• Google+
  • Commenta
10 febbraio 2015

Diventare hacker professionista esperto: guida a come diventare hacher

Diventare hacker professionista esperto
Diventare hacker professionista esperto

Diventare hacker professionista esperto

Chi è un Hacker e come diventare un Hacker Professionista?

Come si fa crashare un computer on un sito internet?

Cosa si deve imparare?

E’ meglio lavorare da soli o formare un “gruppo”?

Prima di dare risposta a tutte queste domande e prima di poter diventare un Hacker Professionista,  è bene chiarire chi è un hacker e cosa fa. 

Il termine “Hacker” deriva dal verbo inglese to hacktraducibile in italiano con “violare, attaccare” o, in maniera più adatta al contesto informatico, “accedere illegalmente“.

L’hack-er è colui o colei che è capace di accedere illegalmente a una rete informatica protetta, al pc di qualcun altro, ed è addirittura in grado di sconvolgerne i dati.

La figura dell’hacker è spesso circondata da un alone di mistero ed è ingiustamente percepito come una figura negativa. E’ visto come un individuo da temere, proprio perché in grado di accedere in posti preclusi all’utente di informatica medio. E’ davvero così? Diciamo che l’hacker è effettivamente colui che per curiosità penetra nei computer in rete, grazie alla conoscenza avanzata di vari linguaggi di programmazione e di sistemi operativi.

Chi che invece dovrebbe far mettere sulla difensiva è il “cracker“, chi si introduce nelle stesse reti e con gli stessi metodi dell’hacker ma con finalità diverse come furti o commissione di atti vandalici. Se l’ultima distinzione vi convince poco, forse vi sarà più familiare quella tra White hat hacker e Black hat cracker, anche se la sostanza rimane la stessa, la terminologia deriva in questo caso da film western.

Un altro modo per distinguere gli hacker dai cracker è quello di chiamare white angel i primi e black angel i secondi. 

La distinzione è sempre ciò che c’è alla base dell’intenzione: sfruttare le proprie conoscenze per fare del bene oppure per violare la privacy con fini egoistici, vandalici, criminali. Nonostante l’hacker sia spesso dipinto come una sorta di “topo da biblioteca” sempre davanti a un computer, diventare hacker ha caratterizzato per alcuni motivi di fama. Qualche esempio?

Kevin Mitnik, a soli 17 anni, è penetrato in un server telefonico divertendosi a reindirizzare tutte le telefonate che desiderava. Successivamente riuscì addirittura a penetrare in un computer del Pentagono, azione che gli diede il suo primo vero momento di celebrità, più il suo primo arresto. Divenne ricercato dall’FBI ed è stato in prigione 5 anni. Attualmente è un consulente di sicurezza.

Kevin Poulsen, caporedattore di Wired, ha una storia simile a quella del precedente: dopo una passeggiata nel sistema legale degli U.S.A. è stato arrestato.

Adrian Lamo è riuscito a penetrare nei sistemi Microsoft, Yahoo!, Sun Microsystems, MacDonald, Cingular, AOL, New York Times. Durante un’intervista per la NBC, in cui gli fu richiesto di dimostrare in quel momento le sue capacità, riuscì a penetrare nella rete della NBC in meno di cinque minuti. 

Spaventati? Vorreste sapere se è possibile evitare un attacco hacker?  Beh, questo non è affermabile con certezza, ma ci sono buone notizie e accorgimenti che si possono attuare. 

Prima di tutto, è bene sapere che un hacker non ha poteri sconfinati. Certo, ci sono vari tipi di attacco e vari siti ai quali si può attaccare – più o meno protetti -, tuttavia quando un hacker decide di attaccare un sito non è mai una decisione casuale o frutto della noia.

L’attacco hacker va pianificato, e spesso non si tratta di un hacker da solo ma di un team. Per un buon attacco hacker bisogna essere anche molto rapidi. Infine, bisogna ricordare di non lasciare tracce del proprio passaggio, e quindi effettuare qualche operazione di “chiusura”.

Dal momento che gli hacker sfruttano i bug del sistema operativo, un buon accorgimento è quello di tenerlo sempre aggiornato: in tal modo, si limiteranno le possibilità di bug.

Altri consigli utili per salvarsi da un attacco hacker sono quelli sul tenere sotto controllo i firewall e di cercare quanto più possibile di non istallare software precompilati, in quanto potrebbero contenere file che aiuterebbero l’hacker a introdursi nel vostro pc.

Se tutto ciò vi ha intrigato e ritenete che l’arma migliore per combattere un attacco hacker sia diventare hacker professionista, non potete non seguire la guida per diventare hacker e l’intervista alla THC Squad, squadra di hacker autrice dell’attacco del sito dell’Università Lum.

Guida per come diventare hacker professionista ed esperto in 7 semplici punti

  • 1) Essere informati su chi è davvero un hacker e cosa fa. Essere un hacker non vuol dire “saper rubare password”. Ci vuole tanta passione e volontà di conoscere tutto ciò che c’è da sapere.
  • 2) Conoscere benissimo i sistemi operativi con i quali si vuole operare.
  • 3) Conoscere benissimo i linguaggi di programmazione.
  • 4) Per sviluppare una conoscenza approfondita di questi argomenti esistono anche dei corsi, ma spesso gli hacker sono in grado di imparare da soli proprio perché mossi dalla passione per l’informatica – è difficile che un corso insegni a penetrare in un pc altrui.
  • 5) Per i primi esperimenti può essere utile conoscere tutti i segreti del proprio pc o degli altri che si hanno a disposizione in casa. Con i pc già conosciuti ci si può permettere di fare errori senza incappare in spiacevoli vicende – con quelli sconosciuti si può rischiare di essere scoperti e rintracciati.
  • 6) Essere sempre aggiornati: esistono molti libri su come diventare hacker. Una lettura dei testi già pubblicati può aiutare a farsi un’idea e a iniziare, tuttavia è bene essere sempre aggiornati, in quanto è il mondo dell’informatica ad essere in continuo aggiornamento. Dunque, per penetrare nella rete altrui, è necessario conoscere bene gli “ostacoli” all’accesso di un pc che non sia il nostro. Bisogna ricordare che, come l’hacker si perfeziona e cresce nel tempo, così dall’altro lato i sistemi operativi vengono aggiornati per rendere sempre più difficile un attacco hacker.
  • 7) Tenersi in contatto con altri hacker: ciò aiuta a mantenere tutti i punti precedenti in quanto si condividono informazioni e in alcuni casi si può “fare gruppo” per pianificare attacchi.

Come diventare hacker professionista per THC SQUAD

Per diventare hacker è necessaria la conoscenza di vari linguaggi, come abbiamo già detto. Ma è meglio imparare insieme a qualcun altro, magari più esperto, oppure è bene documentarsi da soli e muovere i primi passi in totale solitudine?

THC Squad ritiene che sia meglio la seconda ipotesi: “Agire da soli…Se si agisce in gruppi i passi rallentano. Se si ha voglia di imparare seriamente non si segue nessuno“. Per apprendere dunque, è sicuramente meglio muoversi da soli.

Per l’azione, essere una squadra ha i suoi pro e contro: “Per il fatto di agire, per un verso preferisco da solo, si impara più in fretta ed i tempi sono più veloci. Per agire in gruppo ci vuole molta fiducia nell’altro, ed è positivo per la condivisione di informazioni“.

Ma prima di ciò, per diventare hacker, cosa è necessario imparare? Dal momento che THC Squad precisa che è bene non confondere i linguaggi di programmazione con i linguaggi web, su cosa bisogna concentrare le proprie ricerche per diventare hacker? “Php Html CSS e cosi via…

Diventare Hacker

Diventare Hacker

Certo, prima di iniziare, è bene sapere che è uno studio che non finisce mai. La definizione è addirittura percepita come un onore: “Noi non ci definiamo hacker, non può permetterselo nemmeno colui che studia da quando è nato…Poi esistono due tipi di ‘Hackers’…White Hat e Black Hat…Ma un hacker ‘vero’ è quello che fa è seguire la legge non violarla. Un black hat non dovrebbe neanche definirsi un hacker“.

Dunque, “attaccare” si, ma un vero hacker lo fa a fin di bene.

Ambra Benvenuto


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy