• Google+
  • Commenta
22 gennaio 2015

Promotore della mobilità ciclistica, 3° corso della FIAB e Univr

Come prendersi cura della propria bici

Università degli Studi di Verona – FIAB, parte il 3° corso di promotore della mobilità ciclistica: una figura professionale inedita per attivare nuove economie nel mondo ‘green’. Dal 6 marzo al 13 giugno presso l’Università di Verona

Promotore della mobilità ciclistica

Promotore della mobilità ciclistica

Complice la crisi economica che rende sempre più oneroso l’utilizzo dell’auto privata, la bicicletta sta riconquistando pian piano un ruolo da protagonista nella mobilità, sia in termini di uso quotidiano casa-lavoro, sia che si tratti di tempo libero.

D’altro canto, la spinta verso la sostenibilità a cui sempre più comuni, enti locali e amministrazioni pubbliche stanno aderendo, mette al centro la necessità di muoversi inquinando di meno, magari in città sempre più a misura di cittadino.

Ma la mobilità sostenibile è materia particolarmente complessa che richiede professionalità e competenze specifiche e alle cui criticità si affiancano, allo stesso tempo, interessanti opportunità, anche in termini occupazionali.

3° corso di promotore della mobilità ciclistica: info e iscrizioni

In questa direzione si muove FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta, la più forte realtà associativa dei ciclisti italiani non sportivi, che, a partire dal 6 marzo sarà di nuovo in cattedra in occasione del 3° corso di promotore della mobilità ciclistica organizzato dal Dipartimento delle Scienze neurologiche e del movimento dell’Università degli Studi di Verona.

Il promotore della mobilità ciclistica è una figura professionale emergente a cui è affidato il delicato compito di coordinare e rendere sinergici i vari attori della Pubblica Amministrazione – spesso oberati da disorganizzazione e lentezze burocratiche – a supporto di tutte le attività legate alla mobilità in bicicletta: dai servizi per la bici in città al cicloturismo, passando per la pianificazione di sistemi e percorsi ciclabili all’intermodalità con il treno.

Il corso per promotore della mobilità ciclistica è rivolto a diplomati e laureati di qualsiasi livello e disciplina che desiderano acquisire una competenza specialistica altamente professionalizzante e spendibile sul mercato del lavoro, il percorso formativo è, di fatto, unico, e non trova analogie in altri enti e università.

Il corso per promotore della mobilità ciclistica si divide in 48 ore di lezioni frontali organizzate in 4 weekend, intervallati con due fine settimana di uscite in bici in luoghi di eccellenza organizzativa: in tal modo anche coloro che abitano in città distanti possono frequentare il corso compatibilmente con altre esigenze personali.

Sono già 37 i promotori della mobilità ciclistica in Italia formati negli ultimi due anni da FIAB e Università di Verona, provenienti dai settori più disparati (tra loro architetti, designer, vigili urbani, imprenditori, operatori della comunicazione, ecc.). Tra di loro, inoltre, è emersa la volontà di dare vita a un’associazione che valorizzi ancora di più la loro professionalità, per un futuro che si muova sempre più sulle due ruote.

Le iscrizioni al 3° corso di promotore della mobilità ciclistica sono aperte fino al 26/02/2015.

Altre info su FIAB

Fondata nel 1988, FIAB Onlus-Federazione Italiana Amici della Bicicletta è oggi la più forte realtà associativa dei ciclisti italiani non sportivi. Con circa ventimila soci suddivisi in 142 associazioni sparse su tutto il territorio italiano, FIAB è prima di tutto un’organizzazione ambientalista che, come riporta il suo Statuto, promuove la diffusione della bicicletta quale mezzo di trasporto ecologico in un quadro di riqualificazione dell’ambiente, urbano ed extraurbano.

Forte della presenza tra i suoi soci di numerosi esperti in campo sanitario, giuridico, urbanistico, ingegneristico e paesaggistico, FIAB è diventata, negli anni, il principale interlocutore di numerosi enti locali sull’importante tema della mobilità sostenibile. FIAB è stata riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente quale associazione di protezione ambientale (art. 13 Legge n. 349/86) e inserita dal Ministero dei Lavori Pubblici tra gli enti e associazioni di comprovata esperienza nel settore della prevenzione e della sicurezza stradale.

Tra le numerose iniziative, FIAB organizza ogni anno Bimbimbici, manifestazione nazionale dedicata a bambini e ragazzi che nel 2013 ha toccato 250 città, e Bicistaffetta, per promuovere il cicloturismo quale volano economico del nostro Paese. Fiab aderisce a E.C.F.-Federazione Europea dei Ciclisti. Presidente di FIAB è Giulietta Pagliaccio.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy