• Google+
  • Commenta
30 marzo 2015

Milena Miconi e Diego Ruiz: la Stranissima Coppia al Teatro di M.S.S.

Milena Miconi al Teatro

Rassegna teatrale 2014-2015: intervista esclusiva alla “stranissima coppia” composta da Milena Miconi e Diego Ruiz

Milena Miconi al Teatro

Milena Miconi al Teatro

Tutti i migliori spettacoli anche sulla Fan Page CC 

Grande successo, martedì sera, al Teatro Comunale di Mercato S. Severino, per “La Stranissima Coppia”, frizzante commedia all’italiana con Milena Miconi e Diego Ruiz, corredata dai suggestivi afflati scenografici di Mauro Paradiso.

Linguaggio metropolitano, mordace, scalfito da comiche tinteggiature romanesche. Costumi moderni, essenziali, e scenografia efficace. La Stranissima Coppia, penultimo spettacolo della rassegna ideata dalla Fondazione Teatro, è una commedia genuina, edule, ponderata, pingue di facezie, ironie e canzonature. Un’opera di straordinaria popolarità che ha il pregio di condurre lo spettatore nell’eccitante e complesso emisfero dei single forzati: “uomini e donne che si ritrovano improvvisamente soli, con l’assoluta necessità di rifarsi una vita sentimentale”.

Milena Miconi e Diego Ruiz: la Stranissima Coppia al Teatro Comunale di Mercato San Severino

Dalla sarcastica, lucida e perspicace analisi di coppia, al sublime tema dell’amore, fino a scalfire le immarcescibili ed uniche emozioni del “primo appuntamento”. Scritto e diretta da Diego Ruiz, eclettico autore e interprete di brillanti ed ironiche pièce, lo spettacolo è illuminato dal talento e dall’incantevole bellezza dell’attrice e showgirl Milena Miconi.

Il leitmotiv della commedia alberga in un bizzarro, curioso e, per certi versi, romantico incontro tra i due protagonisti. Diego (Diego Ruiz) e Milena (Milena Miconi) sono due single quarantenni in cerca d’amore, ma con il terrore di trovarlo. Hanno alle spalle deleterie esperienze coniugali, ma avvertono, ugualmente, la brama di rimettersi in gioco. Decidono, quindi, di ricostruirsi una vita sentimentale, rivolgendosi ad un’agenzia matrimoniale, che li fa incontrare, combinando un appuntamento al buio sotto casa di lei. I due, ovviamente, non si conoscono, e non sanno di appartenere a due categorie esistenziali diametralmente opposte. Il che rende ogni cosa assai divertente. Diego, dirigente dell’Agenzia delle Entrate, è un uomo perbene, preciso, curato ma, nel contempo, goffo ed impacciato. Milena, invece, è una donna estroversa, procace, sorniona e calcolatrice, che ama affibbiare ai suoi animali domestici i nomi degli ex. Entrambi vivono l’incontro con ansia e timore; hanno già sofferto in passato, e non intendono lasciarsi andare con leggerezza. Così, dopo un iniziale e turbolento profluvio d’insulti reciproci, tinteggiato dall’esorcizzante e divertente racconto delle proprie vite, Diego e Milena riescono a guardarsi negli occhi, a capirsi, a scovare, con coraggio e ostinazione, nei più remoti anfratti del proprio codice genetico, un’affinità elettiva. Ma si tratta, come spesso accade, di un’osmosi artificiosa. La scintilla tra i due, infatti, scatta quando lui rivela a Milena di lavorare per l’Agenzia delle Entrate. E’ così che la rossa quarantenne inizia a sciogliersi, improvvisamente, e ad avvicinarsi all’ingenuo Diego, con l’intento di ottenere proficue agevolazioni fiscali. E’ questa, in soldoni, la sinossi de “la stranissima coppia”.

Subito dopo la chiusura del sipario, abbiamo intervistato, dietro le quinte del Teatro Comunale di Mercato S. Severino, Milena Miconi e Diego Ruiz, protagonisti della spassosa commedia.

Milena Miconi

Milena Miconi

Occhi verdi, sguardo sensuale e curve mozzafiato. La bellissima e talentuosa Milena Miconi ha esordito, nei primi anni novanta, a teatro, recitando in “Atti Unici” di Neil Simon. Nel frattempo fa la modella, sfilando per prestigiose griffe italiane, e, nel 1997, fa il suo esordio sul grande schermo, partecipando a due pellicole di successo: “Finalmente Soli” e “Fuochi d’Artificio”. Recita, quindi, in numerose fiction e pellicole d’autore e, all’inizio del terzo millennio, dopo aver partecipato alla fortunata serie televisiva “Don Matteo”, viene chiamata da Pierfrancesco Pingitore per il debutto come “primadonna” su Canale 5.

Milena, la tua è una carriera ricca di successi e soddisfazioni, corredata da tantissimo studio, ma anche da palpabile talento. Potresti parlarci di questa stranissima coppia? Come hai conosciuto Diego?

Milena Miconi – “Ci siamo incontrati grazie a Chicca, un’amica in comune. Lo conoscevo già, a dire il vero, ma non di persona. In quell’occasione mi mostrò il testo della commedia. Così ci siamo conosciuti ed abbiamo instaurato un bel rapporto. Devo dire che lavorare con Diego è stata, ed è tuttora, un’esperienza divertentissima. Andiamo in scena da tre anni. Ci divertiamo e stiamo bene insieme. E questa è una cosa davvero molto importante. Poi, io e lui somigliamo molto ai personaggi de la stranissima coppia. Scherzo!”.

Diego Ruiz

Diego Ruiz

Diego Ruiz è un attore, autore e regista italiano dotato di grande eclettismo. Nel corso della sua carriera ha scritto e interpretato diverse commedie teatrali di successo, che l’hanno reso famoso in tutta la penisola. Da tre anni è in scena con la Stranissima Coppia, divertentissima commedia all’italiana cha proietta lo spettatore nel complesso universo dei single forzati, scalfendo, altresì, temi sociali di grande importanza.

Diego, potresti renderci edotti in merito alle origini de La stranissima coppia?

Diego Ruiz -“Ho sempre incentrato le mie opere sul tema della coppia: un universo che adoro moltissimo, perché pieno di spunti. Ho sempre scritto tante commedie per due personaggi. Ho iniziato nel 1999, con Orgasmo e Pregiudizio, un’opera (rappresentata per undici anni in tutto il mondo) imperniata su un dialogo a due, che si svolge interamente a letto. Mi sono sempre ispirato al mondo che mi circonda, dai miei amici a me stesso. Così, dopo diverse commedie sul matrimonio e sulle suocere, ho deciso di scrivere qualcosa sul mondo dei quarantenni: categoria, ormai, sempre più tormentata dalle grane afferenti alla separazione e dal problema di rimettersi in gioco. E, pertanto, ho scritto la Stranissima Coppia: un’opera basata sul primo appuntamento tra due single forzati. Ho pensato a Milena Miconi subito dopo aver assistito ad un suo spettacolo teatrale, perché oltre ad essere una bellissima donna è anche una brava attrice, dotata, per’altro, di grande autoironia; una dote assai rara, a dire il vero. Così abbiamo fatto le prove ed ho capito che il testo le calzava a pennello. Sono tre anni che andiamo in scena, ma, per fortuna, ci divertiamo ancora come matti”.

Secondo te, in una coppia esiste davvero la normalità? Esiste l’amore eterno? O, come asseriva Carlo Verdone, è eterno finché dura?

“L’amore è, assolutamente, eterno finché dura. Anche se, in cuor mio, spero possa durare tutta la vita. Però, a dire il vero, mi capita spesso di notare che quasi tutte le coppie da mulino bianco che conosco, nascondono, in realtà, delle stranezze. Ogni partner, infatti, ha le proprie particolarità. E, credo, pertanto, che la stranezza sia la vera normalità. Le mie coppie, ovviamente, sono molto estremizzate. Tuttavia, mi capita spesso di notare, con grande piacere, che la gente si rispecchia nei miei personaggi”.

Antonio Migliorino


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy