• Google+
  • Commenta
12 febbraio 2015

Upo Università Avogadro: ricerca origini culto San Colombano

San Colombano


Università degli Studi del Piemonete Orientale “Amedeo Avogadro”-Vercelli – Alla ricerca delle origini del culto di San Colombano

San Colombano

San Colombano

Le strutture sepolte più antiche del monastero di Bobbio, dove è sepolto San Colombano, sono oggetto di uno scavo archeologico internazionale coordinato dall’UPO.

È iniziato lunedì 9 febbraio il primo scavo archeologico nella Basilica di San Colombano, a Bobbio (PC), alla ricerca delle fasi più antiche dell’edificio di culto fondato dal monaco Irlandese e dai reali Longobardi.

La ricerca dell’Università del Piemonete Orientale su San Colombano

Il traguardo è frutto della collaborazione scientifica tra l’Università del Piemonte Orientale, la Soprintendenza per i beni archeologici dell’Emilia-Romagna, la National University of Ireland-Galway e il CNRS (UMR ARTeHiS), nell’ambito del progetto internazionale “Making Europe: Colombanus and his Legacy”, incentrato sulla figura di San Colombano, sui monasteri fondati dal santo e sulla sua eredità, spirituale e culturale e avviato nel 2010, che coinvolge ricercatori di tutta Europa (Italia, Francia, Irlanda, Gran Bretagna, Svizzera, oltre alla partecipazione di studiosi statunitensi), nelle discipline storiche, archeologiche, archivistiche, linguistiche, paleografiche e agiografiche.

Fondato agli inizi del VII secolo, il monastero fu nel Medioevo uno dei più importanti centri di spiritualità e cultura dell’Europa cristiana; tuttavia si hanno pochissime informazioni sul primo periodo di esistenza della comunità religiosa.

Grazie a un contributo dell’Università di Galway, partner del progetto di ricerca, l’Università del Piemonte Orientale ha organizzato un cantiere scuola in Archeologia Medievale, cui parteciperanno studenti italiani, irlandesi e francesi e nel cui ambito si svolgerà lo scavo, sotto la direzione scientifica della professoressa Eleonora Destefanis (UPO) e dell’archeologa Roberta Conversi (Soprintendenza).

I risultati dello scavo archeologico verranno condivisi quotidianamente con la cittadinanza, il pubblico e tutti coloro che vorranno esserne aggiornati; è infatti previsto che ogni pomeriggio, dal lunedì al venerdì, alla fine dell’attività di scavo archeologi e studenti presentino al pubblico una sintesi di quanto emerso.

Il momento culminante del progetto sarà la presentazione dei risultati definitivi della ricerca, che avverrà in occasione di un convegno internazionale che si terrà a Bobbio il 21 e il 22 novembre 2015, per celebrare il XIV centenario della morte di San Colombano. Il convegno sarà affiancato da una mostra dove saranno esposti i materiali rinvenuti nello scavo della Basilica, altri preziosi manufatti provenienti dalle valli piacentine e risalenti all’epoca di San Colombano, oltre a importantissimi manoscritti prodotti dallo scriptorium monastico e reliquiari risalenti al primo medioevo.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy