• Google+
  • Commenta
24 aprile 2015

Francesco Maria Contini laurato Unimore riceve premio Think Green

Francesco Maria Contini

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – Francesco Maria Contini, neolaureato del DIEF – Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” – di Unimore riceve premio Think Green

Francesco Maria Contini

Francesco Maria Contini

Francesco Maria Contini ha avuto un importante riconoscimento, classificandosi al secondo posto del concorso nazionale “Think Green, Be Efficent!” promosso da Schneider Electric, in collaborazione con Kyoto Club ed EnSiE, il Consorzio interuniversitario nazionale per energia e sistemi elettrici, per la miglior tesi di laurea sull’efficienza energetica negli edifici.

Il premio, patrocinato dai Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, oltre ad un assegno darà l’opportunità al giovane ingegnere di poter svolgere uno stage formativo retribuito di un anno presso una delle sedi dell’azienda promotrice.

Francesco Maria Contini neolaureato di Unimore – Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia si è aggiudicato il secondo premio del concorso nazionale “Think Green, be Efficient!”, un’iniziativa promossa da Schneider Electric, in collaborazione con Kyoto Club ed EnSiE, il Consorzio interuniversitario nazionale per energia e sistemi elettrici, patrocinata dai Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, per la migliore tesi di laurea sull’efficienza energetica negli edifici.

E’ l’ing. Francesco Maria Contini, laureato in Ingegneria Civile con il massimo dei voti presso il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” – DIEF – di Unimore, il quale si è visto riconoscere, con particolare apprezzamento della giuria del concorso, il valore scientifico della sua tesi di laurea dal titolo “Analisi in regime dinamico di un edificio universitario complesso: la Biblioteca Scientifica Interdipartimentale dell’Ateneo di Modena e Reggio Emilia”.

Il concorso, rivolto agli studenti prossimi alla laurea specialistica o magistrale, che ha visto quest’anno la partecipazione di 50 tesi di laurea di studenti provenienti dalle facoltà di Ingegneria o Architettura di 22 università di tutta Italia, ha l’obiettivo di incrementare e valorizzare lo sviluppo di proposte progettuali concrete per la riqualificazione energetica degli edifici, attraverso l’utilizzo sinergico di più tecnologie ed una valutazione di sostenibilità economica ed ambientale della soluzione stessa.

La cerimonia di premiazione è stata introdotta da un intervento di Gianni Silvestrini, Direttore Scientifico di Kyoto Club, Presidente GBC, nonché Presidente della Giuria del Concorso, che ha messo in evidenzia la qualità multisciplinare delle tesi presentate, l’integrazione tecnologica grazie all’utilizzo di Home e Building Automation, la sensibilità economica sul ritorno dell’investimento e l’esemplarità di un percorso da accelerare nel quadro del patrimonio edilizio italiano, la cui riqualificazione energetica può costituire leva di rilancio dell’economia del paese.

Il premio consistente in un assegno, borsa di studio, del valore di 2.000, 00 euro, offrirà a Francesco Maria Contini l’opportunità di svolgere uno stage formativo retribuito della durata di un anno presso una delle sedi aziendali di Schneider Electric, mentre iI DIEF, cui afferisce il relatore della tesi, prof. Paolo Tartarini, riceverà materiale Schneider Electric per il potenziamento dei laboratori didattici e scientifici su Efficienza Energetica, Domotica e Building Automation, per un valore commerciale di 3.000,00 euro.

Il prof. Paolo Tartarini, relatore della tesi dell’ing. Contini, si è dichiarato estremamente soddisfatto sia per il risultato raggiunto in termini scientifici con l’elaborato di tesi sia per il riconoscimento, da parte di Schneider Electric, del valore del lavoro svolto. “È di grande importanza per l’Università – afferma il prof. Tartariniche studi approfonditi e tesi di laurea sull’efficienza energetica degli edifici vengano percepiti e riconosciuti come importanti contributi scientifici da parte dell’opinione pubblica e ancor di più da parte del mondo aziendale produttivo. Un ateneo come il nostro, legato in maniera fortissima al territorio, non può ignorare le problematiche energetiche che vanno dal settore residenziale a quello industriale, e premi come quello ricevuto dall’ing. Contini per il suo eccellente lavoro sottolineano come la ricerca universitaria in campo energetico possa avere impatti e ripercussioni di grande concretezza e di notevole interesse per soggetti pubblici e privati in egual misura”.

Il lavoro di Francesco Maria Contini laureato all’Università di Modena e Reggio Emilia

Il lavoro di tesi svolto dall’ing. Francesco Maria Contini riguarda un progetto di efficientamento e riqualificazione energetica di un edificio esistente di elevata complessità dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, ovvero la Biblioteca Scientifica Interdipartimentale – BSI – in via Campi a Modena. Il lavoro è stato sviluppato attraverso l’integrazione mirata di più tecnologie. Il comportamento del sistema edificio-impianto è stato simulato con un software dinamico (TRNSYS). Sono stati valutati diversi interventi di riqualificazione energetica e la loro possibile integrazione. L’obiettivo prefissato e raggiunto è stato quello di arrivare a dimostrare come la Building Automation (BA) sia ormai matura e indispensabile per raggiungere standard elevati di efficienza energetica.

Sono molto felice di aver potuto partecipare a questo concorso nazionale – afferma Francesco Maria Contini di Unimore – e ancora di più di avere vinto il secondo premio. Il lavoro di tesi e la laurea mi avevano già dato grande soddisfazione e questa vittoria mi ha colto di sorpresa. Sono quindi contento del mio percorso di studi ,che mi ha permesso questo bel risultato. Ritengo giusto ringraziare in particolare il mio relatore, il prof. Paolo Tartarini, che mi ha dato questa opportunità e le mie correlatrici Susanna Magli e Chiara Lodi che mi hanno aiutato, consigliato e spronato ad andare avanti per completare nel modo migliore la tesi”.

Francesco Maria Contini è nato a Carpi (Mo) si è laureato in Ingegneria Civile con 110/110 con la tesi: “Analisi in regime dinamico di un edificio universitario complesso: la Biblioteca Scientifica Interdipartimentale dell’Ateneo di Modena e Reggio Emilia” all’Università degli Studi Modena e Reggio Emilia ed ha conseguito la triennale in Ingegneria Civile all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia con votazione 99/110. Oggi è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari – DIEF.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy