• Google+
  • Commenta
30 ottobre 2015

Classifica delle 5 Università dove non andare fuori corso, Unimc

Matricole universitarie

Ecco come fare a restare in regola con gli esami e come non andare mai fuori corso: la classifica delle 5 università dove non andare fuori corso, tra queste anche Unimc

Classifica delle 5 Università dove non andare fuori corso

Classifica delle 5 Università dove non andare fuori corso

Il portale per studenti Skuola.net ha stilato una mini classifica di piccole città universitarie che offrono una vita un po’ più tranquilla e università nella top 10 della classifica Censis.

La notizia è stata rilanciata anche da Tgcom 24.

Macerata è prima tra le cinque città “a misura di studente” perfette per laurearsi secondo il portale per studenti Skuola.net, che ha stilato una mini classifica di “piccole città universitarie che offrono una vita un po’ più tranquilla rispetto a quelle grandi. Meno distrazioni e una vita serena”.

L’articolo prosegue sottolineando che “I ragazzi che sceglieranno uno di questi meravigliosi posti faranno anche una scelta mirata alla perfetta carriera da studente, visto che le università sono tutte nella top 10 della classifica Censis.

Scoprite quali sono le 5 città universitarie in cui difficilmente potrai diventare uno studente fuori corso”. La notizia, ripresa anche dal sito di Tgcom 24, descrive così l’Università degli Studi di Macerata: “Storica e rinomata (nata nel 1290) è l’università di Macerata.

Economia e diritto, Giurisprudenza e Scienze politiche. L’offerta dell’ateneo marchigiano più antico della regione è davvero vastissima e questo gli ha portato l’ottima condizione di seconda università migliore di Italia tra le piccole”.

A seguire nella classifica delle 5 Università dove non andare fuori corso tra gli altri atenei indicati, troviamo Sassari, Cassino e ancora due università marchigiane, quelle di Camerino e Urbino.

Luigi Lacchè sulla classifica delle 5 università dove non andare fuori corso

“Il livello reputazionale del nostro Ateneo sta aumentando, di anno in anno – commenta il rettore Luigi Lacchè -, e ci auguriamo che il risultato delle immatricolazioni dell’anno scorso possa trovare piena conferma nell’anno che sta per cominciare.”

L’anno accademico 2015-2016 sarà un anno di svolta, perché faremo partire il progetto “I care”, un programma per la cura a 360° della matricola.

Vogliamo, infatti, che ogni studente prenda da subito coscienza dell’importanza della formazione universitaria e della sua futura crescita professionale, per sé, per la propria famiglia e per l’intera società. A ognuno sarà assegnato un docente-tutor con cui avrà un colloquio individuale subito dopo l’inizio dei corsi e, obbligatoriamente, prima di sostenere il primo esame. Metteremo, poi, a disposizione una piattaforma informatica predisposta per chiedere informazioni relative al percorso di studi, ai servizi, all’organizzazione didattica”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy