• Google+
  • Commenta
27 maggio 2015

Appello degli studenti ai candidati alle elezioni regionali 2015

Appello degli studenti ai candidati

Appello degli studenti ai candidati

Appello degli studenti ai candidati: ecco le proposte delle associazioni studentesche Gulliver, Officina Universitaria e Rete degli Studenti Medi Marche.

Le associazioni studentesche Gulliver – Sinistra Universitaria (Università Politecnica delle Marche), Officina Universitaria (Università degli Studi di Macerata) e Rete degli Studenti Medi Marche, in vista delle elezioni regionali 2015 del 31 maggio, hanno ritenuto fondamentale fare un appello degli studenti ai candidati ed elaborare una serie di proposte sui temi che riguardano da vicino gli studenti della regione Marche.

Le regioni sono investite di importanti competenze relative al mondo dell’istruzione e del diritto allo studio, ovvero a tutto quel sistema di servizi e misure che dovrebbe fornire agli studenti tutti gli strumenti necessari per raggiungere i più elevati gradi dell’istruzione.

“La regione, dopo anni di risorse esigue e di dibattito politico quasi del tutto assente, dovrebbe ripartire con un nuovo approccio al mondo dell’istruzione e del diritto allo studio, che preveda maggiori risorse, che si basi su un’istruzione di qualità, che metta in pratica un concetto di “diritto allo studio” che fornisca i mezzi per la formazione completa dello studente, col fine di trasformarsi in un vero welfare studentesco, uniforme sul territorio”. – Sono queste le dichiarazioni delle associazioni studentesche alle porte delle elezioni regionali 2015 – “Questo passa attraverso numerose questioni, sia trasversali al mondo della scuola e dell’università, che specifiche dei due livelli di istruzione.” –  Continuno –

Appello degli studenti ai candidati alle elezioni regionali 2015 da parte delle associazioni

“Per quanto riguarda la scuola gli studenti della nostra regione incontrano tantissime difficoltà a spostarsi coi trasporti pubblici, sia per raggiungere la scuola sia per sostenere il costo degli abbonamenti mensili o annuali”

“Il costo per acquistare libri di testo e materiale scolastico è esoso e molte famiglie non riescono a permetterselo.” – Fanno sapere le associazioni degli studenti nell’appello lanciato ai candidati politici delle elezioni regionali 2015 –

“A questo si aggiungono un’edilizia scolastica in condizioni precarie, i pochi servizi di ripetizione e supporto allo studio, la dispersione scolastica oltre il 13%, i pochi spazi di aggregazione.  Sono oramai due anni che la Rete degli Studenti Medi porta avanti rivendicazioni per quanto riguarda diritto allo studio, welfare studentesco, edilizia scolastica e scuole aperte, pertanto auspichiamo che chi seguirà questa giunta al governo della Regione, riprenda in mano il tavolo di confronto con noi studenti per discutere delle nostre proposte: istituzione di un capitolo di bilancio dedicato al diritto allo studio per le scuole superiori, maggiori finanziamenti, istituzione di un abbonamento unico per i trasporti agevolato per studenti valido per tutta la regione, aumento  delle convenzioni della carta IoStudio a teatri, musei,  e a tutte le attività commerciali usufruibili dagli studenti, promozione del comodato d’uso per i libri all’interno delle scuole per abbattere uno dei principali capitoli di spesa delle famiglie. Un altro argomento molto importante che la prossima giunta dovrà affrontare sarà quello sull’orientamento universitario e al lavoro. Gli studenti devono essere messi in grado di fare la scelta migliore possibile a termine della scuola superiore su quale strada intraprendere: per questo è necessario un coinvolgimento attivo della componente di rappresentanza studentesca nei progetti che la Regione attiva in questo senso”. – si legge nell’appello degli studenti ai candidati delle elezioni regionali 2015 –

“Per l’università, è sicuramente prioritario, dopo i tagli nel bilancio 2015, ripristinare i fondi dedicati al diritto allo studio e in particolar modo alle borse di studio. Se non si procederà nell’immediato ad un nuovo rifinanziamento, infatti, più di mille studenti il prossimo anno accademico non riceveranno la borsa di studio, fonte di sostentamento fondamentale per mantenersi durante gli studi”.

“Si deve inoltre intervenire sugli studentati, sono strutture nella maggior parte dei casi invivibili e fatiscenti, che dovrebbero invece essere riqualificate e diventare centro della vita univeristaria e culturale delle città.”

“Altro aspetto fondamentale riguarda la governance degli ERSU, gli enti per il diritto allo studio, che sono enti strumentali della regione. Allo stato attuale, nelle marche ne esistono 4, uno per ateneo; chiediamo che, così come avviene già in molte regioni, anche le Marche procedano all’unificazione degli enti, misura fondamentale per garantire agli studenti di tutte le università della regione gli stessi servizi, e per avere una gestione ottimale delle risorse.”

Appello degli studenti ai candidati: le associazioni degli studenti medi

“Molte sono inoltre le questioni che interessano tanto gli studenti medi quanto gli studenti universitari.”

“In primis la questione dei trasporti pubblici, che sono una nota dolente sia su gomma che su rotaia: poche corse, sovraffollamento, orari e tragitti non rispondenti alle esigenze degli studenti. E’ quindi necessario compiere una riorganizzazione del servizio, abbattendo inoltre il costo di biglietti ed abbonamenti, troppo elevati. Chiediamo inoltre che siano proposte agevolazioni per permettere agli studenti di muoversi su tutto il territorio regionale, al fine di accedere alle numerose occasioni di interesse culturale e didattico presenti su tutto il territorio (alle quali gli studenti dovrebbero poter accedere in forma agevolata).”

“Dovrebbe essere agevolato l’acquisto del materiale didattico, una spesa sempre più grande per studenti e famiglie: è necessario prevedere degli sgravi per l’acquisto di libri, ma anche di tutti quei supporti elettronici ormai fondamentali per lo studio.”

Il documento elaborato dalle tre associazioni per le elezioni regionali 2015, “Proposte per un’istruzione regionale di qualità” tratta nel dettaglio tutti questi temi. Al centro di questo documento c’è la convinzione della necessità di far tornare il tema dell’istruzione torni al centro della politica regionale, perché investire nell’istruzione e investire negli studenti significa compiere un investimento per il tutto il territorio della regione; un investimento, oltretutto necessario per uscire finalmente dalla difficile situazione in cui anche la regione Marche si trova”.

“Auspichiamo pertanto che i candidati a queste elezioni regionali 2015 facciano proprie queste proposte e si impegnino fin da subito ad avviare con gli studenti un confronto reale, fondamentale per i giovani e per tutto il futuro della Regione.” – Concludono gli studenti delle associazioni –


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy