• Google+
  • Commenta
30 settembre 2015

Alberto Ferlenga nuovo rettore all’Università Iuav di Venezia

Alberto Ferlenga

Inizia dal primo ottobre la carica del nuovo rettore Alberto Ferlenga per il sessennio 2015 – 2021. Già avviati tre tavoli di discussione sul futuro dell’Ateneo

Alberto Ferlenga

Alberto Ferlenga

Eletto l’11 giugno scorso al primo turno, con la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto, Alberto Ferlenga è dal primo ottobre il nuovo rettore dell’Università Iuav di Venezia.

Succede ad Amerigo Restucci, rettore Iuav dal novembre 2009, e guiderà l’ateneo per sei anni.

Professore ordinario di Progettazione architettonica, Alberto Ferlenga dal 2008 è direttore della Scuola di Dottorato Iuav. Prima di arrivare a Venezia, ha insegnato per 12 anni all’università “Federico II” di Napoli.

Il nuovo rettore ha avviato già da questa estate un processo di riflessione su Iuav e il suo futuro: tre tavoli tematici, dedicati alla didattica, alla ricerca e alla comunicazione, hanno coinvolto docenti, studenti e personale tecnico in un processo di progettazione partecipata che non ha riscontro nelle prassi di governo degli altri atenei.

Tra gli obiettivi di Alberto Ferlenga c’è il rilancio del ruolo di Iuav come scuola speciale nel panorama nazionale e internazionale: una “piccola, grande” università con filiere di insegnamenti riconoscibili e insieme trasversali. Una sorta di modello di creatività nei settori per i quali l’Italia è famosa nel mondo: architettura, design, moda, teatro, arti.

Curriculum vitae accademico del nuovo rettore Alberto Ferlenga

Alberto Ferlenga nasce a Castiglione delle Stiviere nel 1954 e si laurea nel 1980 presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano.Dal 1981 al 1990 è redattore della rivista «Lotus International» e nel 1985 ottiene il Leone di Pietra della Biennale di Venezia.

Inizia l’attività d’insegnamento in forma strutturata nel 1988 come professore associato di Composizione Architettonica ed è chiamato, l’anno seguente, presso l’Università Federico II di Napoli dove rimarrà sino al 2000 e dove ricopre anche la carica di coordinatore del Dottorato di ricerca in Progettazione Urbana.

Nel 1987 è chiamato ad insegnare come visiting professor presso le università statunitensi di Miami, Clemson e Puerto Rico e tiene conferenze a Los Angeles e Caracas. Nel 1988 è invitato dalla Municipalità di Tilburg in Olanda a partecipare alla consultazione per la ridefinizione del centro della città e nel 1991 al concorso internazionale ad inviti per la sistemazione dell’area circostante l’Alhambra a Granada.

A partire dal 1985 inizia una intensa attività editoriale , prima come ideatore e direttore (con Luca Ortelli) della collana Stella Polare per la Clup di Milano e autore della guida architettonica Africa (Clup,1990) dedicata alle città romane del nord Africa. In seguito come autore delle monografie Electa su Aldo Rossi (1986-1999), del volume dedicato all’opera di Joze Plecnik a Lubiana, (Electa 1991, con Sergio Polano), della monografia su Dimitris Pikionis (Electa, 1999), del volume dedicato ad Hans Van der Laan (Electa, 2000, con Paola Verde), cura, inoltre, la riedizione di Architettura Saggio sullArte di E.L Boullèe (Einaudi 2005), dei due volumi sull’Architettura del Novecento (Einaudi, 2012-2013, con Marco Biraghi), del volume Le strade di Pikionis (Lettera Ventidue, 2014).

Negli stessi anni cura e allestisce mostre tra cui quella dedicata a Aldo Rossi del Centre Pompidou di Parigi (curatela) nel 1991, quella dedicata a Dimitris Pikionis presso la fondazione Querini Stampalia di Venezia (curatela e allestimento con Fernanda De Maio) nel 1999, quella su Hans Van der Laan alla Basilica Palladiana di Vicenza (curatela) nel 2000, quella dedicata alle Città Invisibili di Italo Calvino (allestimento) per la Triennale di Milano nel 2002.

Nel 2001 è tra i nove architetti italiani invitati ad intervenire nella ricostruzione dell’area Fiat di Novoli a Firenze, ottiene premi e vince concorsi di architettura tra cui quello per l’area della caserma di Santa Marta a Verona e per l’area dei Ghezzi a Chioggia, per le piazze di Castiglione e per la Scuola di Mirandola, che realizzerà. A sua volta partecipa come membro alle giurie di numerosi premi e concorsi tra cui il Prix Europèen de la Reconstruction de la Ville promosso dalla Fondation pour l’architecture di Bruxelles (1999), il concorso internazionale per il parco di City Life a Milano (2010), la Medaglia d’oro dell’Architettura italiana della Triennale di Milano (2012-2015), il premio nazionale della Biennale di Architettura del Perù (2014).

Dal 1995 è professore ordinario di Progettazione Architettonica ed è chiamato nel 1998 alla cattedra di Progettazione presso lo Iuav di Venezia dove sarà coordinatore, dal 2003, del Dottorato Internazionale Villard de Honnecourt da lui fondato e, in seguito, dal 2008, Direttore della Scuola di Dottorato Iuav. Presso Iuav coordinerà anche la laurea magistrale Città e sarà coordinatore nazionale del PRIN Piccoli Aeroporti (2006

Continua nel frattempo l’attività curatoriale ed editoriale, dal 1996 al 2012 fa parte della redazione di Casabella, nel 2012 cura la mostra Larchitettura del mondo dedicata all’architettura delle infrastrutture, per la Triennale di Milano e il relativo catalogo, nello stesso anno è tra gli invitati a presentare un progetto per la curatela del Padiglione Italia della Biennale di Venezia. E dal 2013 è curatore per l’architettura e il territorio della Triennale.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy