• Google+
  • Commenta
31 marzo 2015

MITO-LAB del Politecnico di Bari per monitorare il consumo di suolo

MITO-LAB

Politecnico di Bari – Workshop MITO-LAB. La Puglia è una delle regioni italiane con maggior consumo di suolo

MITO-LAB

MITO-LAB

Monitorare il consumo di suolo per preservare l’ambiente con azioni efficaci. A giugno la presentazione del primo “Rapporto sul Consumo di Suolo” in Puglia

La Puglia è una delle regioni italiane dove si registra un maggior consumo di suolo.

Evocata a più riprese nei principali studi condotti in Italia (ISPRA e CRCS 2014), figura nel gruppo di regioni dove il fenomeno è più acuto con l’8% circa di suolo consumato, immediatamente dopo Lombardia e Veneto. Alcune esempi e peculiarità geografiche regionali sul consumo di suolo: nel brindisino, insediamenti impianti fotovoltaici; Valle d’Itria, dispersione insediativa; Coste in generale, erosione costiera, abusivismo edilizio; Alta Murgia, spietramento.

Di consumo di suolo si discute sempre più in ambito scientifico, dove si assiste ad uno spostamento dell’attenzione: dai fenomeni locali (dispersione urbana ed erosione del patrimonio naturale e culturale) alle implicazioni globali (cambiamenti climatici, all’autosufficienza alimentare, ecc.).

Il tema è di grande attualità. In questi mesi si osservano importanti, ma controversi, cambiamenti anche a livello normativo. Alcuni sono in cantiere, come le proposte e i disegni di legge nazionale, altri già in atto, come la nuova legge regionale della Regione Lombardia.

L’urgenza dei rimedi volti ad armonizzare i modelli insediativi con le molteplici ed essenziali funzioni ecologiche del suolo richiedono approfondimenti tecnico-scientifici e un’adeguata conoscenza dei processi di trasformazione del territorio pugliese.

In questa direzione si muove l’Osservatorio sul Risparmio di Suolo che fa capo al MITO-LAB (Multimedia Information for Territorial Objects-Laboratory) del Dipartimento di Scienze dell’Ingegneria Civile e dell’Architettura del Politecnico di Bari. MITO-LAB è parte integrante di un progetto scientifico europeo, MITO, orientato agli usi innovativi della conoscenza geografica a supporto del governo del territorio, dell’ambiente e del patrimonio culturale.

A tal riguardo, l’Osservatorio ha organizzato un workshop sul “Risparmio di Suolo in Puglia”. Esso è in programma domani, mercoledì, 1 aprile 2015, ore 10:30, presso il Dipartimento di Scienze dell’Ingegneria Civile e dell’Architettura (DICAR), campus universitario.

Coordinato dal responsabile di progetto, prof. Carmelo Torre, docente presso il Poliba, l’Osservatorio sul Risparmio di suolo del MITO-LAB, vedrà la partecipazione di rappresentanti dei diversi enti partecipanti, fra cui il Centro di Ricerca sui Consumi di Suolo (promosso dal Politecnico di Milano, dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Legambiente), InnovaPuglia, ARPA Puglia, l’Istituto di Metodologie per l’Analisi Ambientale di Potenza del CNR, nonché di docenti e ricercatori – oltre che dello stesso Politecnico di Bari, anche dell’Università della Basilicata, dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e dell’Università degli Studi di Foggia.

L’obiettivo a breve termine consisterà nella redazione del primo “Rapporto sul Consumo di Suolo” in Puglia, che l’Osservatorio e i suoi partner contano di presentare a giugno prossimo, in occasione dell’evento conclusivo del progetto MITO.

Workshop e progetto MITO-LAB al Politecnico di Bari

Il progetto M.I.T.O. (Multimedia Information for Territorial Objects – Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali) ha previsto la realizzazione di una rete di laboratori specializzati nella gestione di infrastrutture per l’informazione territoriale.

Al Progetto M.I.T.O.  partecipano: Politecnico di Bari; Università degli Studi di Napoli Federico II; Università degli Studi Suor Orsola Benincasa; Università degli Studi di Napoli Parthenope; Seconda Università degli Studi di Napoli; ISPM – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca dell’Ambiente; Università degli Studi di Palermo; Università degli Studi di Salerno.

All’interno del progetto, il Poliba ha realizzato il MITO-LAB di Bari che ha orientato la sua attenzione verso gli usi innovativi della conoscenza geografica a supporto del governo del territorio, dell’ambiente e del patrimonio culturale, perseguendo una visione complessa delle relazioni fra informazione, conoscenza e supporto alla decisione e all’azione.

Il MITO-LAB di Bari opera intorno a cinque assi tematici prioritari, dedicando a ciascuno uno dei seguenti Osservatori per l’Informazione Territoriale: Risparmio di Suolo; Insediamenti Urbani e Ambiente; Patrimonio Culturale; Valutazioni Immobiliari; Analisi Ambientali e Cittadinanza Digitale.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy