• Google+
  • Commenta
1 luglio 2015

Mario Sironi riceve nuova luce dall’Università La Sapienza

Università degli Studi di Roma “La Sapienza” – Una nuova luce per il Sironi della Sapienza

Oggi mercoledì 1° luglio 2015 hanno inizio i lavori di restauro del grande dipinto murale di Mario Sironi L’Italia fra le Arti e le Scienze, eseguito nel 1935 nell’aula magna del Rettorato in occasione dell’inaugurazione della Città Universitaria realizzata su progetto dell’architetto Marcello Piacentini

Il restauro del dipinto di Mario Sironi, che occupa una superficie di oltre 90 mq, durerà circa un anno e mezzo e coinvolgerà, nella forma del cantiere didattico, gli allievi restauratori della Scuola di Alta Formazione dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, coordinati da restauratori docenti, e gli studenti dei corsi di laurea e di specializzazione in Storia dell’Arte seguiti da docenti del Dipartimento. In un clima di reciproca, operativa collaborazione, i primi forniranno informazioni e spiegazioni sui materiali costitutivi, le tecniche esecutive e le vicende conservative dall’originale a oggi; i secondi approfondiranno le vicende storico-critiche dell’opera nel suo contesto.

L’Italia fra le Arti e le Scienze di Mario Sironi in restauro richiesto da MIUR e il MiBACT

L’intervento è il primo concreto risultato della collaborazione fra il MIUR e il MiBACT ratificata da un recente protocollo d’intesa sottoscritto nel marzo del 2015; in particolare, per l’opera di Mario Sironi è stata siglata nello scorso mese di aprile una specifica convenzione firmata dalla Sapienza e dall’ISCR.

L’iniziativa intende affrontare in modo globale e completo, come mai prima è stato fatto, i problemi conservativi e di presentazione di questo straordinario dipinto, ampiamente ritoccato nel mutato contesto storico-politico dei primi anni Cinquanta, quando è stato in gran parte occultato sotto spessi strati di colore che hanno anzitutto coperto le effigi e i simboli del regime. Il precario stato di conservazione dell’opera aveva già richiesto, negli anni Ottanta, un intervento che tuttavia era stato limitato a porzioni circoscritte della superficie. A distanza di molti anni si rende invece necessaria un’azione conoscitiva e conservativa estesa all’intera superficie dipinta, supportata da una campagna di indagini diagnostiche che verranno eseguite dagli esperti scientifici dell’ISCR e dagli esperti in diagnostica dei beni culturali dell’Università. Alle indagini sono affidati, in particolare, gli interrogativi sul reale stato di conservazione dell’originale dipinto di Mario Sironi e sull’interazione tra questo e le successive, pesanti ridipinture.

Attualmente i due Istituti, in due mesi di intenso lavoro comune, hanno effettuato un’accurata documentazione fotografica e raccolto le prime osservazioni visive a distanza ravvicinata, il materiale documentario utile e le pregresse indagini scientifiche a scopo diagnostico. Il completamento del grande e comodo ponteggio installato a spese dell’Università permetterà ogni ulteriore analisi finalizzata all’elaborazione del progetto di restauro che sottenderà il corso dei lavori.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy