• Google+
  • Commenta
25 maggio 2015

Bonus pensioni Renzi e rimborsi Poletti: quanto spetta a pensionato

Bonus Renzi pensioni minime

Bonus Pensioni Renzi: ecco come funziona il bonus rimborsi Poletti, quanto spetta a pensionato, tempi e come fare domanda all’INPS per chiedere la restituzione arretrati 

Bonus pensioni Renzi

Bonus pensioni Renzi

Le ultime novità sulla riforma pensioni 2015 sono focalizzate su flessibilità in uscita, l’unico provvedimento in grado di garantire la pensione anticipata rispetto a quanto stabilito dalla riforma pensioni Fornero, e sui bonus pensioni che spettano a 4 milioni di pensionati.

Fino a qualche mese fa, i mezzi di informazione erano concentrati sui provvedimenti proposti nell’ambito della riforma delle pensioni 2015 per garantire il diritto alla pensione anticipata, come ad esempio opzione donna,  quota 100 e quota 97 e . Purtroppo ogni proposta era ostacolata soprattutto per problemi economici. L’ostacolo più significativo si è però rivelato la dichiarazione di incostituzionalità della riforma pensioni Fornero, in quanto tramite i blocchi posti agli assegni pensionistici di ben 4 milioni di pensionati, è stata minata la stabilità dei conti e il potere d’acquisto.

A questo punto è stato necessario stabilire una procedura di rimborso minimo mediante bonus, in quanto ad ogni pensionato in questione spettano almeno 500 €.

Mentre inizialmente Renzi aveva parlato di un rimborso selettivo e per giunta in tempi non immediati, successivamente ha ritenuto necessario stilare una norma che stabilisse a chi spettasse il rimborso e in che tempi. Da qui il cosiddetto bonus Poletti, che in base all’assegno pensionistico stabilisce quanto spetta a pensionato. Le ultime novità sul rimborso pensioni, infatti, riguardano proprio la tempistica, in quanto si potrebbe seguire la strada di un bonus da ricevere una tantum oppure quella di un bonus pensioni da ricevere una volta all’anno, di somma ovviamente più bassa.

Tale risarcimento non sarà comunque totale in quanto per rimborsare tutti i pensionati della somma di cui sono stati privati ci vorrebbero 11 miliardi di euro. Renzi invece ha a disposizione soltanto 2 miliardi, messi da parte in caso di povertà estrema.

Le novità, comunque, non sono finite qui e soprattutto non riguardano soltanto i già pensionati. Per chi desidera la pensione anticipata, c’è ancora speranza in quanto Renzi ha assicurato che i provvedimenti riguardanti la flessibilità in uscita rimangono in discussione e saranno chiariti all’interno della legge di stabilità 2015/2016. Ciò che è certo è che chi deciderà di andare in pensione anticipata molto probabilmente andrà incontro a penalizzazioni sull’assegno pensionistico.

Bonus pensioni Renzi e rimborsi Poletti, ecco quanto spetta a pensionato

Chi ha diritto al bonus pensioni sono tutti i pensionati che hanno come pensione minima 1443 €. Come accennato, le norme del bonus parlano di rimborso da riscuotere o una tantum oppure basato su somme annuali.

Il bonus pensioni da riscuotere una tantum si sviluppa così:

  • Chi percepisce un assegno pensionistico di 700 € lordi, riceverà ad agosto 750 €;
  • Chi percepisce un assegno di 200 €, riceverà 450 €;
  • Chi percepisce un assegno di 3200 €, non avrà diritto a nulla;

Il bonus da riscuotere annualmente, si sviluppa invece così:

  • Chi percepisce 700 €, riceverà 180 € all’anno;
  • Chi percepisce 200 €, riceverà 99 € all’anno;
  • Chi percepisce 700 €, riceverà 60 € all’anno;

Il bonus pensioni dovrebbe avere luogo a partire dal 1 agosto 2015.

Ecco come fare domanda all’INPS per chiedere la restituzione arretrati

Per usufruire del bonus pensioni è necessario sottoporre un’apposita domanda all’Inps per via telematica, tramite apposito PIN, oppure tramite CAF o consulente del lavoro.

Nell’oggetto della domanda andrà indicata la motivazione del rimborso, in questo caso la frase che fa riferimento preciso al diritto bonus pensionistico è la seguente: ricostruzione nella pensione in virtù dell’abrogazione dell’art. 24-comma 25- D.L. n.201 del 06.12.2011 con sentenza della Corte Costituzionale n. 70 del 30.04.2015.

Nel contenuto della domanda andranno inseriti tutti i dati che influiscono sulla pensione, quindi informazioni sul proprio reddito, sulla pensione, su eventuale matrimonio, su eventuale reddito del coniuge e relativa pensione. In aggiunta, bisognerà indicare dettagliatamente le coordinate bancarie utili al rimborso.

Se la risposta non dovesse pervenire entro 120 giorni o si riceve un rifiuto, si può avviare una procedura di ricorso amministrativo, mediante via telematica, CAF o consulente del lavoro, oppure un’azione legale da avviare presso la sezione lavoro del Tribunale del territorio di riferimento. Per quest’ultima procedura è necessaria l’assistenza legale.

Bonus pensioni e rimborso pensione visti dalla Federazione dei Lavoratori Pubblici – Flp

Pasquale Nardone

Pasquale Nardone

Abbiamo chiesto a Pasquale Nardone, della Federazione dei Lavoratori Pubblici, cosa ne pensasse del bonus pensioni e del rimborso delle pensioni e se sono già in atto dei ricorsi in tal senso.

La risposta è stata la seguente: “Con il bonus delle pensioni i pensionati sarebbero rimborsati, in media, del 30% di quanto spetterebbe loro. Dal momento che però la riforma delle pensioni della Fornero è stata dichiarata incostituzionale, per essere del tutto giusti bisognerebbe rimborsare del tutto i pensionati  che sono stati privati del denaro che a loro spettava.”

“All’interno della FLP ci siamo posti il problema riguardo una class action finalizzata ad avere il rimborso totale della somma ma dal momento che non c’è ancora un decreto preciso, nonostante quanto comunicato dai politici ai media, è meglio aspettare per capire come agire al meglio per via giudiziaria.

Bonus pensioni Renzi Poletti

Bonus pensioni Renzi Poletti

“Ci è stata già chiesta qualche informazione riguardante la procedura di ricorso per il rimborso delle pensioni, ma con l’assenza di un decreto legge di riferimento è impossibile parlare precisamente di cosa fare a riguardo“. – Conclude  Pasquale Nardone, della Federazione dei Lavoratori Pubblici –

Scarica > Vocabolario Vademecum Pensione

Ambra Benvenuto


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy