• Google+
  • Commenta
18 settembre 2015

Prix Italia Goes Social con start up Quaerys Università di Torino

Il Prix Italia inaugura la prima piattaforma online Prixitalia per l’analisi in tempo reale di tutto quello che viene detto sui social a proposito della manifestazione

Il servizio è offerto da Quaerys Trustworthy Answers Quaerys la start up innovativa legata all’Università degli Studi di Torino, specializzata nello sviluppo di prodotti e soluzioni hi-tech per la Media Intelligence e l’analisi di Big Data.

La piattaforma prixitalia.social incorpora soluzioni tecniche piuttosto complesse, ma abbiamo voluto offrire all’utente un’interfaccia minimalista e semplice da usare” – commenta Giuseppe Tipaldo, Co-fondatore e Presidente di Quaerys, docente di Analisi dei Media al Dipartimento di Culture Politica e Società dell’Ateneo torinese. “Da quando siamo bambini, infatti, sappiamo che ‘raccontare una storia’ è un’attività piacevole e divertente, che coinvolge solo se riesce a trasformare universi semantici complessi in simboli facilmente intuibili anche da un bambino. È con questo spirito che, con alcuni giovani colleghi, abbiamo fondato Quaerys e progettato i prodotti e i servizi che forniamo”.

Paolo Morawski, Segretario Generale del Prix Italia

Dopo averne anticipato in tempi non sospetti l’avvento – sottolinea Paolo Morawski, Segretario Generale del Prix Italiail Prix Italia entra pienamente nell’era dello storytelling basato su User Generated Content. Un nuovo sistema di riferimento per continuare a raccontare il meglio delle produzioni radiofoniche, televisive e per il Web, mettendo al centro il pubblico, il suo sguardo, le sue emozioni.”

Promuovere e premiare la migliore qualità nelle produzioni media non è abbastanza, se non si riescono nel contempo a trovare sempre nuove strade per portare questo patrimonio culturale alla Società, uscendo dalla cerchia dei professionisti del settore.

Una scelta che lega il Prix Italia della Rai e l’Università di Torino da ormai 7 anni, – ricorda Sergio Scamuzzi, Vice Rettore alla Comunicazione dell’Università di Torino – quando la manifestazione è approdata nel capoluogo piemontese: da allora, decine di studenti di comunicazione hanno avuto l’opportunità di allenare le proprie competenze da protagonisti: nelle giurie del TV Drama e del Web, come Social Media Manager o come Data Analyst. Un percorso che ogni anno si accresce di nuovi stimoli e partecipanti entusiasti”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy