• Google+
  • Commenta
16 febbraio 2015

Capodanno Cinese 2015: inizia l’anno della Capra, Univaq va in festa

Arriva il Capodanno cinese 2015 e piazza della Libertà diventa una piccola Cina con la magia del video mappino.

Giovedì 20 febbraio, l’Istituto Confucio invita tutti a festeggiare insieme il Capodanno Cinese 2015.

Ci saranno musiche tradizionali, la danza del drago e del leone, il jazz della Rossini Saxophone Orchestra, stand gastronomici e di arte calligrafica.

Sta per iniziare l’anno della Capra e per il secondo anno l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Macerata – con il patrocinio del Comune di Macerata e del Conservatorio Rossini di Pesaro – si prepara a festeggiare il Chunjie, la Festa di Primavera o Capodanno cinese, con un grande evento che si terrà in piazza della Libertà a Macerata giovedì 19 febbraio dalle 17 alle 21.

Numerosi spettacoli animeranno la serata con musica e danze tradizionali. Saranno inoltre presenti degli stand dove adulti e bambini potranno dilettarsi con la calligrafia, l’intreccio di nodi, il ritaglio della carta e degustare specialità culinarie cinesi: involtini primavera, ravioli. Non mancheranno la tradizionale danza del leone e del drago e uno spettacolo di arti marziali. Per l’occasione, la Rossini Saxophone Orchestra di Pesaro proporrà un trascinante concerto jazz con composizioni musicali della tradizione cinese, arrangiate per l’occasione, e il più tradizionale repertorio europeo e americano per sassofono.

Il Capodanno Cinese 2015 a Unimc, musica e danze tradizionali

Come in un tempio… Musica, danze e sapori, dunque, ma non solo. Quest’anno piazza della Libertà sarà trasformata in una piccola Cina per il Capodanno Cinese, grazie alla magia di Luca Agnani, che “gioca” con i palazzi delle città, colorandoli, smontandoli, facendoli volare attraverso l’utilizzo delle tecnologie digitali e della luce (video mapping). I suoi emozionanti spettacoli, messi in scena in tutta Italia e all’estero, hanno animato anche la Notte dell’Opera, incantando il pubblico con prodigiosi effetti sulla facciata dello Sferisterio. Per la festa di giovedì, Agnani trasformerà il San Paolo in alcuni dei più importanti monumenti architettonici cinesi.

Anche quest’anno abbiamo deciso di festeggiare in piazza – spiega il direttore dell’Istituto Confucio Giorgio Trentinper portare il Capodanno Cinese tra la gente, perché la cultura cinese non sia fruibile solo all’interno dell’Università o dell’Istituto, ma sia data a tutta la cittadinanza la possibilità di avvicinarvisi e scoprirne le sue tradizioni“.

L’ingresso a tutte le iniziative del Capodanno Cinese è libero. In caso di maltempo, la manifestazione si svolgerà all’interno dell’Auditorium San Paolo. Il programma completo può essere consultato sul sito confucio.unimc.it.

In collaborazione con: Scuola primaria “E. Medi” e Liceo Classico “G. Leopardi” di Macerata; Rossini Saxophone Orchestra; Accademia di Arti Marziali M. Giuseppe Giosuè; Accademia di lingua cinese delle Marche di Porto Sant’Elpidio.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy