• Google+
  • Commenta
13 febbraio 2015

Conoscere se stessi e raggiungere obiettivi: come conoscere se stessi

Ecco come conoscere se stessi e raggiungere gli obbiettivi

Ambizione, desiderio di crescita e di farcela in un progetto, a scuola, all’università, nel lavoro e nella vita. Ma come fare? La prima regola è conoscere se stessi per raggiungere obiettivi

Ecco come conoscere se stessi e raggiungere gli obbiettivi

Ecco come conoscere se stessi e raggiungere gli obbiettivi

Come fare per essere bravi a scuola o all’Università? Come si à a prendere ottimi voti, a superare gli esami, a dare il massimo risultato negli studi e sul lavoro sfruttando al meglio le proprie capacità?

A tutto questo da oggi ci pensa Arak, una guida, un manuale, Il Libro per conoscere se stessi e raggiungere obiettivi facilmente ed efficacemente.

Ma come conoscere se stessi veramente? come sapere qual’è il nostro potenziale? A spiegarcelo è Stefano Tassone Life Coach e autore del “Il Segreto di Arak“. 

Un manuale di crescita personale pratico e di facile lettura per conoscere se stessi, trovare strategie concrete in grado di fornire risposte alle principali domande che chiunque, almeno una volta nella vita, si pone.

Chi sono? Cosa sono? Cosa voglio dalla vita? Come posso migliorare la mia vita? Come sprigionare energia? Come raggiungere obiettivi? Come essere felice? Queste sono solo alcune delle domande alle quali troverete risposta nel manuale di crescita personale Il segreto di Arak – Chi sei e cosa vuoi realmente.

L’autore Stefano Tassone è un affermato Coach e Formatore, che in oltre 10 anni di lavoro sul campo ha formato oltre 22.000,00 persone. Il suo libro rappresenta una vera e propria guida per conoscere se stessi e per esprimersi meglio. Il Life Coach Stefano Tassone ci svelerà concrete strategie per capire come usare utilizzare il proprio potenziale e per raggiungere gli obiettivi che più ci stanno a cuore.

Abbiamo raggiunto l’autore per capire meglio da cosa sia nata l’idea del suo manuale di crescita personale per conoscere se stessi e raggiungere gli obbiettivi.

Come conoscere se stessi e come raggiungere obbiettivi: chi è Arak

Il Segreto di Arak - il libro per conoscere se stessi

Il Segreto di Arak per conoscere se stessi

Cos’è il segreto di Arak eperchè questo titolo? Qual è questo segreto? Cono conoscere se stessi?

“Il titolo ha l’obiettivo di invitare subito il lettore a chiedersi: Chi sono? Cosa sono? Cosa voglio dalla vita?

Ho pensato fosse interessante incuriosire il lettore su quanto potesse trovare all’interno del libro. Arak è un essere umano. E come tutti gli esseri umani arriva un bel giorno a confrontarsi con il senso della vita. Posso dire che Arak scopre che è possibile superare convinzioni limitanti, fare chiarezza tra i valori verso cui tendere, capire quali siano le cose importanti nella sua vita, liberarsi dal condizionamento pressante di chi sta intorno a lui”

Il libro “Il Segreto di Arak” è fatto sopratutto da domande da porsi. Tra le prime: “Chi sei?”. A tuo parere, quanti oggi riescono davvero ad avere l’effettiva percezione di se stessi realistica e non condizionata da ciò che pensano gli altri?

“Credo che siano poche le persone in grado di avere una percezione di loro stesse autentica e scevra da influenze altrui. La stragrande maggioranza di persone, nel pensare a loro stesse, si basa su ciò che gli altri pensano. E, in una certa misura, ciò non è sbagliato. Ciascuno di noi è al contempo ciò che solo lui percepisce di se stesso e ciò che riceve come feedback da chi lo circonda. Il punto saliente è imparare a sposare armonicamente le due cose. Spesso siamo troppo condizionati da ciò che gli altri pensano di noi.”

Conoscere se stessi e scegliere chi voler essere per Stefano Tassone

Nel tuo libro parli della libertà di poter scegliere sempre chi voler essere e cosa poter fare. Il più delle volte le persone sono abituate a credere all’impossibilità di tale libero arbitrio. Com’è possibile eliminare questo scetticismo e aiutare a riconquistare questa libertà di scelta e azione che spesso viene dimenticata?

Stefano Tassone

Stefano Tassone

“E’ vero, molto spesso le persone dimenticano di essere dotate di libero arbitrio e di poter quindi decidere e programmare le proprie scelte. Può sembrare strano ma in buona sostanza si tratta, come anticipato nella risposta precedente, di riscoprire il piacere di creare nuove abitudini. Spesso le persone sono solo abituate “male” a pensare in un certo modo e quindi ad agire di conseguenza. Il mio obiettivo è invece quello di “riprogrammare” il modo di pensare e di agire. Chi pensa di non avere libero arbitrio si comporta in un certo modo, ricalcando le orme di qualcuno che l’ha influenzato.”

È un dato di fatto che in molti siano portati a pensare “Non posso, non ci sono le condizioni, è troppo tardi, è impossibile”. Spesso si vive convinti che l’opportunità di cambiamento dipenda più dagli altri che da se stessi. Come uscirne fuori?

“Qualsiasi cosa crediamo vera, giusta, opportuna lo diventerà… E’ la classica profezia che si auto avvera… Ci si convince di una certa cosa e poi, consciamente e inconsciamente, ci si comporta in maniera tale da dimostrare vero ciò di cui ci si è convinti. Quindi, se si pensa che si possa cambiare solo grazie al verificarsi di determinati fatti esterni si rimarrà passivi ad attendere tali eventi.”

Tra le righe del tuo libro una frase: “sei una creatura unica, che se adeguatamente valorizzata, dischiude infinite possibilità di realizzazione”. Quale dovrebbe essere la fonte di questa valorizzazione?

“Per poter valorizzare noi stessi, dobbiamo scoprire innanzitutto come fare a superare gli ostacoli che ci impediscono di capire chi siamo, cosa ci piace, cosa vogliamo. La società è disseminata di persone e gruppi di potere che hanno i loro interessi a manipolare il più grande numero di persone per convincerlo a fare certe scelte; quindi l’essere umano, senza adeguati filtri percettivi, finisce per diventare succube di tali condizionamenti.”

A chi intende rivolgersi il tuo scritto? A chi hai pensato come tuo lettore tipo quando hai deciso di pubblicarlo?

“Credo che il mio libro sia adatto a chiunque. Tutto ciò che ho scritto si basa sulla mia concreta esperienza in aula e in sessioni di coaching effettuate con le più svariate tipologie di persone: da studenti a venditori, da manager ad imprenditori, da docenti a sportivi… L’ho volutamente scritto in modo semplice, con esempi concreti e linguaggio chiaro, proprio per dare a qualsiasi lettore la possibilità di fare suoi concetti, ragionamenti e strategie.”

Come conoscere se stessi per Tassone

Come conoscere se stessi per Tassone

Nelle ultime pagine de “Il segreto di Arak” parli di “Life Imagineering”. Di cosa si tratta?

“Il nome Life Imagineering™ nasce dalla fusione di “imagination” and “engineering”. Dunque, rimanda all’idea di poter utilizzare sia la capacità creativa (immaginazione) sia quella progettuale del nostro cervello per “riprogrammare” la propria vita. In buona sostanza l’obiettivo di questa metodologia è consentire alle persone di crearsi una vera e propria Vision per il loro futuro. Il presupposto di partenza dal quale muove il L.I. ™ è la “Legge di attrazione”: imparando a focalizzarci in un determinato modo su ciò che ci sta a cuore raggiungere e imparando a comunicare adeguatamente con la nostra mente, quest’ultima innesca fenomeni psichici ed energetici capaci di attirare a sé ciò che stiamo cercando intensamente.”

Hai mai incontrato durante il tuo lavoro persone che nel loro percorso alla ricerca di se stessi hanno alla fine rincorso il mito dell’esaltazione del sé e dell’auto referenzialità? 

“Si, il rischio di cadere nella trappola della autoreferenzialità e dell’estrema auto esaltazione del sé, esiste. Ho conosciuto alcune persone cadute in questa trappola! Uno dei messaggi chiave del mio libro è proprio nella direzione contraria: per capire chi siamo e cosa vogliamo realmente dobbiamo essere disposti a guardarci dentro ma, al contempo, ad ascoltare anche i messaggi che ci arrivano dal di fuori…”

Io stessa ho avuto modo di imbattermi in motivatori, coach, trainer o presunti tali. Gran parte di loro hanno in qualche modo cercato di trasferirmi l’idea che le emozioni fossero un “limite”, quasi una malattia da cui guarire per ottenere dei risultati, soprattutto nel lavoro. Ma è davvero o sempre così, a tuo parere?

“Se nel tuo cammino ti sei imbattuta in Coach, Motivatori e Trainer che vedevano le emozioni come un limite o addirittura una “malattia” dalla quale guarire per ottenere risultati… credo di poter affermare di andare in totale controtendenza!!! Sono infatti convinto che le nostre emozioni siano un ingrediente fondamentale, della massima importanza per vivere in modo autentico la propria vita. Il segreto risiede nell’imparare a riconoscerle, accettarle, gestirle. L’errore che si commette spesso, invece, è quello di pensare che le emozioni vadano controllate… Credo che tra “gestire” e “controllare” ci sia un’enorme differenza… “Controllare” un’emozione mi fa pensare a “imbrigliarla”, “respingerla” o “reprimerla”… “Gestire” un’emozione, invece, significa lasciare che si manifesti, imparando a canalizzare la sua valenza energetica in modo corretto… E’ vero che sul lavoro alcune emozioni, lasciate libere di manifestarsi, possono ostacolare il raggiungimento di determinati obiettivi… Ma, allo stesso tempo, ciascuna emozione è il segnale di qualcosa che non possiamo trascurare…”

Stefano Tassone invita a suo modo a conoscere se stessi meglio, e chi è in libreria o sul web, e si imbatte nel suo libro per scelta o per caso, a non desistere e comprarlo immediatamente.

“La vita è come un’eco… Se non ti piace ciò che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che le invii”. Caro potenziale lettore, quanto sei soddisfatto della tua vita, di ciò che fai, dei tuoi risultati e delle tue relazioni? Questo libro può fornirti degli spunti concreti, delle strategie efficaci di semplice attuazione, dei consigli pratici per esplorare nuove letture, nuove possibilità, nuove scelte. Te lo consiglio vivamente perché l’ho scritto basandomi su ciò che ho visto funzionare con migliaia e migliaia di persone all’interno dei corsi e delle sessioni di coaching che ho effettuato in oltre dieci anni di lavoro. Ogni racconto al suo interno, ogni esercitazione proposta, ogni strategia suggerita, ha contribuito a far crescere e migliorare persone come te, che un bel giorno hanno deciso di porsi la seguente domanda: “Chi sono in realtà? Ciò che ho dimostrato di essere fino ad oggi o forse anche ciò che da oggi in poi posso dimostrare di essere?”

Guarda il video della Presentazione libro “Il segreto di Arak – Ecco come conoscere se stessi


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy