• Google+
  • Commenta
2 settembre 2015

Riforma pensioni 2015: ultime novità su quota 100 e lavoratori precoci

Il ministro Poletti pensa alla riforma pensioni 2015

Riforma pensioni 2015: dopo la pausa estiva il Governo Renzi ritorna a discutere di pensione, ecco le ultime novità su quota 100 e lavoratori precoci

Il ministro Poletti pensa alla riforma pensioni 2015

Il ministro Poletti pensa alla riforma pensioni 2015

Le ultime notizie sulla riforma pensioni 2015 riguardano la flessibilità in uscita che, per Poletti, non deve avere penalizzazioni eccessive. Settima salvaguardia, quota 100, opzione donna e lavoratori precoci: ecco le ultime notizie per capire quali sono le novità e news riforma pensioni 2015: su quota 100, opzione donna, settima salvaguardia e lavoratori precoci.

Sulla riforma pensioni 2015 si è espresso questa mattina il ministro del lavoro Poletti che ha lasciato alcune dichiarazioni al Corriere della Sera. Le ultime notizie riguardano possibili modifiche che lo Stato è in grado di sostenere, ovvero la staffetta generazionale.

Si continua a mettere mano ai conti dello Stato per porre rimedio alle storture della Legge Fornero: la settima salvaguardia dovrebbe includere tutti gli esodati che sono stati lasciati fuori dal pensionamento, pur avendo maturato i requisiti per richiedere la pensione all’Inps.

Riforma pensioni 2015 e quota 100: flessibilità in uscita per lavoratori precoci e quota 41

Sul web si sta mobilitando un vero e proprio popolo di lavoratori precoci che, con mail ed esortazioni di vario genere, reclamano il loro diritto alla pensione. Da Renzi a Poletti, i maggiori esponenti politici sono tirati in ballo e richiamati alla celerità, perché aver lavorato per oltre 40 anni è già di per sé un requisito sufficiente per andare in pensione, senza penalizzazione alcuna. L’onorevole Gnecchi ha risposto, tranquillizzando i tanti che temevano in un nuovo pasticcio con la riforma pensioni. E se dichiara che “non ci saranno leggi peggiorative di quelle già orribili in vigore”, in molti sperano nella quota 41 senza penalizzazione, che significa andare in pensione dopo aver lavorato 41 anni, a prescindere dalla propria età anagrafica.

In molti auspicano maggiore flessibilità in uscita dal mondo del lavoro, che significherebbe raggiungere quota 100 (età anagrafica min.58 anni + età contributiva min.35 anni) e consentire al lavoratore di scegliere se continuare a lavorare o andare in pensione.

Riforma delle pensioni: ultime news sulla 7° salvaguardia ed opzione donna

Continuano i lavori da parte del governo Renzi per portare a termine la settima salvaguardia, che dovrebbe essere anche l’ultima e definitiva. Gli esodati che erano ad un passo dalla pensione prima dello spostamento della finestra mobile di uscita da parte della Legge Fornero dovranno aspettare ancora, perché non si consce la data o quando entrerà in vigore questo ddl.

Opzione donna

Opzione donna

La settima salvaguardia interesserà ulteriori 26mila lavoratori che accedere alla pensione prima della disciplina attualmente vigente che richiede 42 anni e 6 mesi di contributi per la pensione anticipata, oppure 66 anni e 3 mesi per la pensione di vecchiaia.

Nessuna novità dalla riforma delle pensioni per l’opzione donna che, ricordiamo, permette alle lavoratrici di andare in pensione a 57 o 58 anni, a seconda della carriera da dipendente pubblico o privato, con 35 anni di contributi, accettando un assegno calcolato unicamente con sistema contributivo, dunque con una sorta di penalizzazione: per questo regime sperimentale è stata proposta una proroga fino al 2018.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy