• Google+
  • Commenta
4 settembre 2015

Riforma delle pensioni 2015 ultime notizie: aumenti e tagli di Baretta

Pierpaolo Baretta

Ultime notizie sulla riforma delle pensioni 2015: dagli aumenti e tagli del sottosegretario all’economia Pier Paolo Baretta alle ultime novità su pensione anticipata e lavoratori precoci

Pierpaolo Baretta sulla riforma delle pensioni 2015

Pierpaolo Baretta sulla riforma delle pensioni 2015

Tagli progressivi sul reddito e penalizzazioni sulla flessibilità graduale: le nuove proposte al vaglio del Governo Renzi. Ecco le news sulla riforma delle pensioni 2015

Il tema caldo della Riforma delle pensioni tiene banco ad un dibattito che ogni giorno si anima di novità e proposte sempre diverse su quota 100, quota 41, opzione donna e settima salvaguardia.

Le ultimissime sulle pensioni arrivano dal sottosegretario al ministero dell’Economia, Pier Paolo Baretta che, nel 2013, avanzò con Cesare Damiano la proposta di tagli percentuali fissi per chi avesse chiesto l’assegno di pensione anticipata.

Vediamo quali sono le novità che oggi, 4 Settembre 2015, interessano la Riforma delle pensioni: tra penalizzazioni e tagli in base al reddito, le alternative per chi decide di andare in pensione prima sono scoraggianti. Ma sono previsti possibili aumenti per chi decide di chiedere la pensione all’Inps qualche anno dopo i 66 anni.

Riforma delle Pensioni 2015: tagli in base al reddito e penalizzazioni per flessibilità graduale

Andare prima in pensione è il desiderio di molti: non solo per i lavoratori precoci, che da tempo si sono uniti per chiedere il riconoscimento del proprio diritto alla pensione, dopo una vita di sacrifici iniziata prestissimo. Ma, con l’innalzamento della prospettiva di vita, andare in pensione a 66 anni sembra un’autentica sfida che in pochi sono disposti a sostenere.

Gli ultimi aggiornamenti sulla Riforma delle Pensioni riguarderebbero proprio la pensione anticipata: uscire prima dal mondo del lavoro potrebbe essere un occasione di risparmio per le casse dello Stato, secondo Pier Paolo Baretta. Ed è facilmente intuibile il motivo: infatti il sottosegretario al ministero dell’Economia ha dichiarato al Corriere della Sera che “Chi dovesse decidere di lasciare il lavoro prima dei 66 anni avrebbe un assegno più basso non per un po’ di tempo ma per tutto il resto della sua vita. È da qui, ma non solo, che arriverebbero i risparmi per il bilancio pubblico. Anche questa è spending review.”

Vediamo nel dettaglio alcune delle possibili proposte esposte da Baretta sul tema caldo della pensione.

Riforma delle Pensioni 2015: le nuove proposte alternative alla pensione di vecchiaia

Mentre si sta ancora lavorando alla settima salvaguardia per gli esodati della Legge Fornero, il Governo Renzi procede con cautela sul tema delle pensioni perché adesso sa quanto costerebbe caro ogni singolo errore. Un numero fra tutti: gli oltre 11 miliardi spesi per gli esodati, creati appunto dagli errori commessi in politica. Adesso è il momento di provare soluzioni che aiutino futuri pensionati ad avere un assegno pensionistico minimo dignitoso e giovani lavoratori ad essere assunti.

Per agevolare chi vuole o ha bisogno di andare prima in pensione, le percentuali di penalizzazioni esposte da Damiano potrebbero prevedere dei tagli legati al livello del reddito. Beretta chiarisce che “..se prendi una pensione da 1.500 euro, dico per dire, ti taglio il 2%, se ne prendi 2.500, a parità di altre condizioni, ti taglio un po’ di più.

Ma per essere sicuri di riuscire a fronteggiare questo tipo di spesa, lo Stato potrebbe introdurre la flessibilità in modo graduale:

News riforma pensione

News riforma pensione

«Nel 2016 consenti di uscire con un anno di anticipo, nel 2017 con due anni di anticipo, nel 2018 sali fino a tre. E così via». Ci sono poi anche proposte della Riforma delle Pensioni 2015 che invece prevedono un aumento della pensione “Parliamo di lavoratori del settore privato, andando in pensione più tardi farebbero risparmiare soldi allo Stato. Ma naturalmente anche l’azienda dovrebbe essere d’accordo, perché ci può essere un problema di efficienza”.

Collegati alla Fan Page CC: clicca qui, metti Mi Piace e ricevi gli aggiornamenti sulla riforma pensioni in tempo reale, aggiungi tra i preferiti e ricevi comodamente una mail di notifica sulla tua posta


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy