• Google+
  • Commenta
29 ottobre 2015

Iniziative Anti-Gender dalla Puglia, i dubbi degli studenti

Iniziative Anti-Gender

Mozione ready: non ci basta! La Regione si esprima sulle iniziative anti-Gender che inquinano le città pugliesi: le dichiarazioni di Link Lecce e Rete della Conoscenza Puglia

Iniziative Anti-Gender

Iniziative Anti-Gender

“Dalla posizione assunta dalla Regione Puglia in tema di lotta alla discriminazione di genere sembrerebbe che il nostro territorio stia compiendo dei passi avanti decisivi nel percorso di tutela dei diritti lgbqti.”

Sembrerebbe, ma non è così.
”

Aprono cosi i gruppi di studenti Link Lecce e Rete della Conoscenza Puglia sul tema delle Iniziative Anti-Gender adottate dalla Puglia.

Difatti, se da un lato, proprio ieri in Giunta Regionale, è stata approvata la mozione Re.a.dy, dall’altro, nelle zone limitrofe della Regione, si sono tenute nella stessa giornata delle manifestazioni finalizzate a contrastare l’ideologia Gender, di cui ambienti oscurantisti e regressivi millantano l’esistenza e che redarguiscono come un pericolo per le fondamenta della società attuale.

“Con l’approvazione di questa mozione, la Regione Puglia, entra ufficialmente nella rete nazionale delle amministrazioni pubbliche anti discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere.” – – Dicono Link Lecce e Rete della ConoscenzaRete della Conoscenza –

“Parallelamente, altri enti locali, come il Comune di Maglie, nel leccese, hanno patrocinato un evento in cui si è paventata l’esistenza dell’ideologia Gender e la sua diffusione nelle scuole, fomentando la discriminazione e l’omofobia. Denunciamo il fatto che tale posizione sia usata come uno spauracchio dietro il quale si cela un vero e proprio attacco omofobo, scagliato contro tutti coloro che rivendicano il diritto e la libertà di amare e autodeterminarsi.”

“Noi crediamo che la lotta alle discriminazioni di genere non possa restare una battaglia solo istituzionale, non supportata da fatti concreti che vadano nella direzione della tutela dei diritti fondamentali delle persone, ma che questi atti istituzionali debbano essere il punto di partenza di un percorso concreto che si sviluppa in tutto il territorio regionale.”

Le richieste di Link Lecce e Rete della Conoscenza Puglia sulle Iniziative Anti-Gender

Per tali ragioni, chiediamo al Governatore Emiliano di esprimersi a riguardo delle vergognose iniziative omofobe e sessiste che si stanno tenendo su tutto il Territorio pugliese.

È necessario avviare un percorso di sensibilizzazione ed educazione sul tema dei diritti lgbqti a partire dai luoghi della formazione, rispondendo a chi teme la diffusione di queste teorie, che non solo il gender non esiste, ma anche che è ancor più pericoloso, nonché retrogrado, fomentare l’odio, l’omofobia e la transofobia nelle scuole, piuttosto che diffondere i principi dell’inclusione, del rispetto e del valore di tutte le differenze. – Concludono  Link Lecce e Rete della Conoscenza Puglia – 


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy