• Google+
  • Commenta
7 maggio 2015

Master in Cinema e Televisione del Suor Orsola Benincasa di Napoli

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa – Napoli – Master in Cinema e Televisione: la Tv ai tempi del Web: la Metamorfosi del piccolo schermo

In occasione della presentazione della squadra dei docenti dell’area televisiva del nuovo Master in Cinema e Televisione del Suor Orsola composta da autori, giornalisti, produttori e registi Rai, Mediaset e Sky

Non ha ancora aperto ufficialmente le sue attività didattiche (che partiranno nell’anno accademico 2015-16) ma la Scuola di Cinema e Televisione dell’Università Suor Orsola Benincasa opera già in un grande fervore di eventi culturali. Dopo la lezione di cinema di Giuseppe Tornatore ed in attesa di un incontro (già in calendario per venerdì 15 maggio alle 18) con Vincenzo Salemme, domani, venerdì 8 maggio, alle ore 11 nella Sala Villani del Suor Orsola ci sarà la giornata di presentazione di una parte della “squadra” dei docenti dell’area televisiva del Master.

Una squadra di eccellenza che sarà presentata in occasione di un convegno di studi aperto a tutti e dedicato al tema “La tv ai tempi del Web: metamorfosi del piccolo schermo”.

L’incontro sarà aperto da Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Massimo Cinque, autore Rai e Direttore dell’area televisiva
del Master in Cinema e Televisione del Suor Orsola e da Arturo Lando, coordinatore scientifico del Master e sarà coordinato da Antonio Frascadore, giornalista e autore Mediaset, ex allievo della Scuola di Giornalismo “Suor Orsola Benincasa”.

Al tavolo della discussione molti dei futuri docenti del Master in Cinema e Televisione del Suor Orsola. Tra gli altri ci saranno Giusi Buondonno, producer e story editor della Rai, Alessandro Cecchi Paone, giornalista e conduttore televisivo, Giuseppe Cozzolino, autore e produttore web, Franco Matteucci, autore Rai, Massimiliano Papi, regista Mediaset e Rai, Gualtiero Peirce, giornalista e autore Rai e Mediaset, Gesualdo Vercio, programming manager di Real Time – Discovery Italia, Stefano Vicario, regista Mediaset e Rai e Aldo Zappalà, autore, produttore televisivo e fondatore della Village Doc&Films.

Il Rettore Lucio d’Alessandro sul Master in Cinema e Televisione

“Oggi in piena evoluzione tecnologica – spiega Lucio d’Alessandro, Rettore del Suor Orsola – le modalità di fruizione del mezzo televisivo sono radicalmente cambiate e il telespettatore non è più il soggetto passivo che si limitava ad assistere ai programmi ma è diventato il protagonista che fa la tv e decide la tv anche grazie ai nuovi mezzi di fruizione come smartphone e tablet e alla possibilità di scegliere cosa guardare e quando guardarlo. E nella nuova era della tv on demand ci è parso significativo avviare il percorso di confronto con i futuri docenti dell’area televisiva del Master in Cinema e Televisione proprio sul tema nevralgico della relazione tra web e televisione”.

Al termine della tavola rotonda l’intervento dell’attrice Mediaset Noemi Belfiore sarà, infine, l’occasione per qualche anticipazione sul progetto delle web series del Master in Cinema e Televisione.

Il Master in Cinema e Televisione e gli accordi con i soggetti produttivi per una Factory universitaria permanente di ideazione e di scrittura filmica e televisiva

La Scuola di Cinema e Televisione da un punto di vista accademico sarà un Master annuale di I Livello in Cinema e Televisione (aperto dunque ai possessori di una laurea almeno triennale) e partirà già dall’anno accademico 2015-16.

“La grande peculiarità di questo nuovo Master in Cinema e Televisione ed insieme la condizione fondante della sua proposta formativa – spiega il Rettore d’Alessandro – sarà la creazione di una grande rete di sinergie con soggetti produttivi di rilievo nazionale e internazionale, con cui l’Ateneo porrà in essere degli accordi di first look, in modo che tutte le sceneggiature e i format frutto del percorso di studi potranno essere presentate dagli autori, tramite un pitch, ad uno o più produttori partner a cui sarà così riservato così un “diritto di prelazione” per l’acquisto, presso l’autore, dei diritti di sfruttamento cinematografico e/o televisivo. Una grande novità che farà sì che una o più case di produzione italiane avranno praticamente a propria disposizione una factory universitaria permanente di ideazione e di scrittura filmica e televisiva”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy