• Google+
  • Commenta
9 aprile 2015

Riforma delle pensioni 2015: Damiano, due idee di pensione anticipata

Riforma delle pensioni 2015: proposte Damiano

Ultime notizie riforma delle pensioni 2015, continuano gli interventi del Governo Renzi: Damiano propone due sistemi e idee di pensione anticipata contro i tagli di Boeri

Riforma delle pensioni 2015: proposte Damiano

Riforma delle pensioni 2015: proposte Damiano

La riforma delle pensioni 2015 è un argomento ormai discusso quotidianamente. Le motivazioni sono da ricercare nel fatto che dopo aver proposto per mesi soluzioni per riparare ai danni della riforma pensioni Fornero, sia stata comunicata l’impossibilità di realizzare seriamente la riforma delle pensioni 2015.

Il problema è essenzialmente la mancanza di flessibilità, da parte del governo, dei requisiti per poter accedere alla pensione.

Con la riforma pensioni Fornero, il limite è fisso a 66 anni ed è un grave danno per moltissimi lavoratori e non solo. È un danno per i lavoratori che con una carriera alle spalle sono stanchi e non possono godere di un loro diritto e per i lavoratori che conclusa la loro carriera non sanno come reinserirsi nel mondo del lavoro (i cosiddetti esodati). Allo stesso tempo, la negazione della riforma delle pensioni comporta danni anche per quella fetta di giovani che, con tutti i posti già occupati, non hanno lo spazio necessario per potersi iniziare ad inserire (dunque la pensione in questi casi diventa ulteriormente un miraggio).

Con la riforma delle pensioni 2015 si erano analizzate varie opportunità per garantire più flessibilità, la più famosa è quota 100, con cui era possibile andare in pensione se età anagrafica ed età contributiva davano come risultato il numero 100. Per molti lavoratori era diventata un’ancora di salvezza, anche se si andava incontro a penalizzazioni.

Ultime notizie riforma delle pensioni 2015: cambiamenti e discussioni sulle pensioni anticipate

Di tutti i cambiamenti discussi, alla fine, l’unico che è rimasto saldo, perché già previsto, è stato quello sull’opzione donna, che garantisce alle lavoratrici la possibilità di andare in pensione a 57 o 58 anni se maturano 35 anni di contributi entro il 31 dicembre di quest’anno. Anche a tal proposito era stata richiesta una proroga, di cui non si ha più avuto notizia.

Ma perché la riforma delle pensioni non si può fare? Come al solito, il problema è la mancanza di fondi. Lo Stato italiano ha già un gap di 10 miliardi di euro e non può permettersi l’investimento necessario ad attuare la riforma delle pensioni. L’Europa rifiuta un eventuale aiuto visto che non vede necessità di tale riforma e il popolo italiano si ribella con varie manifestazioni di disappunto.

La riforma delle pensioni 2015 rimane un argomento chiacchierato perché oltre alle persone in piazza, stavolta anche in Parlamento si è deciso di non accettare tutto ciò che viene comunicato senza battere ciglio. Si è dato il via alle proposte che possano rendere possibile la riforma delle pensioni ed è per questo che l’argomento continua ad essere discusso ogni giorno. Vediamo qual è stata l’ultima.

Cesare Damiano e le proposte riforma delle pensioni contro i tagli di Boeri

Damiano, si sa, sta lottando per la riforma delle pensioni praticamente da quando si è iniziato a discutere di questo provvedimento. Gli ultimi suoi interventi sono stati mirati a smontare il rifiuto dell’attualizzare la riforma. In particolare, la sua ultima proposta pare s divida in due tranche. Innanzitutto, una prima parte del piano consisterebbe all’indagine sul Fondo degli esodati. Bisogna capire a quanto ammonta tale fondo e dividerlo affinché venga utilizzato per tutelare lavoratori in situazioni disagiate come gli esodati. La seconda parte del piano consisterebbe invece nella revisione della Legge di Stabilità, al fine di garantire effettivamente una ripresa e uno scorrimento della situazione attuale garantendo la flessibilità sui requisiti della pensione, ammettendo realmente la possibilità di andare in pensione anticipata qualora i lavoratori lo desiderassero.

Proposte sulle pensioni anticipate

Proposte sulle pensioni anticipate

Ma, all’atto pratico, cosa sta facendo Damiano? Attualmente sono stati riaperti i dossier sulla previdenza dalla Commissione Lavoro della Camera e si stanno riesaminando i disegni di legge riguardanti l’argomento. Damiano è orientato verso l’adozione dei seguenti provvedimenti:

  • pensione anticipata accessibile con 62 anni di età anagrafica e 35 di età contributiva comprendente una penalizzazione dell’8 percento sull’assegno pensionistico.
  • pensione anticipata con 41 anni di contributi senza penalizzazione.

L’argomento riforma delle pensioni 2015 non è per niente concluso e le proposte continueranno ad arrivare per cercare di garantire l’agognata flessibilità in uscita.

Ambra Benvenuto


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy