• Google+
  • Commenta
7 settembre 2015

Assunzioni Unimore: turn-over oltre 60 %

Assunzioni Unimore

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – Nuove assunzioni Unimore, l’ateneo ancora una volta vede premiata la sua gestione “virtuosa”

Assunzioni Unimore

Assunzioni Unimore

Il recente Decreto Ministeriale del 21 luglio di distribuzione dei punti organico agli atenei assegna all’Unimore (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia) 10,01 punti, che valgono una capacità di recupero di punti organico persi per rinunce o cessazioni dal servizio nel corso del 2014 pari al 60,12%, che è la più alta in Regione Emilia Romagna e tra le migliori in Italia.

Il nuovo Decreto Ministeriale n. 503 del 21 luglio 2015 relativo ai cosiddetti “Punti Organico”, che definisce le capacità di assunzioni Unimore per il 2015 delle università italiane, premia ancora una volta Unimore.

Il provvedimento, infatti, assegna all’Ateneo modenese-reggiano una quota di 10,01 punti organico, che può “spendere” per allargare la platea del proprio personale in servizio, ovvero per assumere e/o promuovere nuovi docenti o ricercatori o personale tecnico-amministrativo.

Se si rapporta la capacità assunzionale concessa agli atenei ai punti organico persi nel corso del 2014, poiché nell’Ateneo modenese-reggiano ne sono stati persi 16,65 a seguito di rinunce e/o cessazioni dal servizio di 10 Professori Ordinari, 5 Professori Associati e 3 Ricercatori Universitari a tempo indeterminato, Unimore si trova nella invidiabile condizione di poter procedere ad un recupero di punti organico pari al 60,12%.

Questa facoltà sulle prossime assunzioni Unimore di poter procedere con un turn-over nella misura di oltre il 60% delle carenze di organico venutesi a determinare, rappresenta in ambito regionale emiliano-romagnolo la migliore performance, seguita nell’ordine da Ferrara (58,49%), Bologna (56,27% e Parma (47,48%).

Le dichiarazioni del Rettore Angelo O. Andrisano sulle nuove Assunzioni Unimore

Il punteggio, anche se non ci consente di soddisfare pienamente le esigenze di organico che abbiamo e che aumentano di anno in anno con l’incremento della popolazione studentesca – commenta il Rettore prof. Angelo O. Andrisano -, ci consente di poter proseguire quella politica di assunzioni che ha già portato in dote all’Ateneo tra il 2014 ed il 2015 di 2 nuovi ordinari, di 77 nuovi associati, di 29 nuovi ricercatori a tempo determinato, nonché di 3 figure tecnico amministrative. Il risultato, che dobbiamo considerare assolutamente soddisfacente ed incoraggiante, deriva in buona parte dai traguardi che l’Ateneo ha conseguito nella gestione nel 2014, e che premiano gli sforzi che sono stati compiuti sul piano della revisione di spesa e della eliminazione degli sprechi. Un obiettivo, tanto più importante perché raggiunto senza penalizzare i servizi agli studenti e, soprattutto, senza pregiudicare la qualità di un’offerta didattica ovunque valutata in maniera positiva dalle indagini e statistiche pubblicate”.

Nella determinazione della quota di punti organico assegnati hanno pesato una serie di elementi positivi che caratterizzano la gestione di Unimore, ovvero i contenuti costi sostenuti per il personale che si collocano ben al di sotto (70,81%) della soglia dell’ottanta per cento oltre la quale scattano per gli atenei eventuali penalizzazioni nella assegnazione dei fondi ministeriali, l’assenza di indebitamento (mutui) e la riduzione delle spese per locazioni.

Mi piace sottolineare – aggiunge il Rettore prof. Angelo O. Andrisanoche si è giunti a questo traguardo senza ritoccare al rialzo le tasse universitarie, che anche quest’anno abbiamo mantenuto inalterate. E nonostante la forzata riduzione della quota di FFO sottrattaci per sostenere il deficit di altri atenei meno virtuosi”.

A breve gli organi inizieranno a valutare come impiegare questo “tesoretto”, fissando criteri di utilizzo per le assunzioni Unimore che consentano di sostenere la ricerca e quei settori disciplinari che Unimore vuole restino o diventino “fiori all’occhiello” dell’Ateneo.

Tuttavia, nell’utilizzo dei punti organico, come accade per tutti gli Atenei, una quota – nel caso di Unimore pari allo 0,86 dovrà essere riservata in base alla Legge di Stabilità 2015 per assorbire la mobilità di personale dalle province.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy