• Google+
  • Commenta
4 giugno 2015

Scandalo Fifa: Blatter annuncia le dimissioni, ecco perché

Scandalo Fifa Blatter annuncia le dimissioni

Giornate nere per il calcio, scoppia lo scandalo Fifa, si parla di tangenti, immediatamente dopo Joseph Blatter annuncia le dimissioni, ecco perché e cosa sta succedendo nel mondo del calcio

Scandalo Fifa Blatter annuncia le dimissioni

Scandalo Fifa Blatter annuncia le dimissioni

Joseph Benjamin Blatter, detto Sepp nella giornata di ieri si è dimesso dalla presidenza della Fifa. Non è bastata la rielezione di venerdì scorso per il dirigente svizzero che a vista di nuovi sviluppi che arricchiranno lo scandalo fifa ha issato bandiera bianca.

“Il mio profondo attaccamento alla Fifa mi ha spinto a questa decisione. Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno sostenuto alla presidenza della Fifa e che hanno fatto per il calcio.”

“Quello che conta per me è la Fifa e il calcio” così saluta Sepp Blatter la presidenza del massimo organo del calcio. Troppo forte la pressione da reggere per lo scandalo Fifa messo in piedi dall’FBI e dall’Autorità americane. Blatter ha motivato le dimissioni sulla base della scarsa fiducia mostratagli dagli altri componenti del calcio.

In realtà, secondo i media americani e confermato poi dall’FBI, i motivi dell’abdicazione sono da rivenire nel fatto che ora anche il dirigente svizzero è indagato e il coinvolgimento diretto in questo scandalo fifa del suo braccio destro Jerome Valcke aggrava la sua posizione.

Scandalo Fifa: i passaggi dello e i motivi dimissioni Blatter da presidente Fifa

Il terremoto in casa Fifa è iniziato mercoledì mattina a Zurigo proprio nella sede centrale. Nelle prime ore del mattino c’è stato il blitz dei federali che ha portato all’arresto di undici membri. Tra i sospettati c’è Jeffrey Webb, uno dei vicepresidenti della FIFA e primo esponente della Concacaf, Jack Warner, Nicolßs Leoz, Chuck Blazer e Daryll Warne, quest’ultimi membri dell’esecutivo. L’operazione ha portato all’arresto di altri dirigenti della Fifa che stavano partecipando alla convention per la rielezione di Joseph Blatter: Eduardo Li, Julio Rocha (responsabile dello sviluppo della Fifa), Costas Takkas (Capo-Ufficio di presidenza della Concacaf), Eugenio Figueredo (vicepresidente Fifa ed ex presidente della Conmebol), Rafael Esquivel (presidente della Federcalcio venezuelana) e Josè Maria Marin (fino a un mese fa alla guida della Federazione brasiliana).

Gli arresti coronano tre anni d’indagini del governo americano dal quale sono emersi scenari sconcertanti che per il momento fanno coinvolgere 14 persone nello scandalo fifa e che a breve coinvolgeranno anche Blatter.

Le accuse sullo scandalo fifa e i motivi delle dimissioni di Joseph Blatter

Joseph Benjamin Blatter

Joseph Benjamin Blatter

I capi d’imputazione sono frode telematica, riciclaggio di denaro sporco, frode sportiva. Una cupola che sta in piede da 24 anni costituita da tangenti e corruzione sistemica.

Il sistema delle mazzette regolava non soltanto la scelta delle compagnie di Marketing per i grandi eventi ma soprattutto determinava la scelta dei paesi che dovevano ospitare tali eventi.

Un giro d’affari che si aggira intorno a 10 milioni di dollari. Infatti secondo la ricostruzione del Procuratore Generale Loretta Lynch nel 2004, prima della Coppa del mondo 2010 in Sudafrica, i dirigenti Fifa hanno preso tangenti per influenzare la decisione di ospitare in Africa per la prima volta un mondiale.

Proprio per questo altro sviluppo che ruota intorno allo scandalo fifa è da rinvenire la decisione di Sepp Blatter di lasciare la presidenza, seppur nei giorni scorsi c’è stata la forte smentita dell’allora presidente della federcalcio sudafricana Danny Jordaan, smentita che nella giornata di ieri però è diventata vana. Ma andiamo per ordine.

Ecco cosa è successo e perché si parla di Tangenti nello scandalo Fifa

Sabato Danny Jordaan ammette al Sunday Independent, il pagamento di 10 milioni d dollari alla Concacaf ,dopo aver ottenuto i mondiali del 2010. Pagamento, però, avvenuto non a titolo di tangente visto che è stato effettuato nel 2008 e l’assegnazione del mondiale è avvenuta nel 2004. Jordaan, che allora era il presidente del comitato organizzatore, specifica inoltre che i 10 milioni di dollari erano il contributo che il Sudafrica ha voluto dare per il fondo della Concacaf, allora guidata da Warner ex vicepresidente fifa fra le persone incriminate dello scandalo fifa,destinato allo sviluppo del calcio.

Immediata la risposta di smentita della FIFA subito la notizia pubblicata dal New York Times secondo il quale il soggetto che ha disposto quelle tangenti di 10milioni sarebbe proprio il segretario generale Valcke, nonché braccio destro di Blatter. “Valcke non è coinvolto nella creazione, nell’approvazione e nell’esecuzione del progetto in questione”, si legge nel comunicato stampa che hanno prodotto gli uffici della Fifa.

Smentita che dalla giornata di domenica si è dimostrata una bugia e che infittisce lo scandalo fifa. Infatti una mail datata 4 marzo 2008 dimostra, in maniera inequivocabile, che Valcke era al corrente di tutto e che era stato informato personalmente dalla Federazione Sudafricana, proprio dal suo allora presidente Oliphant, dei 10 milioni di dollari da girare alla Concacaf del presidente Warner.

“Dear Mr Valcke”, scrive Oliphant nella mail, “A seguito della decisione del governo sudafricano, la South African Football Association richiede che la Fifa trattenga 10 milioni di dollari dal budget previsto per il futuro Comitato organizzatore dei mondiali 2010 e giri quella somma al programma Diaspora Legacy, riducendo il fondo totale da 423 a 413 milioni di dollari. Il programma è amministrato direttamente dal presidente della Concacaf, che agirà da fiduciario.” Somme e destinatario quindi chiaramente indicati che incastrano nello scandalo fifa i vertici di Zurigo che nel comitato esecutivo spinsero per il mondiale sudafricano del 2008 adiscapito del Marocco.

Movimenti economici sospetti: scandalo fifa e motivi dimissioni Blatter

Ad arricchire i capi d’accusa dello scandalo fifa è anche il flusso dei soldi anomalo più che mai. I tre bonifici della Federcalcio sudafricana sono stati effettuati a partire dal gennaio 2008 dal conto svizzero della Fifa direttamente su quelli della Concacaf in una banca di New York,nella disponibilità di Jack Warner. Tant’è che 1,4 milioni li metterà sul proprio conto personale, altri 750.000 dollari li girerà sul conto alle Cayman di Chuck Blazer sottosegretario della Concacaf che da un po’ collabora per l’FBI e determinante per scoprire questo scandalo fifa.

Sospette sono poi le politiche Fifa e in particolare i 2,2 milioni di dollari partiti da Zurigo dal 2002 a oggi e finiti nelle mani della Federazione delle Isole Cayman per costruire una nuova sede e due campi da calcio. Nazione che non certo brilla per tradizione calcistica per usare un eufemismo ma per essere il paradiso fiscale per antonomasia. Originario delle Cayman è proprio Jeffrey Webb, vicepresidente Fifa e numero uno della Concacaf, fino all’arresto di mercoledì scorso.

Scandalo della Fifa

Scandalo della Fifa

Scandalo fifa che nei prossimi giorni sicuramente riserverà degli sviluppi anche perché tutto lascia presagire ad un vaso di pandora appena scoperto. Nell’occhio del ciclone ora è anche l’assegnazione dei mondiali in Russia nel 2018 che andrà a minare già i tesi rapporti politici con gli Stati uniti.

Già circolano i primi nomi per il dopo Blatter, che sarà presidente fino alla convocazione del consiglio elettivo straordinario con il benservito di Platini che con la UEFA tutta gli ha voltato le spalle pubblicamente per questo scandalo fifa. Il nome forte è quello del ex campione brasiliano Zico al quale, in veste di normalizzatore, si richiederà un compito arduo: quello di ripulire l’immagine della FIFA.

Gianluca Spagnuolo


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy