• Google+
  • Commenta
18 marzo 2015

Miss T & The Mad Tubes alla rassegna Jazz, Teatro comunale M.S.S.

Miss T & The Mad Tubes

Rassegna Musicale 2014-2015: intervista esclusiva a Miss T e Davide “DiceDado” Bianchi dei Miss T  & The Mad Tubes

Miss T & The Mad Tubes

Miss T & The Mad Tubes

Applausi scroscianti ed indimenticabili emozioni, venerdì sera, al Teatro Comunale di Mercato S. Severino, per il sublime concerto dei Miss T & The Mad Tubes, penultimo appuntamento della rassegna musicale 2014-2015, “Sulle note Blues, Crossover & Jazz”, ideata dalla Fondazione Teatro, presieduta dall’Avv. Andrea Torre, ed organizzata dal Direttore Artistico Gaetano Basile.

I Miss T & The Mad Tubes, suadente realtà musicale di stampo rhythm and blues italiana, edulcorata da un talento a dir poco innato, hanno dato vita ad uno spettacolo elettrizzante, coinvolgente, di pingue qualità. Dal rock and roll al rhythm and blues, fino a scalfire un groove intenso, corredato da profonde influenze “chess records e sun records”. I cinque musicisti italiani sono stati davvero fantastici; hanno allietato ed inebriato l’atmosfera con classe, simpatia ed eleganza, sviscerando scenari d’inusitato candore.

Intervista a Miss T & The Mad Tubes

Nato nel 2011, il connubio tra Miss T, bellissima e talentuosa voce italiana, ed i Mad Tubes, quartetto milanese composto da Max Pierini (vocals and guitar), Davide “DiceDado” Bianchi (vocals and upright bass), Piergiorgio “Mr. Pjt” Elia (tenor and baritone saxophones) e Laurent “Le Mapo” Mapelli (snare, bass drums, cymbals and washboard), ha, di recente, ottenuto lauti successi, soprattutto dopo l’uscita dell’album “She’s that Gorgeous” (Vintage Roots Records).

Pochi istanti dopo la chiusura del sipario, abbiamo intervistato, dietro le quinte del Teatro Comunale di Mercato S. Severino, fiore all’occhiello della cultura salernitana, Miss T e Davide “DiceDado” Bianchi, rispettivamente cantante e contrabbassista della band lombarda Miss T & The Mad Tubes.

Stasera avete eseguito incantevoli eloqui musicali, funamboliche evoluzioni e rutilanti improvvisazioni armoniche, rallegrando gli animi della platea e dando vita ad un concerto unico ed indimenticabile. Miss T, potresti descriverci le emozioni che hai provato esibendoti per la prima volta in Campania, tua terra natia? Progetti futuri con i Miss T & The Mad Tubes?

M – “Ti dico la verità: la mia voce ha tremato per quasi tutto il concerto. Ero molto emozionata. Trovarsi a casa propria dopo tanti anni è sempre un bell’impatto. E’ stata un’esperienza davvero entusiasmante; e spero, un giorno, di poter ritornare a cantare davanti ad un pubblico partenopeo. Per quel che concerne il futuro, l’unico progetto esistente è simboleggiato dai “Miss T & The Mad Tubes”.

Che cosa rappresenta la musica per la cantante dei Miss T & The Mad Tubes?

M – “Da buona partenopea, è chiaro che la musica è nel sangue. E’ dentro di me. E’ linfa vitale. Non puoi pensare di trascorrere una giornata senza ascoltare un disco. La musica è fondamentale”.

Davide “DiceDado” Bianchi, com’è sbocciato il connubio artistico con Miss T?

D – “Nasce da un’esperienza di rock and roll che Miss T desiderava fare. Noi facevamo rock and roll con delle forti influenze blues e, di tanto in tanto, rhythm and blues. Ci siamo conosciuti, abbiamo fatto delle prove e ci siamo piaciuti. Con Miss T, dunque, è stato amore a prima vista”.

Da questo incontro con Miss T è nato, nel 2013, il vostro ultimo disco, “She’s that Gorgeous” (Miss T & The Mad Tubes). Davide, potresti parlarci del sound e delle influenze che lo animano?

D – “L’album è rhythm and blues ed ha delle venature swing. Quindi, è un disco molto ballabile. Contiene delle cover molto belle ed altre che spesso attualmente dal vivo, ci riescono anche meglio (ride). Ma credo che il valore aggiunto di questo album siano i pezzi autografi molto belli. Il mio preferito Just Like a Birds” .

Che cosa rappresenta per te la musica?

D – “La musica è davvero molto importante ed è un aspetto quotidiano della nostra esistenza. Come citato sulla presentazione nostra e sul nostro sito web credo che il blues rinvigorisca la tua anima e il rock and roll la rallegri. Probabilmente noi viviamo tutte e due le cose. La musica è, dunque, fondamentale. Poi a noi piace interpretarla e vestirla anche al di fuori del palco.”

Antonio Migliorino


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy