• Google+
  • Commenta
30 settembre 2015

Vincenzo Gallucci e il primo trapianto di cuore in Italia

Vincenzo Gallucci

Il primo trapianto di cuore in Italia e l’affascinante figura del prof. Vincenzo Gallucci,

Vincenzo Gallucci

Vincenzo Gallucci

Vincenzo Gallucci laureatosi all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, che fu il pioniere della cardiochirurgia nel nostro Paese rivivono attraverso il libro “Non ho dubbi: Vincenzo Gallucci e il primo trapianto di cuore in Italia” (casa Editrice in Edibus). Il volume sarà presentato dall’autore Gianfranco Natoli all’Accademia Nazionale di Scienze Lettere e Arti di Modena venerdì 2 ottobre.

L’Accademia Nazionale di Scienze Lettere e Arti di Modena ricorda, a 30 anni di distanza dal primo trapianto di cuore effettuato in Italia, la figura di Vincenzo Gallucci, il cardiochirurgo laureatosi a Modena, unanimemente riconosciuto come il pioniere di questa disciplina nel nostro Paese.

Non ho dubbi: Vincenzo Gallucci e il primo trapianto di cuore in Italia

E lo fa ospitando la presentazione del libro “Non ho dubbi: Vincenzo Gallucci e il primo trapianto di cuore in Italia” (casa Editrice in Edibus), di cui è autore il giornalista, scrittore e storico della medicina Gianfranco Natoli.

L’appuntamento, presieduto dal prof. Marco Sola di Unimore, Presidente della sezione di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali dell’Accademia modenese, si terrà venerdì 2 ottobre alle ore 16.30 presso la Sala dei Presidenti della sede di questa prestigiosa istituzione scientifico-culturale culturale in Corso Vittorio Emanuele 59 a Modena.

L’autore, presente all’incontro, ricostruisce attraverso inedite testimonianze e documenti d’epoca la vita meravigliosa di Vincenzo Gallucci, padre della cardiochirurgia italiana. Un romanzo storico ricco di aneddoti che svela e porta alla luce le tante sfaccettature di un grande protagonista di un’Italia che oggi sembra non esistere più. Tante le storie, i dolori umani, le speranze, i retroscena, le miopie politiche, che hanno poi comunque portato al primo trapianto di cuore in Italia e alla successiva costruzione, tra lotte di potere e gelosie, del Centro di Cardiochirurgia di Padova, oggi Centro Gallucci. Una lunga cavalcata attraverso il Novecento, il Secolo Breve reso migliore dalla passione, dal coraggio, dal rigore, dall’amore e dal rispetto verso il malato del medico e dello scienziato che a Padova, tra mille difficoltà e ostacoli, è riuscito a realizzare un sogno che si è poi infranto lungo un guard-rail dell’autostrada Milano-Venezia.

“E restando all’Università  che cosa vorrei fare? Mi piacerebbe fare il chirurgo… Riuscirò a farlo? E’ questo che mi tormenta perché è una delle branche più difficili della medicina e senz’altro la più lunga, ma è troppo bello per rinunciare! Non so spiegarmi come mi sia venuto questo desiderio, ma ad un certo momento mi ha pervaso… Le difficoltà  sono moltissime e di ogni genere, ma io voglio sognare!”.  

E’ l’estate del 1957 e un giovane Vincenzo Gallucci così confida, per lettera come d’abitudine a quei tempi, a quella che sarebbe poi diventata sua moglie e la madre dei suoi figli, un sogno che lo accompagnava fin da ragazzo, quando frequentava il liceo Virgilio di Mantova, lui figlio di medico e di mamma chimico e farmacista. Vincenzo Gallucci sarebbe poi riuscito a laurearsi all’Università  di Modena e a diventare un chirurgo, meglio ancora, un grande chirurgo, il padre della cardiochirurgia italiana che da sempre lo identifica, seppure in maniera riduttiva, come l’autore del primo trapianto di cuore eseguito nel nostro Paese, il 14 novembre 1985, circa trent’anni fa.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy