• Google+
  • Commenta
29 aprile 2015

Concertone Primo Maggio 2015 Roma: staff-cantanti-scaletta-programma

Concertone Primo Maggio Roma

Tutto quello che devi sapere sul concertone primo maggio 2015 Roma: scaletta programma completo, staff con artisti, cantanti e gruppi emergenti che saliranno sul palco l’1 maggio

Concertone Primo Maggio Roma

Concertone Primo Maggio Roma

Ecco le ultime news sulla 25° edizione concertone  del primo maggio 2015: dallo staff alla scaletta, dal programma ai cantanti: tutto sullo storico Concertone Primo Maggio 2015 targato Roma.

Concertone Primo Maggio 2015: intervista esclusiva a Lodo Guenzi degli Stato Sociale, che venerdì 1 maggio 2015 sarà sul palco allestito in Piazza S. Giovanni per la kermesse primaverile più attesa dagli italiani.

Il Concertone Primo Maggio andrà in onda, come sempre, dalle ore 15:00 a mezzanotte (con una pausa di circa un’ora, a partire dalle 18:55, per dar spazio ai Tg) su Rai 3, sul canale 501 HD e Radio Rai 2.

Dal 1990, la kermesse musicale, patrocinata dalle tre confederazioni sindacali italiane (Cgil, Cisl e Uil), fa da sfondo alla festa dei lavoratori, rappresentando uno spunto di riflessione su tematiche sociali particolarmente sentite.

La conduzione della 25° edizione del Concertone Primo Maggio è stata affidata a Camilla Raznovich. Ma, nel corso della serata, la simpatica presentatrice sarà affiancata da ben 8 volti storici della kermesse romana. Si tratta di Vincenzo Mollica (al timone del Concertone Primo Maggio dal 1991 al 1994), Carlo Massarini (Concertone Primo Maggio 1990), Enrico Silvestrin (Concertone Primo Maggio del 1998), Paola Maugeri (Concerto 1 Maggio 1998 e 2002), Francesco Pannofino (Concerto 1 Maggio 2012), Dario Vergassola (Concertone Primo Maggio nel 2014), Claudio Santamaria (alla guida della kermesse nel 2008) e Paolo Rossi (Concertone Primo Maggio nel 1995 e nel 2007).

Di recente, gli organizzatori del concertone primo maggio hanno ufficializzato i nomi degli artisti che saliranno sul palco allestito ai piedi della maestosa, sublime ed eterea Basilica di San Giovanni in Laterano. Ad illuminare gli animi degli spettatori del primo maggio saranno: J-Ax, Bluvertigo, Goran Bregovic, Enzo Avitabile, Alessio Bertallot, Alpha Blondy, Alex Britti, Mimmo Cavallaro, Teresa De Sio, Almamegretta, Emis Killa, Ghemon, Irene Grandi, Kutso, Lacuna Coil, Levante, Lo Stato Sociale, Ylenia Lucisano, Med Free Orkestra, Nesli, Noemi, Pfm, Enrico Ruggeri, Daniele Ronda & Folklub, Santa Margaret, James Senese & Napoli Centrale, Tinturia, Tarantolati di Tricarico, Paola Turci, Otto Ohm, Sandro Joyeux Mario Venuti & Mario Incudine.

Desiderosi di ampliare i nostri orizzonti conoscitivi in merito al celebre “Concertone Primo Maggio” abbiamo intervistato Lodo Guenzi degli Stato Sociale, che venerdì 1 maggio 2015 suoneranno sul palco allestito in Piazza San Giovanni.

Indiscrezioni sul concerto del primo maggio a Roma svelate da Lodo Guenzi

Lodo Guenzi degli Stato Sociale

Lodo Guenzi degli Stato Sociale

Lo Stato Sociale è una indie-rock band rutilante, geniale e spumeggiante.

Onestà intellettuale, sincerità, impegno sociale, sarcasmo e talento: sono questi, forse, i principali pregi del quintetto bolognese fondato, nel 2009, da Alberto Cazzola (Albi, voce e basso), Lodovico Guenzi (Lodo, voce, chitarre e piano) e Alberto Guidetti (Albe, voce e percussioni).

Nel 2011, ai tre storici membri, si sono aggiunti Francesco Draicchio (Checco, voce e sintetizzatori) ed Enrico Roberto (Carrots, voce e sintetizzatori).

Dall’EP d’esordio “Walfare Pop” (2010) ad “Amore ai tempi dell’Ikea”, fino a scalfire gli album “Turisti della Democrazia” (2012) e “L’Italia Peggiore” (2014), nonostante la sua “giovane età”, Lo Stato Sociale ha già collezionato numerosi successi (tutti targati Garrincha dischi), entrando nel cuore e nelle grazie di migliaia di fan. Con “Turisti della Democrazia, infatti, la band ottiene la Targa Giovani Mei e il Premio Siae “Miglior giovane talento dell’anno”, mentre nel 2014, anno del secondo album, il singolo “C’eravamo tanto sbagliati” riceve il plauso dell’On. Pippo Civati del Pd. Lodo Guenzi, potresti parlarci degli Stato Sociale? Cosa simboleggiano per te?

“E’ la storia di un’amicizia. E’ un gioco che ci siamo inventati per trascorrere qualche pomeriggio insieme. Si tratta di un progetto musicale da cui sono scaturiti risultati, per noi, abbastanza inaspettati, sotto molti punti di vista. Un progetto che ci ha anche responsabilizzati, mettendoci di fronte a noi stessi, nel tentativo di farci dire le cose che pensiamo, al di là dell’iniziale voglia di provocare. Diciamo che alla base della nostra band c’è una forte relazione umana. Poi ci sono altre ragioni. La voglia di vivere facendo spettacoli, che è comunque meglio di andare a lavorare in fabbrica. Poi c’è la voglia di raccontare il mondo con i tuoi occhi. Che, poi, questo sguardo sia condiviso da tante persone è una cosa che ci fa piacere ma che, al contempo, non siamo in grado di controllare”.

Quest’anno, gli Stato Sociale saliranno sul palco allestito in Piazza S. Giovanni in Laterano per partecipare allo storico Concertone Primo Maggio. Lodo Guenzi potresti darci delle anticipazioni circa la vostra esibizione?

La Festa dei lavoratori in Italia è un paradosso divertente, nel senso che il mondo del lavoro sta attraversando un momento di crisi epocale. Si potrebbe quasi dire che il lavoro non c’è, e festeggiarlo in Italia, sarebbe un po’ come festeggiare in Francia il bidè. Però credo sia proprio la festa il luogo da cui ripartire, cioè rilanciare una condizione drammatica attraverso l’innovazione, la fantasia e la creatività. Trasformare una tragedia in una festa, appunto, come facevano i greci. Sul concerto posso dirti che suoneremo sufficientemente tardi perché un sacco di gente possa essere già cotta e presa bene. Quest’anno suoneremo per la prima volta sul palco del Concertone Primo Maggio. Credo sia una cosa sicuramente positiva. E’ l’unico concerto concepito veramente come nazionalpopolare in questo Paese. Anche se non mi piacciano molto le kermesse in cui si suona in modo lampo, cioè per soli 10 minuti, però al di là di questo credo sia bello che moltissime persone partecipino, una volta tanto, ad un concerto senza concepirlo come una cosa solo da patiti del rock”.

Concerto primo maggio

Concerto primo maggio

“Turisti della Democrazia” e “l’Italia Peggiore” sono due album surreali, malinconici ma al contempo coraggiosi ed ironici. A quando un nuovo disco?

“I due dischi degli Stato Sociale sono stati fatti l’uno a ridosso dell’altro, a distanza di pochi mesi. Avevamo un po’ l’esigenza di capire quale fosse la dimensione della nostra musica. Adesso che questa cosa è ufficiale, proviamo a prenderci un po’ le misure. A novembre ci fermeremo, penso almeno per un annetto e mezzo in cui capiremo cosa fare. E tireremo fuori una cosa solo quando sarà il momento”. – Conclude Lodo Guenzi degli Stato Sociale –

Antonio Migliorino


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy