• Google+
  • Commenta
16 febbraio 2015

Expo 2015: Università di Messina sarà presente con il PanLab

La riceerca PanLab

Università degli Studi di Messina – L’Assessore regionale all’Agricoltura, Antonino Caleca, e tre Dirigenti generali dello stesso assessorato – Rosaria Barresi, Felice Bonanno e Dario Cartabellotta (responsabile unico Cluster Bio-mediterraneo Expo 2015) – hanno visitato oggi i laboratori del Panlab, del Consorzio Filiera Carni al Dipartimento di Scienze Veterinarie e la startup “Chromaleont”, attiva presso il Dipartimento di Scienze del Farmaco e Prodotti per la Salute,  per poi siglare un’ intesa con il Rettore, prof. Pietro Navarra, in vista di Expo 2015.

La riceerca PanLab

La riceerca PanLab

La Regione, infatti, continua a “fare squadra”, arruolando gli Atenei siciliani per questo importante appuntamento  e l’Università di Messina ha messo in campo questa struttura che è frutto di investimenti per complessivi 22 milioni di euro.

Si tratta di un complesso di laboratori per analisi degli alimenti, studio della loro incidenza sulla salute umana e consulenza alle aziende agroalimentari. Una realtà in grado di offrire servizi all’avanguardia sul controllo delle filiere di produzione.

La ricerca PanLab a Expo 2015

“Questa è una realtà scientifica notevolissima– ha detto l’Assessore Caleca. “Con ricerca, scienza e innovazione e creando un nuovo rapporto con l’ agricoltura la Sicilia può fare il vero salto in avanti”.
Il prof. Vincenzo Chiofalo, Presidente del Consorzio Filiera Carni, ha sottolineato che con questo progetto e le strutture a disposizione  si sta realizzando un vero e proprio sistema per servizi alle imprese, ma anche una migliore qualità della formazione offerta dal nostro Ateneo.

La prof.ssa Paola Dugo, Delegata dell’Ateneo all’Expo 2015 per la Crui, infine, ha ribadito l’importanza di questo progetto che consentirà scambi con le aziende del nostro territorio ma non solo, e che uno degli obiettivi principali è proprio il controllo della qualità e il trasferimento tecnologico al fine di innovare il comparto alimentare.

La struttura del Panlab, oltre a essere “messa in vetrina” dalla Regione, verrà utilizzata pure in funzione di giudice: le analisi svolte a Messina, infatti, designeranno la migliore azienda siciliana presente a Expo 2015, in base alla qualità dei prodotti proposti a Milano, dove da maggio la Regione gestirà da capofila le attività del Cluster Bio-Mediterraneo.

Le attività che grazie al Panlab potranno essere messe in mostra vanno dalla realizzazione di mangimi per gli animali, al monitoraggio degli allevamenti e delle coltivazioni, all’elaborazione di tecniche di conservazione degli alimenti, alle analisi sensoriali e microbiologiche, al rilascio di certificazioni. Competenze e tecnologie che il Panlab è già riuscito a esportare anche all’estero, stringendo ad esempio accordi commerciali con una ditta giapponese.

Subito dopo la sigla dell’accordo, in un Aula Magna gremitissima al Dipartimento di Scienze Veterinarie,  alla presenza di molti Sindaci della Provincia di Messina, si è svolto  un incontro sul tema “Programmazione Comunitaria 2014-20: un’opportunità di Sviluppo per la Sicilia”, al quale hanno partecipato l’assessore e i dirigenti generali.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy