• Google+
  • Commenta
16 luglio 2015

Gianclaudio Bressa a Uniud su autonomia speciale e statuto regionale del Fvg

Gianclaudio Bressa


Università degli Studi di Udine – Autonomia speciale e statuto regionale del fvg con Gianclaudio Bressa, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio

Gianclaudio Bressa

Gianclaudio Bressa

Dialogo con Gianclaudio Bressa tra accademia, istituzioni e società in occasione della riforma costituzionale in corso

Un’occasione di riflessione che segni l’inizio di un dialogo proficuo tra accademia, istituzioni e società sul modo di intendere l’autonomia speciale, a partire dall’avvio di un processo partecipato di riscrittura dello Statuto regionale del Friuli Venezia Giulia, anche alla luce della riforma costituzionale in corso.

È l’obiettivo del convegno con Gianclaudio Bressa “Autonomia speciale: attualità e prospettive”, organizzato dall’Università di Udine, che si terrà sabato 18 luglio, dalle 9.30, sala Gusmani di palazzo Antonini a Udine (via Petracco 8).

In apertura gli indirizzi di saluto dei rappresentanti dell’ateneo friulano, il rettore Alberto Felice De Toni e la direttrice del dipartimento di Scienze giuridiche Marina Brollo, e della Regione autonoma FVG.

Convegno a Uniud con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianclaudio Bressa

I lavori inizieranno (alle 9.45 circa) con una sessione di analisi e proposte dedicata al tema “Autonomie speciali e riforme costituzionali”. Interverranno: Gianclaudio Bressa, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega agli Affari regionali e le Autonomie; Roberto Toniatti (Università di Trento), coordinatore del progetto Autonomie Speciali Alpine; Robert Louvin (Università della Calabria), presidente della Commissione paritetica Stato-Regione Val d’Aosta. Introdurrà e presiederà i lavori Elena D’Orlando, docente di diritto regionale e degli enti locali all’Università di Udine e componente della Commissione paritetica Stato-Regione FVG.

Seguirà la tavola rotonda (alle 11.30 circa) intitolata “Il futuro dell’autonomia speciale del Friuli Venezia Giulia: la necessità di una riscrittura partecipata dello Statuto di autonomia”. Ne discuteranno: Franco Iacop, presidente del Consiglio regionale FVG; Sergio Cecotti, già presidente della Regione FVG; Daniele Galasso, componente della Commissione paritetica Stato-Regione FVG. Modererà il giornalista Domenico Pecile.

«L’Università di Udine – spiega il rettore Alberto Felice De Toniritiene opportuno dare un contributo fattivo al dibattito in atto, in una duplice prospettiva: da un lato, attraverso una qualificata indagine scientifica sul tema dell’autonomia speciale, che ne metta in evidenza punti di forza e criticità; dall’altro, lanciando una “sfida” all’intera comunità regionale e, sul piano operativo, al Consiglio regionale in particolare, affinché dia corso a un processo partecipato di riscrittura dello Statuto speciale, frutto di un rinnovato patto tra società e istituzioni del Friuli Venezia Giulia».

L’ateneo friulano, infatti, ha come missione, a norma di Statuto, la promozione dello sviluppo e del progresso della cultura e delle scienze anche attraverso la collaborazione scientifica e culturale con le istituzioni del proprio territorio, contribuendo con ciò allo sviluppo civile, culturale, sociale ed economico della comunità regionale.

«Per valutare l’attualità delle ragioni della specialità – spiega la professoressa Elena D’Orlandoè necessario indagare sulla cultura dell’autonomia, fattore chiave sul quale le regioni speciali giocano oggi il loro futuro. Cultura dell’autonomia che va declinata come capacità istituzionale di autogoverno responsabile, sul piano politico, amministrativo, di gestione delle risorse; come valorizzazione e sintesi di un capitale sociale e territoriale culturalmente composito; come adozione di processi dialettici di costruzione di una volontà politica di tipo diffuso. Si tratta di questioni che sollecitano tanto la classe politica, in termini di elaborazione di progetti ambiziosi, quanto la dottrina, chiamata a ideare soluzioni tecnico-giuridiche conseguenti».

Il convegno è promosso dal dipartimento di Scienze giuridiche dell’ateneo friulano e dal gruppo di studio Autonomie Speciali Alpine, con il patrocinio del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia e della sezione di Udine dell’Associazione europea di studenti di giurisprudenza (ELSA – The European Law Student’s Association).


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy