• Google+
  • Commenta
18 giugno 2015

David Carfì all’Università del Sannio: dal barocco all’impressionismo

David Carfì

Università degli Studi del Sannio di Benevento – Cadmus presenta David Carfì: Simmetrie e strutture in musica, dal barocco all’impressionismo: variazioni su tema, forma sonata, ballata e preludio come metafora di evoluzione e ciclicità

David Carfì

David Carfì

Il prossimo 23 giugno l’associazione CADMUS, Consorzio Amici della Musica dell’Università del Sannio, organizza un nuovo appuntamento musicale con il pianista David Carfì.

Nello scenario di Palazzo San Domenico in Piazza Guerrazzi si terrà il concerto sul tema “Simmetrie e strutture in musica, dal barocco all’impressionismo: variazioni su tema, forma sonata, ballata e preludio come metafora di evoluzione e ciclicità”. Il maestro Carfì eseguirà: G. F. Handel, Ciaccona in g; L. van Beethoven, Sonata opus 27 n. 2; F. Chopin, Ballade in g minor; C. Debussy, Prelude from “Pour le piano”; D. Carfì, Prelude and Ballade, opus 197.

Il recital avrà carattere divulgativo e di stimolo ad un ascolto consapevole; a tal fine, i brani proposti saranno introdotti da una breve illustrazione del contesto storico/artistico in cui sono stati composti.

David Carfì – Simmetrie e strutture in musica, dal barocco all’impressionismo

David Carfì ha iniziato gli studi pianistici e ha conseguito il diploma di pianoforte sotto la guida di maestri della scuola pianistica napoletana fondata dal noto didatta Vincenzo Vitale e del maestro argentino Hector Pell, discepolo diretto di Arturo Benedetti Michelangeli. Si è perfezionato con i maestri Aldo Ciccolini ed Edoardo Maria Strabbioli, quest’ultimo allievo di Carlo Vidusso, Alexander Lonquic, Grigory Sokolov e Maria Tipo. Ha frequentato la scuola di alto perfezionamento pianistico di Trinitapoli “Aldo Ciccolini”. Al 1984 risalgono le sue prime opere.

David Carfì è ricercatore, professore e studioso di alta matematica applicata e fisica teorica in Italia e negli Stati Uniti. Per il suo duplice impegno scientifico ed artistico – gli sono stati conferiti, nel 1999, a Reggio Calabria, il premio Anassilaos “Antonio Oliva”, nel 2005, il Premio Internazionale Fiera di Messina e nel 2010 il Premio internazionale “Antonello da Messina” per “la fuga dei cervelli”. L’approfondimento delle due discipline, Matematica e Musica, e la sua ricerca delle comuni basi fondanti, lo hanno condotto a tenere, negli ultimi 10 anni, diverse conferenze-concerto sull’argomento e, ormai da cinque anni, viene regolarmente invitato in Europa, Russia e Stati Uniti per esporre, anche in concerto, questa attività di ricerca artistico-scientifica.

Rispetto alle tradizionali forme di concerto, David Carfì preferisce stabilire altre forme di rapporto col pubblico: in tale scelta rientra, fra l’altro, la possibilità di usare lo spartito durante le performance, che, lungi dal togliere libertà, permette, ad ogni esecuzione, uno stimolante dialogo fra il creatore e l’interprete. Ha all’attivo una serie ininterrotta di “lezioni-concerto” e “conferenze-concerto” su temi specifici e generali di musica e sui rapporti di quest’ultima con le altre arti, la filosofia e con la ricerca scientifica, attività tenute in Teatri, Università, Scuole, Biblioteche, Musei, Ambasciate, Conservatori di Musica, Accademie Scientifiche e associazioni culturali – italiane e straniere – dal 1994 ad oggi. Per tale impegno e per la composizione, nel 2001 a David Carfì è stato conferito in Tunisia il “Premio Cartagine”. La sua attività di divulgatore della sensibilità musicale classica lo ha portato a tenere interventi pianistici e di Estetica Musicale classica durante programmi televisivi, in particolare, con cadenza settimanale, dal 1998 al 2000.

La struttura del “concerto esteso”, che riunisce in sé diverse arti, rimane, fra tutte, la sua prediletta; più volte ha rappresentato in teatri performance complesse di cui curava anche la regia e la scenografia, piace ricordare “matrici” (Teatro Vittorio Emanuele, 2001), “piccoli grani di sale” (chiesa di Santa Maria Alemanna, 2001, con Anna Moletti Belfiore), “follia” (Teatro Vittorio Emanuele, 2002, con il ballerino, coreografo francese Chauner Gallan). La sua continua ricerca di nuovi linguaggi e moduli espressivi, lo hanno portato a comporre ispirandosi a soggetti cinematografici, opere pittoriche e, in genere, al mondo dell’ arte. Si ricordano: alcune sue composizioni pianistiche ispirate ad opere pittoriche del Maestro Simone Caliò (“equilibri”), un CD di composizioni pianistiche ispirate a fotografie di particolari scultoreo-architettonici di palazzi messinesi del fotografo Giuseppe Giannino, CD che si accompagnava al volume d’arte “la città velata”, concepito dall’architetto Antonio Virgilio e incentrato su un racconto della poetessa e scrittrice Messinese Maria José Di Marco. Si ricordano ancora le composizioni ispirate dalle opere del poeta Vittorio Morello, la colonna sonora del film “i confini dell’anima” della regista Simona Moraci (tratto dall’omonimo romanzo), La colonna sonora del documentario “la vara dei Messinesi” e la colonna sonora del documentario “come le onde” del regista Fabio Schifilliti, primo premio ad un importante concorso internazionale.

L’associazione CADMUS – Amici della Musica dell’Università del Sannio – nasce con lo scopo di diffondere la cultura musicale tra gli studenti, il personale e i docenti dell’Università del Sannio, ma si rivolge anche a tutti i cittadini che vogliano aderire all’Associazione. Sul sito web Cadmus Unisannio si trovano tutte le informazioni per iscriversi e gli eventi organizzati.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy