• Google+
  • Commenta
20 luglio 2015

Cinthia Pinotti espone alla mostra Cà Foscari “Luce mediterranea”

Dipinti Cinthia Pinotti

Università “Cà Foscari” di Venezia – Mostra aperta dal 17 al 30 luglio “Luce mediterranea” Cà Foscari Zattere: in mostra i dipinti di Cinthia Pinotti 

Dipinti Cinthia Pinotti

Dipinti Cinthia Pinotti

Riprendendo il percorso introspettivo che ha caratterizzato la prima mostra personale “l colore del sé” al complesso del Vittoriano di Roma, Cinthia Pinotti torna ad esporre con una personale a Venezia.

Fino al 30 luglio sarà a CFZ Cultural Flow Zone (Zattere al Pontelungo) con la mostra “Luce mediterranea” (ingresso libero), aperta dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19 e la domenica dalle 15 alle 19.

La mostra aggiunge alle opere più significative della raccolta romana otto dipinti inediti i cui titoli sono un omaggio al Mediterraneo ed alla sua luce. Helios, Kairos, Il solstizio d’estate, Roseto veneziano, Il glicine ad aprile, Capri, Magenta, Mediterranea, sono espressioni cromatiche intrise di emozioni, suggestioni, sogni e ricordi di viaggi.

Ancora una volta, malgrado l’esplicito richiamo ai fiori  nei titoli di  alcune opere, non c’è un soggetto preciso che affiora nei dipinti, quanto un moto dell’anima, un istinto, una naturale propensione verso il bello (Il solstizio d’estate), la gioia (Kairos), la solarità (Helios). In definitiva un tributo alla luce e alla vita.

“Roseto veneziano” è l’opera “simbolo” di questa mostra. “E’ il mio speciale grazie a Venezia e a ciò che per me rappresenta – commenta la pittrice Cinthia PinottiLa gioia di una coloritura inaspettata di rose in settembre espressa in tele  astratte che affidano al segno della spatola colori di grande vivacità ed energia vitale.”

I dipinti di Cinthia Pinotti alla mostra “Luce mediterranea” Cà Foscari Zattere

Cinthia Pinotti nasce a Roma da famiglia di origini fiorentine. Compie studi classici e dopo la laurea in giurisprudenza presso l’Università la Sapienza di Roma svolge la professione di avvocato dal 1979. Nel 1988 vince il concorso nella magistratura della Corte dei Conti dove, dal 1992 svolge la funzione di Vice Procuratore Generale.

Nel 1996 ottiene una cattedra Jean Monnet in diritto commerciale europeo presso l’Università della Tuscia di Viterbo e dal 2008 è docente incaricato di diritto amministrativo presso la pontificia Università Lateranense. Autodidatta, si accosta alla pittura negli anni ’80.Seguono lunghi anni di pausa densi di impegni istituzionali e accademici ai quali dal 2008 fa seguito l’apertura ad un maggiore spazio interiore e la scoperta di un intensa espressività artistica nel segno di una pittura ad olio informale, materica, che si realizza attraverso il colore, come libera proiezione e manifestazione di emozioni, pulsioni, che dilagano oltre i limiti dei dipinti.

Nel gennaio 2015, le opere di Cinthia Pinotti sono ospitate nell’Ala Brasini del Complesso del Vittoriano a Roma, nella prima mostra personale dal titolo “il Colore del sé”, catalogo a cura del Prof. Claudio Strinati.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy