• Google+
  • Commenta
13 marzo 2015

Riforma Scuola Renzi 2015: ultime novità assunzioni precari e presidi

Ddl Buona Scuola 2015

Riforma Scuola Renzi 2015, una riforma dalle mille novità, incredibili numeri, miracolosi progressi e soprattutto da molte assunzioni: le ultime novità su precari e facoltà dei presidi di scelta dei professori

Riforma Scuola Renzi

Riforma Scuola Renzi

La riforma scuola Renzi fa parlare di sé per moltissimi motivi. Una ragione importante è sicuramente quella delle assunzioni.

Riforma Scuola, docenti e assunzione precari: Sono molti i docenti precari che si domandano se riusciranno finalmente ad avere un posto certo e in che modalità avverranno queste scelte.

Nello stesso capitolo rientrano le nuove responsabilità date ai presidi, che verranno messi nella condizione di decidere quali insegnanti assumere saranno successivamente loro stessi ad essere soggetti a loro volta di valutazioni sul loro operato.

E che succede ai prof che faranno parte della scuola? Le ultime notizie Riforma Scuola Renzi 2015 lasciano intendere che i professori avranno agevolazioni con scatti di anzianità e carte dei prof del valore di 500 euro per accrescere il proprio bagaglio culturale. Allo stesso tempo, però, dovranno loro stessi garantire una maggiore preparazione, per soddisfare i nuovi target richiesti dalla riforma scuola Renzi ed essere pronti ai cambiamenti che la riforma scuola prevede – un esempio è rappresentato, ad esempio, dalla progressiva digitalizzazione del sistema scolastico.

Tale progresso digitale sarà accompagnato dal miglioramento strutturale delle scuole: ricordiamo che il ministro dell’istruzione Stefania Giannini prevede all’incirca 3000 interventi per il miglioramento delle strutture scolastiche. Tornando alle graduatorie, alle assunzioni e alle agevolazioni per chi riuscirà a superare tutto l’iter che porta all’aggiudicarsi un posto nell’organico scolastico, vediamo nel dettaglio cosa cambierà con l’approvazione della riforma scuola.

Riforma Scuola Renzi 2015: ultime notizie e novità del Governo

Riforma Scuola Renzi

Riforma Scuola Renzi

Una prima importante novità della riforma scuola è quella sugli scatti di anzianità nella carriera, accompagnati da una cifra di 200 milioni di euro a partire dall’anno prossimo.

Il merito sarà valutato dal preside e dal consiglio dei docenti. Questa modalità di decisione è stata stabilita per promuovere l’ autonomia che tutte le scuole già hanno e devono continuare ad avere.

La riforma scuola Renzi prevede poi l’inserimento della “Carta del professore”. Si tratta di una carta virtuale dei professori con un accredito di 500 euro da utilizzare per andare al teatro, per concerti o per l’opera. Insomma, per fare si che ci sia una sorta di “formazione continua” dal punto di vista strettamente culturale.

Una nota indubbiamente positiva è poi il rafforzamento di insegnamenti di materie come musica, arte, lingue ed educazione motoria. Ingiustamente, negli ultimi anni, queste materie (specialmente arte) avevano subito una retrocessione nel monte ore previsto dalle scuole. In questo modo, si preannuncia il ritorno di un bagaglio culturale un po’ più consistente delle future generazioni.

Per le lingue, inoltre, Renzi richiede un inglese assolutamente perfetto basta con maestre che insegnano le lingue straniere dopo un breve corso: è ora di maggiore professionalità.

Queste iniziative culturali hanno subito destato l’approvazione di Franceschini, il quale ha tempestivamente fatto sentire la sua tramite twitter: “Approvato in Consiglio Ministri il ddl #labuonascuola. Un impegno mantenuto e uno sfregio sanato: tornano la storia dell’arte e la musica”.

Assunzioni Docenti: quando e come avverranno, piano assunzioni e immissioni in ruolo

Matteo Renzi ha evidentemente riflettuto sulla condizione della scuola italiana degli ultimi anni, quella stessa scuola dalle interminabili graduatorie che c’è necessità di abbattere. Come egli stesso ha dichiarato sull’argomento Riforma Scuola Renzi e abilitazioni, infatti, “abbiamo necessità di sanare la questione delle graduatorie. Vengono inseriti gli iscritti nelle Graduatorie ad Esaurimento e i vincitori di concorso 2012, le graduatorie di istituto non saranno coinvolte, faranno il nuovo concorso”. Dunque, cosa succede a chi ha faticato tanto per arrivare al punto in cui si trova? I risultati raggiunti saranno cancellati?

A quanto pare, l’idoneità non conta: “Gli idonei, in quanto idonei, non possono essere assunti, altrimenti gli idonei si chiamerebbero vincitori di concorso, quindi restano fuori delle assunzioni”.

In tal modo, è molto più agevole capire quali sono quelle persone che potranno accedere ai 100mila posti – e non più i 148mila iniziali – riservati ai futuri insegnanti.

Chi sono i docenti che saranno tagliati fuori dalla riforma scuola? Ben 23mila persone, la maggior parte appartenenti alla scuola dell’Infanzia. Questi ultimi dovranno aspettare un anno e una legge delega.

E per il futuro? Siete curiosi di sapere come funzionerà? Ma è molto semplice: “chi vince entra, chi non vince resta a casa.

Cdm approva riforma scuola, i presidi potranno scegliere i professori

Cdm approva la riforma scuola

Cdm approva la riforma scuola

Come comunicato da Renzi, il Consiglio dei Ministri ha approvato un altro punto importante della riforma scuola Renzi quello riguardante il potere del preside nell’assunzione degli insegnanti che costituiranno l’organico scolastico.
Il preside, che è infatti dirigente scolastico, potrà scegliere gli insegnanti da assumere. In che modo? Partendo proprio dai curriculum inviati dagli insegnanti. Tali curriculum saranno resi pubblici, in modo da garantire la trasparenza della scelta. Chi garantisce l’affidabilità del preside? Anche i presidi saranno soggetti a valutazioni.

Grazie a questo tipo di sistema, non dovrebbero più esserci ne “classi pollaio” né tanto meno supplenti.

Ambra Benvenuto


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy