febbraio, Insolito Trio.
  • Fondazione Teatro – Rassegna musicale 2014-2015: 13 marzo, Miss T & The Mad Tubes.
  • Fondazione Teatro – Rassegna musicale 2014-2015: 19 marzo, Louis Armstrong Band & Banda Dixieland.

Antonio Migliorino


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy