• Google+
  • Commenta
26 febbraio 2015

Incroci di Civiltà 2015, Unive Cà Foscari al Festival di Letteratura

Incroci di Civiltà 2015

Università “Cà Foscari” di Venezia – Incroci di Civiltà 2015, Festival Internazionale di Letteratura a Venezia dal 25 al 28 marzo 2015

Incroci di Civiltà 2015

Incroci di Civiltà 2015

E’ il pluripremiato regista statunitense James Ivory, famoso per pellicole come Gli Europei, Camera con vista, Casa Howard, a inaugurare al Teatro Goldoni mercoledì 25 marzo ore 17.30 l’ottava edizione di Incroci di Civiltà, il Festival Internazionale di Letteratura a Venezia, promosso da Università Ca’ Foscari Venezia, Fondazione Venezia e dal Comune di Venezia, Assessorato alle Attività e Produzioni Culturali, con la partnership di Veneto Banca, The BAUER’S Venezia, Fondazione Musei Civici e Marsilio Editori.

Festival Internazionale di Letteratura: Incroci di Civiltà 2015

Il Festival, dal 25 al 28 marzo 2015, accoglierà ventinove scrittori provenienti da ventuno paesi che si ritroveranno nel capoluogo lagunare in una molteplicità di esperienze, lingue, culture e generi a disposizione di un pubblico di lettori appassionati.

Belgio, Stati Uniti, Russia, Italia, Danimarca, Corea, Germania, Kenya, Francia, Taiwan, Polonia, Cina, Portogallo, Cuba, Giamaica, Colombia, Armenia, Iran, Brasile, Gran Bretagna, Olanda sono i 21 Paesi di provenienza degli scrittori di Incroci di Civiltà 2015.

Il Rettore dell’Università CaFoscari Venezia Michele Bugliesi: “Incroci di Civiltà, fiore allocchiello dei grandi eventi cittadini e appuntamento di spicco nel panorama nazionale. Anche quest’anno CaFoscari ha voluto offrire un Festival di valore, appassionato e attento alle ultime tendenze così come alle tematiche del presente. Per quattro giorni Venezia diventa la ‘capitaledella letteratura contemporanea, dellarte della scrittura, sempre profondamente immersa nella realtà in un percorso continuo di voci, di parole e di culture.”

Flavio Gregori, Prorettore alle Attività e Rapporti culturali di Ca’ Foscari: “Con la sua ottava edizione, Incroci di Civiltà si riconferma uno dei principali appuntamenti culturali a livello nazionale organizzati da Ca’ Foscari insieme al Comune di Venezia e con la collaborazione dei suoi partner storici, The Bauers Venezia, Veneto Banca, Marsilio, Fondazione Musei Civici, e dei tanti sostenitori e amici. Incroci di Civiltà ancora una volta porta a Venezia alcuni fra i nomi più apprezzati e importanti del panorama letterario internazionale, in un ciclo di appuntamenti nelle sedi più prestigiose della città, a stretto contatto con il pubblico di lettori, appassionati, studenti. Ca’ Foscari mette a disposizione della cittadinanza il suo impegno nello studio e nella divulgazione delle culture e delle letterature di tutto il mondo (in questa edizione sono rappresentati ventuno paesi), sempre nella convinzione che solo la conoscenza e il dialogo possano promuovere e mantenere viva la civiltà”.

Pia Masiero è il direttore del Festival Incroci di Civiltà: “Come ogni anno Incroci di Civiltà porta in città lo sguardo speciale della letteratura sul mondo contemporaneo – sulla storia, il ricordo, i temi sempre attuali delle relazioni interpersonali che variano con il variare delle culture e delle lingue, ma rimangono sempre uguali a se stessi. La letteratura si dimostra ancora una volta il luogo privilegiato in cui la realtà profonda dell’animo umano e della sua vicenda storica si rivela. Questanno Incroci di poesia contemporanea si inserisce nel programma del Festival arricchendolo di contenuti e sensibilità. Non mancano poi appuntamenti collaterali, come Incroci On Air in collaborazione con Radio CaFoscari e Radio Tre per raccontare in forma radiofonica il Festival e la terza edizione di Videoleggo, il concorso per studenti chiamati a raccontare il proprio libro preferito in un video di due minuti.”

L’anteprima, mercoledì 25 marzo alle ore 15, si svolgerà al Bauer con lo scrittore belga Stefan Hertmans autore del libro fresco di stampa Guerra e trementina. Al suo fianco per un’inedita conversazione, il giornalista Paolo Mieli.

Occhi puntati su James Ivory, per l’inaugurazione dell’ottava edizione di Incroci di Civiltà, mercoledì 25 marzo alle ore 17.30 al Teatro Goldoni, con la proiezione del documentario Venice: Theme and Variations, girato dallo stesso Ivory nel 1957.

Lo scrittore russo Vladislav Otrošenko aprirà la mattinata di giovedì 26 all’Auditorium Santa Margherita; a seguire la connazionale Ludmila Ulitskaya, che parlerà del suo nuovissimo romanzo per la prima volta in Italia.

Alle 12 di giovedì si aprirà la prima sessione di Incroci di poesia contemporanea a cura di Marco Fazzini, dedicata ai poeti e ai loro traduttori. Giunto alla sua decima edizione, Incroci di poesia contemporanea fa per la prima volta parte integrante di Incroci di Civiltà con cui condivide uno sguardo allargato sulle nuove voci, note e meno note, della poesia mondiale. La seconda sessione di Incroci di poesia contemporanea si svolgerà sempre all’Auditorium Santa Margherita venerdì alle 12

Dopo il successo della scorsa edizione torna anche quest’anno la sezione dedicata ai gialli giovedì 26 marzo alle ore 14: il berlinese Sascha Arango, il cui ultimo libro La verità e altre bugie uscito a fine gennaio è stato definito da Antonio D’Orrico ‘il miglior esordio della stagione’, condividerà il palco dell’Auditorium Santa Margherita con Roberto Costantini, fortunato autore della “Trilogia del male”.

Il pomeriggio prosegue in Auditorium con una conversazione inedita sull’Africa tra Wu Ming 1 e lo scrittore kenyano Billy Kahora.

Gli appuntamenti al Teatrino di Palazzo Grassi, a partire dalle 18.30, affrontano i complessi aspetti del tema del ricordo e della memoria con Agata Tuszyńska, Francesco Cataluccio e David Foenkinos.

Una sessione dedicata all’Armenia è il contributo di Incroci di civiltà al ricordo del 100° anniversario del genocidio armeno: ci aiuteranno a riflettere e ricordare lo scrittore Mark Mustian e la scrittrice e studiosa di origini armene Antonia Arslan.

Venerdì 27 marzo, alle 17.30 in Auditorium S. Margherita, è la volta di una sessione speciale dedicata a Daniele Del Giudice dal titolo “Venezia città dei lettori.”Interverranno Gianfranco Bettin, Patrick Deville, Roberto Ferrucci, J.Á González Sainz, Tiziano Scarpa. La sessione sarà arricchita da materiale video legato a Fondamenta custodito negli archivi del Comune di Venezia.

La giornata del 27 marzo si concluderà al Multisala Goldoni con Mathieu Amalric che presenterà Le stade de Wimbledon. Il 28 marzo Incroci si sposta alla Fondazione Querini Stampalia dove il virtuale giro del mondo che il festival propone prosegue con tappe in Iran con Masha Mohebali, in Brasile con Tatiana Salem Levy e in Inghilterra con il cartografo Jerry Brotton autore del fortunato volume La storia del mondo in 12 mappe.

Il festival si chiude con un denso pomeriggio all’Auditorium Santa Margherita: a partire dalle 14 si avvicenderanno sul palco Patrick Deville, Tommy Wieringa che converserà con un intervistatore d’eccezione, (lo scrittore Andrea Bajani) e chiuderà il festival Hanif Kureishi, notissimo romanziere, sceneggiatore e regista.

Anche per l’edizione 2015, il festival Incroci di Civiltà si giova di una ricca rete di collaborazioni: Partner Veneto Banca / The BAUERs Venezia / Marsilio /Fondazione Musei Civici Venezia /

Con il sostegno di Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi a Roma e Consolato Generale dei Paesi Bassi a Milano / Arts Council Korea (ARKO) / Beit Venezia. Casa della cultura ebraica / Centro Tedesco di Studi Venezini / Collegio Internazionale Ca’ Foscari / Danish Arts Foundation / Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati / Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea / Dipartimento di Studi Umanistici / EIUC – European Inter University Centre for Human Rights and Democratisation / The Emily Harvey Foundation / Grafiche Veneziane / Instituto Cervantes / Istituto Confucio / La Dogaressa / Netherlands Letterfonds / Park Viaggi / Palazzo Grassi – Punta della Dogana – François Pinault Foundation / Spotlight Taiwan Project / The University of Warwick / Wake Forest University /

In collaborazione con: Associazione Italiana per lo Studio delle Letterature e Culture in Inglese / Alliance française de Venise / Bompiani / Circuito Cinema Comune di Venezia / Feltrinelli / Fondazione Querini Stampalia / Iperborea / Literary Review / Mondadori / Ponte33 /

I libri dei protagonisti saranno a disposizione dei lettori nel gazebo, reso possibile grazie al sostegno de La Dogaressa, allestito in Campo Santa Margherita e nei book corner presso le singole sedi della manifestazione a cura delle librerie partner del festival Incroci di civiltà: Cafoscarina, Libreria Studium, Open Venezia.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy