• Google+
  • Commenta
14 gennaio 2015

Moduli di insegnamento Jean Monnet assegnati a Unisa

Università degli Studi di Salerno – Due Moduli di insegnamento Jean Monnet assegnati all’Università di Salerno: aperti i termini per iscriversi. Scadenza 31 gennaio 2015

Venerdì 16 gennaio, alle ore 11.00, presso la sala del Senato Accademico del campus di Fisciano si terrà la conferenza stampa di presentazione dei due moduli di insegnamento Jeans Monnet assegnati all’Università di Salerno.

All’interno del Programma Erasmus+, le azioni Jean Monnet si prefiggono di promuovere l’eccellenza nell’insegnamento e nella ricerca nell’ambito degli studi sull’Unione europea. Queste azioni mirano anche a promuovere il dialogo tra il mondo accademico e i decisori politici, allo scopo di rafforzare la governance delle politiche dell’UE.

Lo scorso luglio, a chiusura della selezione da parte della Commissione europea (EACEA), sono stati finanziati in Europa (compresi gli stati ex sovietici) 72 Moduli di insegnamento Jean Monnet. Di questi, 17 sono stati assegnati all’Italia e solo 3 al sud, 2 dei quali all’Università di Salerno (e saranno attivi per gli a.a. 2014/15, 2015/16, 2016/2017).

Modulo insegnamento Jean Monnet: Diventare Europei

Si tratta del Modulo insegnamento Jean Monnet Diventare Europei: la dimensione sociale dell’integrazione europea, assegnato al Prof. Massimo Pendenza presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione) e del Modulo Jean Monnet Immigrazione e diritti fondamentali ai confini Sud dell’Unione europea, assegnato alla dott.ssa Rossana Palladino (con il coinvolgimento della Prof. Angela Di Stasi e della Prof. Stefania Negri) presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche (Scuola di Giurisprudenza). Entrambi i moduli sono aperti agli studenti dell’Ateneo di Salerno iscritti ad un qualunque Corso di Laurea e saranno attivi per gli a.a. 2014/15, 2015/16, 2016/2017.

Alla conferenza prenderanno parte il Magnifico Rettore dell’Università di Salerno, prof.Aurelio Tommasetti e i referenti dei moduli finanziati: il prof. Massimo Pendenza, la dott.ssa Rossana Palladino, le  Prof.sse Angela Di Stasi,  Stefania Negri e la dott.ssa Rossana Palladino.

Il Modulo insegnamento Jean Monnet Diventare Europei: la dimensione sociale dell’integrazione europea prenderà avvio nel mese di Aprile 2015. Esso ha come obiettivo di incoraggiare e promuovere la conoscenza degli aspetti sociali connessi alla formazione di una società europea in una prospettiva sociologica e porsi come punto di riferimento nell’analisi, promozione e diffusione, nell’Ateneo di Salerno e sul territorio, dei temi legati alla costruzione dell’Europa come spazio sociale comune. Il tema generale del Modulo è quello dell’europeizzazione in ambito sociale. Più nello specifico, il Modulo intende approfondire gli aspetti sociologici del processo di integrazione europea e l’influenza che la UE esercita nei settori dei diritti umani, della cittadinanza sociale, dell’eguaglianza di genere e dell’immigrazione. Attraverso l’apporto del Centro Studi Europei, attivato presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione (Centro Studi Europei), il progetto si rivolge a un pubblico differenziato composto innanzitutto da studenti universitari, oltre che da attivisti della società civile e della politica, da operatori sociali delle istituzioni locali e da studenti delle scuole superiori. Il Modulo è reiterato per tre anni accademici (2014-2015; 2015-2016; 2016-2017) e si compone di 40 ore di lezioni ogni anno, differenziate tra corso didattico e seminari (per info, rivolgersi a pendenza@unisa.it).

Modulo insegnamento Jean Monnet: Immigrazione e diritti fondamentali

Il Modulo insegnamento Jean Monnet “Immigrazione e diritti fondamentali ai confini Sud dell’Unione europea” prenderà avvio nel mese di marzo 2015. Esso ha l’obiettivo di approfondire i principali aspetti relativi al complesso fenomeno migratorio nell’area sud dell’Unione europea. Attraverso un taglio prettamente giuridico che tenga conto dell’intersecazione di norme, prassi e giurisprudenza “multilivello” (nazionali, europee ed internazionali), il Corso si snoda in tre sotto-moduli: il primo dedicato al problema dell’immigrazione illegale, il secondo incentrato sulle “sfide” dell’UE nell’integrazione dei cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti, il terzo prettamente connesso agli aspetti della protezione dei diritti fondamentali degli immigrati e dei richiedenti asilo. Attraverso l’apporto dell’Osservatorio sullo Spazio europeo di libertà, sicurezza e giustizia, attivato presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche (Scuola di Giurisprudenza) (Slsg Unisa) il Corso si rivolge a differenti categorie di destinatari: studenti universitari, laureati, operatori del diritto, operatori sociali, dipendenti delle pubbliche amministrazioni, studiosi. Il Modulo è reiterato per tre anni accademici (2014-2015; 2015-2016; 2016-2017) e si compone di 49 ore di lezioni per il primo anno, (per info, visionare la pagina Unisa o scrivere a slsg@unisa.it).


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy