• Google+
  • Commenta
21 luglio 2015

Kidsuniversity a Univr: l’università dei e per bambini-e e ragazzi-e

Niente libro, niente laurea

Università degli Studi di Verona – Dal 17 al 27 settembre si terrà la prima edizione di Kidsuniversity: l’università dei e per bambini/e e ragazzi/e

Kidsuniversity

Kidsuniversity

Laboratori, lezioni e dimostrazioni ma anche spettacoli, incontri e una mostra. Tutto questo e molto di più per la prima edizione della Kidsuniversity, ovvero l’università aperta a bambini e bambine, ragazze e ragazzi, ma anche genitori e insegnanti, che si terrà a Verona dal 17 al 27 settembre. I docenti dell’ateneo scaligero si metteranno a disposizione dei più piccoli proponendo oltre 40 laboratori che copriranno tutti gli ambiti di insegnamento e ricerca presenti in università, dall’informatica alla biotecnologia, dalla filosofia all’economia, per illustrare le più recenti ricerche e scoperte, rispondere alle loro domande e suscitarne di nuove.

La filosofia della Kidsuniversity

Quello della Kidsuniversity è un format didattico internazionale, in Italia ancora poco diffuso, che l’ateneo, in stretta collaborazione con il Gruppo Pleiadi, realtà leader nella divulgazione scientifica, ha deciso di far proprio declinandolo in modo originale e innovativo. La prima edizione promossa dall’ateneo scaligero nasce nell’anno del centocinquantesimo anniversario della pubblicazione di “Alice nel paese delle meraviglie”. Come Alice intraprende un percorso di conoscenza e trasformazione, imparando a guardare le cose sotto diverse prospettive, così i più piccoli, che per la prima volta entreranno nelle aule e nei laboratori dell’università, avranno l’opportunità di confrontarsi con nuovi punti di vista e inedite modalità di avvicinarsi al sapere.

Le attività si svolgeranno, con ingresso libero e gratuito (tranne ove indicato), non solo nelle sedi dell’ateneo, ma, grazie alla collaborazione con istituzioni e associazioni cittadine, anche nel cuore della città, così da trasformare Verona per dieci giorni nella città dei ragazzi.

Tutte le iniziative saranno rivolte in particolare ai bambini e ai ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 13 anni. Non solo kids, però: il desiderio di conoscere accomuna anche i più giovani e i più grandi, perciò il pomeriggio sarà dedicato ad attività che potranno coinvolgere anche i più piccoli e a dialoghi ed incontri rivolti ad insegnanti e genitori, che potranno approfondire tematiche di attualità e dialogare con professori e ricercatori in un dibattito aperto e costruttivo, che getti le basi di una collaborazione costante finalizzata a diffondere conoscenza e a generare sapere condiviso.

I laboratori del Kidsuniversity

La Kidsuniversity si aprirà il 18 settembre in occasione del Tocatì. Per tutto il giorno, nel prato della mensa del Polo Zanotto, grazie alla collaborazione con il “Festival dei giochi in strada”, si terranno percorsi storico ludici per bambini con la partecipazione dell’associazione Colomna e dell’associazione culturale catalana “El Cae”, mentre il pomeriggio sarà dedicato a “Saperi in gioco”, due momenti di riflessione sul tema del gioco, dell’interculturalità e dell’educazione rivolti a insegnanti e genitori.

Il progetto entrerà nel vivo a partire da lunedì 21 settembre. Dal 21 al 24 settembre, la mattina, i docenti dell’ateneo saranno coinvolti in oltre 40 laboratori e incontri, rivolti alle ultime tre classi della primaria e alla secondaria di primo grado, dedicati ai temi più vari. Dalla filosofia, al teatro di figura, dalla pubblicità alla progettazione di un vero sito web, dalla salute e alimentazione, all’importanza dell’attività motoria e sportiva. Ci sarà inoltre spazio per spiegare come funziona una banca, perché dobbiamo pagare le tasse, e ancora, tra gli altri, un viaggio alla scoperta del Dna, un laboratorio di educazione affettiva, un percorso per conoscere i batteri che attaccano le piante, in particolare quella del kiwi. Tutti i laboratori sono stati già prenotati dalle scuole, grazie anche alla collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale. Visto il grande successo e le richieste rimaste inevase, l’Università sta cercando di organizzare altri laboratori, che potranno essere prenotati alla riapertura delle scuole.

Durante i pomeriggi si terranno altri incontri realizzati in collaborazione con diverse realtà del territorio come la Biblioteca Civica, il Museo di Castelvecchio, Veronetta 129, D-Hub Atelier e Museo Africano, che hanno aderito con entusiasmo alla Kidsuniversity .

Non solo under 13: particolare attenzione è dedicata anche ad insegnanti e genitori, a cui saranno rivolti incontri ad hoc. Altre importanti realtà – tra cui Microsoft e Feltrinelli – contribuiranno con laboratori ed eventi, in un programma in continua evoluzione.

L’evento clou della manifestazione si terrà, alla presenza di prestigiosi ospiti, sabato 26 settembre nell’aula magna del Polo Zanotto con la cerimonia ufficiale, di consegna dei diplomi e dei mini tocchi a bambini e ragazzi che avranno partecipato ai laboratori, accompagnati dalle loro famiglie.

La mostra

Nei giorni della manifestazione il Museo Civico di Storia Naturale ospiterà l’esposizione interattiva dal titolo “Nutri il corpo per far crescere la mente” curata dal Gruppo Pleiadi. Una mostra dedicata al tema dell’alimentazione, per scoprire tutti i perché, i come, i cosa, i quando e i quanto di una corretta e consapevole nutrizione. Un percorso di gioco interattivo per imparare in modo avvincente ed efficace con l’obiettivo di trasmettere l’importanza delle scelte alimentari richiamando anche i temi della sostenibilità ambientale.

Gli spettacoli. Nel programma della Kidsuniversity è inserito lo spettacolo itinerante “Alice nel Paese delle meraviglie”, realizzato appositamente per la Kidsuniversity da Lorenzo Bassotto e la sua compagnia teatrale “Bam! Bam!”. Il viaggio di Alice sarà il pretesto per avvicinare i ragazzi alla realtà di altri viaggi dentro uno specchio deformato: il viaggio di tanti emigrati che vivono vicino a noi. Una performance originale che vedrà protagonisti giovani attori stranieri non professionisti che accompagneranno il pubblico alla scoperta di luoghi poco conosciuti del quartiere di Veronetta. L’itinerario si concluderà nella sede di “E’ cucina” dove verranno offerte agli spettatori le creazioni culinarie realizzate dai bambini che avranno partecipato al laboratorio di cucina di quella giornata.

A chiudere la prima edizione della Kidsuniversity domenica 27 settembre due appuntamenti: al mattino sarà protagonista la soprano di fama internazionale Cecilia Gasdia con il laboratorio – realizzato da Opera Academy di cui la Gasdia è direttrice e in collaborazione con il Conservatorio Dall’Abaco – per bambini dedicato a Gioacchino Rossini, il primo rapper della storia. Alle 21 al Teatro Camploy andrà in scena, in anteprima assoluta per l’Italia, lo spettacolo di teatro danza “Sad Sam Almost 6” del coreografo e danzatore Matija Ferlin, un viaggio nella mente di un bambino che ancora non è condizionato da nulla, nemmeno dalla sua stessa esistenza.

Venetonight. Nel calendario della Kidsuniversity è inserita anche Venetonight, la notte europea dei ricercatori che si terrà il 25 settembre. Durante la giornata sarà dedicato spazio ai laboratori per gli studenti delle scuole superiori che si terranno nel campus medico e informatico di Borgo Roma. Nel pomeriggio, alle 16 nell’aula magna del Polo Zanotto, si terrà la cerimonia di consegna dei diplomi dei dottori di ricerca. Ospite d’eccezione sarà Carmine Pariante medico, psichiatra e professore di psichiatria del King’s College di Londra, che terrà una lectio magistralis sulla correlazione tra cibo e depressione. A chiudere la Venetonight sarà l’evento “E usciron a riveder le stelle” realizzato, nell’anno internazionale della luce, in collaborazione con l’istituto nazionale di astrofisica: alle 21 nel prato della mensa, guidati dalle spiegazioni di un astrofisico, piccoli e grandi potranno non solo osservare le stelle, ma anche ascoltarne il suono, così da rinnovare la meraviglia dalla quale, come sosteneva Aristotele, nasce il desiderio di conoscere.

L’evento è organizzato dall’Università di Verona in collaborazione con il Gruppo Pleiadi, realtà leader nella divulgazione scientifica, e fa parte del cartellone Univeronaxexpo. Il progetto ha il patrocinio del Comune di Verona – Istruzione e dell’Ufficio Scolastico Regionale ed è realizzato con il sostegno di Vivigas (main sponsor) e con il contributo di Wishdays e CAD it.

Il programma sarà disponibile nei prossimi giorni sul sito kidsuniversityverona e nella pagina facebook.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy